Divine del Sud
Divine del Sud
Eventi

"Sarò pittore", a Barletta la prima edizione dell'evento dedicato a De Nittis

Il ricavato delle opere sarà devoluto ai profughi in fuga dalla guerra

Artisti affermati ed emergenti provenienti da tutta Italia animeranno ogni angolo di Barletta, dipingendone gli scorci più suggestivi, le tradizionali stradine del centro storico e i vicoli più caratteristici del borgo antico. Sarà l'arte declinata in tutte le sue forme a farla da padrona il prossimo 20 marzo nella prima edizione di estemporanea di disegno e pittura dedicata a Giuseppe De Nittis, dal titolo "Sarò Pittore!", voluta e organizzata dall'associazione culturale Divine del Sud presieduta dalla dottoressa Francesca Rodolfo, con il patrocinio di Comune di Barletta, Provincia di Barletta-Andria-Trani e Prefettura Bat. Il ricavato delle opere dei ragazzi delle scuole vendute, sarà devoluto ai profughi in fuga dalla guerra.

La conferenza stampa di apertura, concomitante all'avvio dei lavori, si terrà il 20 marzo alle ore 11 nella sala Rossa del Castello Svevo di Barletta. L'Estemporanea è intitolata al celebre pittore barlettano e il titolo trae spunto dalle stesse parole dell'artista che sin da bambino espresse un desiderio che diventò presto la ragione della sua breve vita: "Sarò Pittore! E me ne andavo vagabondando per le strade, procurandomi tele e colori come potevo mentre la mia educazione artistica si veniva formando da sola." ("Notes et souvenirs du peintre Joseph De Nittis").

Obiettivo, portare colore, bellezza, arte e cultura in un momento particolarmente difficile per il mondo intero, cercando di apportare un contributo concreto a chi fugge dalla guerra. Alla conferenza prenderanno parte il commissario straordinario del comune di Barletta, dott. Francesco Alecci, il prefetto della provincia Bat, dott. Maurizio Valiante, il presidente della provincia Bat, avv. Bernardo Lodispoto; in rappresentanza della regione il consigliere Filippo Caracciolo e ancora la Sen. Assuntela Messina, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, la senatrice Angela Bruna Piarulli, il senatore Dario Damiani, la dott.ssa Santa Scommegna, Dirigente Beni e Servizi Culturali del Comune di Barletta, la dott.ssa Rosa Anna Delvecchio, direttrice artistica del progetto per l'associazione Divine del Sud, il prof. Domenico Tangaro, architetto e la maestra d'arte Ricarda Guantario. In video conferenza il prestigioso saluto del professor Renato Miracco.

Nel giorno di apertura, oltre a tele e cartoncini, anche il corpo e la cioccolata diventeranno una base per esprimere i più variegati mezzi espressivi. A fare da cornice all'evento l'esposizione di alcuni lavori di celebri artisti pugliesi, una torta scenografica pure dedicata a De Nittis e una capsule di abiti d'epoca, indossati da modelli professionisti, gente comune e diversamente abili, come è nella natura esclusiva ed inclusiva di Divine del Sud. Il concorso, a cui ci si può iscrivere in maniera gratuita sul sito www.eventbrite.it, prevede anche la partecipazione dei ragazzi del triennio dell'istituto "Garrone" e delle terze classi della scuola media "De Nittis".

«Il forte attaccamento alla mia città e l'orgoglio per la sua incredibile ricchezza culturale, storica e artistica, per la quale Barletta è ufficialmente città d'arte dal 2005, è stato il motivo ispiratore di questa estemporanea - ha detto la dott.ssa Rosa Anna Delvecchio, ideatrice e promotrice del progetto. La città di Giuseppe De Nittis rende onore ad un artista di fama internazionale e padre dell'Impressionismo».

«Un vero e proprio evento di condivisione a tutto tondo, attraverso la libertà espressiva dell'arte della pittura senza schemi e in ogni spazio aperto della città che sia oggetto di ispirazione - le ha fatto eco la presidente di Divine del Sud, Francesca Rodolfo -. Una situazione meravigliosa voluta fortemente dalla dottoressa Delvecchio e subito sposata da Divine del Sud. Speriamo porti anche una boccata d'ossigeno al turismo e all'economia locale».

A sfidarsi, a colpi di colori e pennelli, artisti, professionisti, esperti del settore e semplici appassionati. La premiazione è prevista intorno alle ore 18. Ai primi due posti classificati, giudicati da una giuria di esperti, sono previsti premi in denaro. Ai primi tre posti delle targhe ricordo, mentre per tutti, attestati e riconoscimenti. Inoltre a tutti i partecipanti viene data la possibilità di esporre le proprie opere nel Castello per una settimana. Il ricavato delle opere dei ragazzi delle scuole superiori che saranno vendute, sarà devoluto ai profughi in fuga dalla guerra.
  • Giuseppe De Nittis
  • Arte
Altri contenuti a tema
Maria Picardi Coliac, l'artista barlettana racconta il suo amore infinito per l'arte Maria Picardi Coliac, l'artista barlettana racconta il suo amore infinito per l'arte Ha raggiunto l'età di 96 anni e racconta con tenerezza tutto il suo percorso artistico
"Colazione in giardino" vola a Washington, Italia Nostra non ci sta "Colazione in giardino" vola a Washington, Italia Nostra non ci sta Polemiche sulla mostra in programma da novembre negli States
Studieranno la tecnica pittorica di Giuseppe De Nittis, dal 5 al 7 settembre a Barletta Studieranno la tecnica pittorica di Giuseppe De Nittis, dal 5 al 7 settembre a Barletta Un cantiere didattico per gli studenti del IV anno del Percorso Formativo Professionalizzante (PFP2) dell’Istituto Centrale per il Restauro (ICR)
L'associazione ArcheoBarletta ricorda De Nittis nell'anniversario della sua scomparsa L'associazione ArcheoBarletta ricorda De Nittis nell'anniversario della sua scomparsa L'evento prevede la partecipazione gratuita ai percorsi guidati con prenotazione obbligatoria
Una riflessione per l'anniversario della morte di Giuseppe De Nittis Una riflessione per l'anniversario della morte di Giuseppe De Nittis «Non è stato rispettato il desiderio di Peppino De Nittis che avrebbe tanto voluto rientrare in possesso della sua vera casa natale»
Da Palazzo della Marra, i quadri di De Nittis volano in America Da Palazzo della Marra, i quadri di De Nittis volano in America Anche la Regione è stata d’accordo per valorizzare e promuovere il patrimonio artistico culturale
De Nittis, 138 anni dalla scomparsa: a Barletta ingresso in Pinacoteca a 1 euro De Nittis, 138 anni dalla scomparsa: a Barletta ingresso in Pinacoteca a 1 euro L'iniziativa del Comune in vista del 21 agosto
DNA Wall, a Barletta una nuova opera in onore della comunità LGBT DNA Wall, a Barletta una nuova opera in onore della comunità LGBT Il gruppo artistico barlettano ha realizzato una nuova poster art in occasione della presentazione del libro “La Bambina Invisibile”
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.