Rimosse la macerie del cantiere Lidl
Rimosse la macerie del cantiere Lidl
La città

Rimosse le macerie del cantiere Lidl, ma dove eravamo rimasti?

A distanza di un anno dall'inizio della vicenda si cerca ancora una soluzione perequativa

A quasi un anno di distanza Barletta saluta i resti del cantiere avviato, a marzo 2021, ai piedi del castello per la realizzazione di un supermercato Lidl. Dopo l'ordinanza firmata dal commissario prefettizio Francesco Alecci, sono iniziati nei giorni scorsi i lavori di rimozione delle macerie in via Casardi.

L'intervento era stato sollecitato dal comitato Salviamo il castello e dall'associazione Italia Nostra che, nei mesi scorsi, aveva anche inviato due diffide al Comune di Barletta affinché si provvedesse a un'ordinanza di rimozione e bonifica del sito. Qui trovate una ricostruzione cronologica della vicenda.

La vicenda giudiziaria

L'ipotesi della costruzione di un discount proprio nel punto che congiunge il centro storico al borgo marinaro era stata subito condannata dall'opinione pubblica barlettana. Proteste, petizioni e mobilitazioni hanno contribuito a fare in modo che il Comune annullasse in autotutela i provvedimenti con cui aveva ne autorizzato la realizzazione.

Ne è derivata una vicenda giudiziaria tutt'ora in corso su cui, il 20 settembre 2022, si esprimerà il Tribunale amministrativo. Nell'udienza dello scorso 23 novembre, infatti, i tre ricorsi presentati dall'associazione Italia Nostra contro gli atti del Comune, dalla società Lidl proprietaria del terreno e dai fratelli Di Paola, ex proprietari del sito, sono stati riuniti in un unico procedimento amministrativo.

Il vincolo di esproprio

L'amministrazione Cannito aveva candidato proprio quell'area a la "Sfida del borgo" per la realizzazione di un teatro all'aperto che è già stato ammesso al finanziamento ministeriale insieme ad altri progetti. Per questo, sui terreni è stato posto un vincolo urbanistico finalizzato al loro esproprio.

Per la realizzazione del teatro, infatti, sarà necessario entrare in possesso della zona. E questo sarà possibile riconoscendo un indennizzo economico alla società Lidl oppure trovando con questa una soluzione compensativa. È proprio quest'ultima la strada su cui continua il confronto tra il Comune e la multinazionale.

Un dialogo orientato ad uno scambio perequativo tra terreni era stato avviato già dall'ex sindaco Cannito che, lo scorso anno, aveva messo sul tavolo l'ipotesi di un terreno in zona Barberini, nei pressi degli alloggi popolari di via Velasquez, e di uno in via delle Querce, a ridosso della chiesa di San Giovanni Apostolo. Su entrambi, tuttavia, i vincoli urbanistici preesistenti avevano impedito di raggiungere un accordo.

Il teatro all'aperto

Una volta acquisita la proprietà del terreno, sarà possibile realizzare un teatro all'aperto sotto le mura di San Cataldo grazie all'ammissione del Comune al finanziamento da 20 milioni di euro per la rigenerazione urbana del borgo marinaro. Il costo del progetto ammonta a 1 milione di euro per la realizzazione di una struttura con una capienza compresa tra 1.500 e 1.700 spettatori.
4 fotoSgomberata l'area di via Cafiero
Rimosse la macerie del cantiere LidlRimosse la macerie del cantiere LidlRimosse la macerie del cantiere LidlRimosse la macerie del cantiere Lidl
  • Urbanistica
  • Comune di Barletta
Altri contenuti a tema
6 PUG, cosa accadrà a Barletta? PUG, cosa accadrà a Barletta? Una riflessione di Giuseppe Dargenio (Perito Agrario)
Dalla giunta ok al Piano Sociale di Zona e al fondo di solidarietà comunale 2023 Dalla giunta ok al Piano Sociale di Zona e al fondo di solidarietà comunale 2023 La nota dell'assessore ai servizi sociali Francesca Piccolo
Il via alla domanda per il servizio di supporto alla monogenitorialità Il via alla domanda per il servizio di supporto alla monogenitorialità Rivolto al genitore sia esso la madre o il padre di stato civile libero, che da solo ha riconosciuto figli minori di anni 18 residenti nel Comune di Barletta
"8 ore di Barletta" e "Mostra Mercato": le limitazioni al traffico per il weekend "8 ore di Barletta" e "Mostra Mercato": le limitazioni al traffico per il weekend Il primo si terra il 17 dicembre e il secondo, il 18 dicembre 2022
Il 20 dicembre Consiglio Comunale presso la Sala Consiliare Il 20 dicembre Consiglio Comunale presso la Sala Consiliare Si discuterà del nuovo Patto dei Sindaci per il clima e l'energia e le linee programmatiche di mandato
Due cerimonie di intitolazione in città Due cerimonie di intitolazione in città Intitolate strade a Vittorio Grimaldi e Vittoria Titomanlio
L’artista Marta Riefolo dona opera alla città di Barletta L’artista Marta Riefolo dona opera alla città di Barletta Il quadro raffigura simbolicamente la provincia Bat
Organizzazione e sviluppo risorse umane: le procedure prossime alla scadenza Organizzazione e sviluppo risorse umane: le procedure prossime alla scadenza Le domande devono essere inviate entro le ore 23.59 del 15 dicembre 2022
© 2001-2023 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.