Azione Universitaria Politecnico
Azione Universitaria Politecnico
Scuola e Lavoro

Università, vita studentesca e partecipazione ai tempi della pandemia

Alle recenti elezioni studentesche del Politecnico di Bari, la lista di AUP fa "en plein". Il punto di vista di Cosimo Carpentiere

Un plebiscito è quanto accaduto alle elezioni di rappresentanza studentesca del Politecnico di Bari. La lista Azione Universitaria Politecnico ha fatto la storia aggiudicandosi tuttu i seggi degli organi centrali, di Senato Accademico, consiglio di Amministrazione e Cda Adisu, nonostante la lista avversaria fosse composita da due associazioni coalizzate. Alla stessa lista spetteranno matematicamente la presidenza del consiglio degli studenti e la rappresentanza nel Nucleo di Valutazione.

2747 preferenze personali su 5624 voti totali, per Cosimo Carpentiere, già Senatore Accademico, ora eletto in Consiglio di Amministrazione con AUP. Risultano eletti quindi in Cda Poliba Carpentiere Cosimo e Rampino Pasquale, in Senato Accademico Spadavecchia Enrico, Piscopo Cosimo e Fasciano Giuliana, in Cda Adisu Enrico Boffetti.

«È stato un lavoro di squadra - ha raccontato Carpentiere - frutto di anni di rappresentanza in ogni corso di laurea e di candidati preparati con a cuore ogni studente del proprio corso. Siamo una rete ben ramificata con associati in ogni città e in ogni posto della Puglia e non solo, ci batteremo sempre per il meglio della comunità studentesca».

Secondo te come sarà il 2021 per gli universitari barlettani, e in particolare per coloro che frequentano il Politecnico?
«Agli studenti barlettani spetta un 2021 difficile, si spera meno di quanto già affrontato nel 2020. Dobbiamo ormai adattarci a convivere con nuove realtà, la didattica a distanza sicuramente è da continuare a tenere contestualmente alla didattica in presenza, per quanto possibile».

La partecipazione studentesca e l'associazionismo sono cambiati in qualche modo a causa della pandemia?
«​Si è fatta la storia come partecipazione e quindi come affluenza che si è attestata al 54%, sintomo di forte rappresentatività ed espressione massima della democrazia e della volontà studentesca. Questa partecipazione così alta è stata favorita sia da un sistema di voto elettronico molto più smart e rapido e sia da una rappresentanza sempre attiva e costante in ogni corso di laurea, nonostante le difficoltà legate all'interazione, che in questi mesi si è trasferita sui canali social e dj Microsoft Teams».

Qual è il prossimo obiettivo su cui vi metterete a lavoro?
«C'è bisogno che anche agli studenti dell'Università degli studi di Bari vengano, al più presto, forniti i Voucher da 500,00€ per dispositivi elettronici o per qualsiasi mezzo per la connessione, al fine di garantire il diritto allo studio con qualsiasi modalità di erogazione della didattica».
  • Università
Altri contenuti a tema
All’Università di Andria si ritorna a discutere le Tesi di Laurea All’Università di Andria si ritorna a discutere le Tesi di Laurea Nella sede di Musa Formazione i laureandi delle Università Telematiche Pegaso e Mercatorum ritrovano l’emozione “dell’abbraccio accademico”
È ora di imparare effettivamente un lavoro che ti permetta di trovare lavoro È ora di imparare effettivamente un lavoro che ti permetta di trovare lavoro Esistono figure professionali richiestissime dalle aziende che, paradossalmente, trovano difficoltà nel reperirle
L’università con più sedi d’esame online L’università con più sedi d’esame online Avere più appelli d’esame a disposizione per terminare in anticipo l’Anno Accademico e laurearsi prima
Politecnico di Bari intitola un bando per Claudio Lasala Politecnico di Bari intitola un bando per Claudio Lasala Un concorso per tesi di laurea aventi ad oggetto la rigenerazione urbana nell’era post- covid,
Musa Formazione apre le porte alle sedute di laurea in presenza Musa Formazione apre le porte alle sedute di laurea in presenza Si torna a festeggiare la Laurea in “normalità” con amici e parenti nella sede dell’Università di Andria
Medico a soli 23 anni, orgoglio per il giovane barlettano Marco Dicorato Medico a soli 23 anni, orgoglio per il giovane barlettano Marco Dicorato È tra i più giovani medici di tutta Italia
Dopo mesi, la prima sessione di laurea in presenza a Barletta Dopo mesi, la prima sessione di laurea in presenza a Barletta A laurearsi in infermieristica con 110 e lode è un giovane 29enne, Gaetano Fiore
MUSA rappresenta le Università del futuro al Salone dello Studente MUSA rappresenta le Università del futuro al Salone dello Studente Appuntamento in Fiera del Levante a Bari dal 5 al 7 aprile
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.