Sarò Pittore!
Sarò Pittore!
Eventi

È barlettano il vincitore della prima edizione di "Sarò Pittore!"

Divine del Sud ha reso onore all'artista Giuseppe De Nittis

È Francesco Gentile 48 anni insegnante di inglese di Barletta, il vincitore della prima edizione nazionale di estemporanea di disegno e pittura dedicato a Giuseppe De Nittis, dal titolo "Sarò Pittore!", dalle stesse parole usate del padre dell'impressionismo originario di Barletta, nel suo taccuino di memorie. E proprio nella sua città l'associazione Divine del Sud presieduta dalla giornalista Francesca Rodolfo, ha voluto rendere onore all'artista di fama internazionale, per portare la cultura dell'arte, della gentilezza e della bellezza, nella sala rossa gremita, nei giardini del castello Svevo e tra le strade della città.
21 fotoSarò Pittore!
Sarò Pittore!Sarò Pittore!Sarò Pittore!Sarò Pittore!Sarò Pittore!Sarò Pittore!Sarò Pittore!Sarò Pittore!Sarò Pittore!Sarò Pittore!Sarò Pittore!Sarò Pittore!Sarò Pittore!Sarò Pittore!Sarò Pittore!Sarò Pittore!Sarò Pittore!Sarò Pittore!Sarò Pittore!Sarò Pittore!Sarò Pittore!
Il dipinto vincitore ritrae un bambino solo e dolorante, scampato alla guerra - immerso nella sua triste attualità storica -, che trova rifugio e riparo ai piedi della fortezza delle fortezze, il castello di Barletta. Sul podio anche Laura Castellano di Casamassima (2 posto) e Nina Karablin di Trani (3 posto). A sfidarsi a colpi di colori e pennelli, un centinaio di artisti affermati ed emergenti provenienti da tutta Italia che hanno animato ogni angolo della città di Eraclio. A farla da padrona l'arte declinata in tutte le sue forme, non solo su tele e cartoncini, ma anche su corpo e cioccolata.Molto apprezzata l'esposizione di alcuni lavori di celebri artisti pugliesi, una torta scenografica pure dedicata a De Nittis e una capsule di abiti d'epoca, indossati da modelli professionisti, gente comune e diversamente abili, come è nella natura esclusiva ed inclusiva di Divine del Sud. Targhe anche per i ragazzi in gara dell'istituto Garrone e della scuola media De Nittis. Il ricavato delle vendite delle loro opere, che resteranno in esposizione al castello, sarà devoluto ai profughi in fuga dalla guerra.

Alla conferenza hanno preso parte il commissario straordinario del comune di Barletta, dott. Francesco Alecci, in rappresentanza della regione la delegata all cultura Grazia Di Bari e ancora la Sen. Assuntela Messina, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, la senatrice Angela Bruna Piarulli, il senatore Dario Damiani. In video conferenza il prestigioso saluto del professor Renato Miracco."Il forte attaccamento alla mia città e l'orgoglio per la sua incredibile ricchezza culturale, storica e artistica, per la quale Barletta è ufficialmente città d'arte dal 2005, è stato il motivo ispiratore di questa estemporanea - ha detto la dott.ssa Rosa Anna Delvecchio, ideatrice e promotrice del progetto. La città di Giuseppe De Nittis ha reso onore ad un artista di fama internazionale e padre dell'Impressionismo, portando allegria e bellezza tra le strade della città, mai viste prima".

«Un vero e proprio evento di condivisione a tutto tondo, attraverso la libertà espressiva dell'arte della pittura senza schemi e in ogni spazio aperto della città che sia oggetto di ispirazione - ha spiegato la presidente di Divine del Sud, Francesca Rodolfo -. Una situazione meravigliosa voluta fortemente dalla dottoressa Delvecchio e subito sposata da Divine del Sud».

Ai primi due posti classificati, giudicati da una giuria di esperti, premi in denaro. Ai primi tre posti delle targhe ricordo, mentre per tutti, attestati e riconoscimenti. Inoltre a tutti i partecipanti viene data la possibilità di esporre le proprie opere nel Castello a turno dalle 17 alle 19 e fino al 3 aprile. Il ricavato delle opere dei ragazzi delle scuole superiori che saranno vendute, sarà devoluto ai profughi in fuga dalla guerra.
  • Giuseppe De Nittis
Altri contenuti a tema
2 Parigi, Belle Epoque e impressionismo: De Nittis dimenticato da "Ulisse" Parigi, Belle Epoque e impressionismo: De Nittis dimenticato da "Ulisse" Nessuna menzione per l'artista barlettano nel programma di Alberto Angela
Donne cancellate dalla storia: anche Léontine Gruvelle era una scrittrice Donne cancellate dalla storia: anche Léontine Gruvelle era una scrittrice «La figura di donna e artista che possediamo e spesso non sappiamo di avere»
Léontine Gruvelle, la protagonista dell'incontro il 2 aprile presso la Sala Rossa Léontine Gruvelle, la protagonista dell'incontro il 2 aprile presso la Sala Rossa Il convegno sarà un momento di riflessione sulla sua figura di donna, musa, scrittrice e custode del patrimonio artistico
4 "Sarò pittore", a Barletta la prima edizione dell'evento dedicato a De Nittis "Sarò pittore", a Barletta la prima edizione dell'evento dedicato a De Nittis Il ricavato delle opere sarà devoluto ai profughi in fuga dalla guerra
De Nittis o Denittis? Questo è il dilemma! De Nittis o Denittis? Questo è il dilemma! Un viaggio tra i documenti dell'Archivio nella nota a firma del direttore Michele Grimaldi
176° anniversario della nascita di Giuseppe De Nittis 176° anniversario della nascita di Giuseppe De Nittis Si terrà venerdì 25 febbraio con ingresso gratuito alla Pinacoteca De Nittis
Guide speciali alla scoperta di Giuseppe De Nittis Guide speciali alla scoperta di Giuseppe De Nittis Una collaborazione tra Barletta in Rosa e la cooperativa Work Aut per il compleanno del pittore barlettano
Il busto di De Nittis: oggi a Palazzo Della Marra Il busto di De Nittis: oggi a Palazzo Della Marra Presente il commissario Alecci che auspica ad una maggiore sensibilità dei giovani nei confronti dell'arte
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.