Eleonora Alvisi
Eleonora Alvisi
Tennis

Eleonora Alvisi: una ragazza di cui presto potremmo sentir parlare

Il trionfo a Marrakech di Eleonora Alvisi accende un faro su una potenziale futura stella del tennis

Quando un nostro concittadino assurge alle cronache nazionali per un qualche successo è molto facile scadere nel classico trionfalismo ipocrita e provinciale misto a piaggeria, tipico delle zone del fù Regno di Napoli. Già, perchè dalle nostre parti si fa prestissimo a passare dal proverbiale "che vai facendo" di quando non sei nessuno, al celebrare fianco il parrucchiere di questa o quella star il cui nonno aveva forse avi provenienti dalla tua città.

Forse anche per questo Eleonora Alvisi pare aver deciso di iniziare a bruciare le tappe ottenendo uno strepitoso successo nel torneo ITF W15 (che sta per 15.000 dollari di premio) di Marrakech(Marocco).
Ad impressionare gli osservatori è soprattutto il modo con cui la Alvisi - dopo aver passato le forche caudine delle qualificazioni, e dopo aver usufruito nel primo turno del forfait di Matilde Paoletti sul punteggio di 4-3 nel primo set a favore della tennista perugina - ha letteralmente dominato sulla terra rossa di Marrakech non concedendo neppure un set ad avversarie abbastanza quotate come Verena Meliss (6-2, 6-4), italiana, testa di serie numero 6 del tabellone; la slovena PIa Lovric (6-4, 6-0), testa di serie numero tre; la forte croata Lucija Ciric Bagaric in semifinale, superata con un brillantissimo 6-2, 6-3.

In finale la Alvisi ha poi avuto ragione (6-3,6-1) della baby fenomeno americana Clervie Ngonoue. Una tipetta che studia da futura Serena Williams e che a livello juniores ha già vinto il doppio agli Australian Open e trionfato al Roland Garros. Ciò da ancora più valore ad una affermazione, quella di Eleonora Alvisi, che da oggi colloca prepotentemente la 19enne barlettana nella lista delle possibili aspiranti stelle del tennis.
  • tennis
  • Eleonora Alvisi
Altri contenuti a tema
L'incordatore barlettano Antonio Riccheo tra le stelle del tennis L'incordatore barlettano Antonio Riccheo tra le stelle del tennis È stato a capo del team nel torneo di Astana in Kazakistan
Tennis, la Bat nella finale del torneo tra province. Crescente: «Una partecipazione storica» Tennis, la Bat nella finale del torneo tra province. Crescente: «Una partecipazione storica» Il commento della neo assessora allo sport che oggi pomeriggio saluterà la squadra
Tennis: il piccolo barlettano Michele Piazzolla non si ferma più Tennis: il piccolo barlettano Michele Piazzolla non si ferma più Barletta sogna un nuovo futuro campione
Challenger ATP “Città della Disfida”, trionfa il 25enne portoghese Nuno Borges Challenger ATP “Città della Disfida”, trionfa il 25enne portoghese Nuno Borges È il suo primo trofeo in carriera. Secondo il serbo Miljan Zekic
Challenger ATP “Città della Disfida”, sarà finale tra Nuno Borges e Zekic Challenger ATP “Città della Disfida”, sarà finale tra Nuno Borges e Zekic La coppia russa Karlovskiy-Tiurnev vince il torneo di doppio. Si arresta in semifinale la corsa del 18enne Luca Nardi
1 Tennis, il 18enne Luca Nardi vola in semifinale a Barletta Tennis, il 18enne Luca Nardi vola in semifinale a Barletta Domani Nardi affronterà il serbo Zekic
Challenger ATP “Città della Disfida”: Darderi cede a Nuno Borges, mentre Kolar si aggiudica la battaglia contro Sels Challenger ATP “Città della Disfida”: Darderi cede a Nuno Borges, mentre Kolar si aggiudica la battaglia contro Sels Nell’attesa del match Nardi-Blancaneaux, completato il quadro delle semifinali e della finale di doppio
Challenger ATP “Città della Disfida”, terza giornata: due italiani ai quarti di finale Challenger ATP “Città della Disfida”, terza giornata: due italiani ai quarti di finale Luca Nardi (ritiro di Copil), e Luciano Darderi, al termine di una battaglia contro il francese Couacaud, tengono ancora vive le speranze tricolore
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.