PES
PES
Territorio

Next Generation, il Pes elabora un documento per lo sviluppo della Bat

Le proposte saranno presentate domani a Barletta in una conferenza stampa

La pandemia da Covid-19 è ancora nel pieno, ma a Bruxelles nel 2020 è stato fatto un lavoro che ha portato all'approvazione del quadro finanziario pluriennale 2021-27 e della Next Generation EU, delineando uno scenario programmatico entro cui operare per uscire dall'emergenza e per affrontare il periodo post-pandemico. Il Governo italiano e il Parlamento sono impegnati su questo fronte, ma tra i principi cardine della politica di coesione c'è anche il ruolo attivo dei territori e delle loro istituzioni rappresentative. È importante per la Bat, provincia con il più basso livello di sviluppo in Puglia e tra le province meno sviluppate dell'intero Mezzogiorno, essere all'altezza delle sfide europee e nazionali.

Per queste ragioni, il Pes Bat ha elaborato uno studio "Next Generation BAT. Le politiche di sviluppo della BAT al 2030" che contiene tra le altre valutazioni, un piano di lavoro e una nuova governance per il territorio da avviare tempestivamente per l'attivazione delle risorse europee e nazionali.

Il documento sarà presentato in una conferenza stampa martedì 30 marzo, alle ore 10.30 presso il Future center di Barletta, in viale Marconi, 39 alla presenza dei rappresentanti di tuto il Partenariato Economico e Sociale della Bat composto da Cia Levante (Bari-Bat), Cisl Bari-Bat, Cisl Foggia-Bat, Cgil Bat, Cna Bat, Coldiretti Bari, Confagricoltura Bari, Confapi Bari-Bat, Confartigianato Bari-Bat, Confcommercio Bari-Bat, Confcooperative Bari-Bat, Confesercenti Bat, Confindustria Bari-Bat, Legacoop Puglia e Uil Bat.

«L'obiettivo è quello di avviare un dibattito con le istituzioni e i rappresentanti politici del territorio (presidente della Bat e sindaci, consiglieri regionali e parlamentari) così da giungere a una piattaforma per le politiche di sviluppo del territorio per il prossimo futuro. La funzione del Pes Bat, sin dalla sua costituzione avvenuta nel luglio 2019, è quella di portare avanti un'azione di stimolo rappresentata già dalla promozione del Cis Bat, il contratto istituzionale di sviluppo, presentato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dove è in fase di valutazione», commentano i coordinatori politici, Biagio D'Alberto e Ruggiero Di Benedetto, e Emmanuele Daluiso, coordinatore tecnico del Pes Bat.
  • Provincia Barletta-Andria-Trani
Altri contenuti a tema
A Barletta le sedi dell’Ufficio Scolastico Provinciale e dell’Archivio di Stato A Barletta le sedi dell’Ufficio Scolastico Provinciale e dell’Archivio di Stato L'ipotesi del Presidente della Provincia, Bernardo Lodispoto, relativa all'ubicazione dei nuovi uffici
6 Sbloccato l’iter per la scuola di via Morelli, le parole di Lodispoto e Cascella Sbloccato l’iter per la scuola di via Morelli, le parole di Lodispoto e Cascella Intervengono presidente e vicepresidente della provincia Bat
Minori stranieri non accompagnati, si cercano alloggi nella provincia Bat Minori stranieri non accompagnati, si cercano alloggi nella provincia Bat Pubblicato l'avviso esplorativo dalla Prefettura di Barletta-Andria-Trani
1 Contratti Istituzionali di Sviluppo per la Bat, Damiani: «Opportunità per il territorio» Contratti Istituzionali di Sviluppo per la Bat, Damiani: «Opportunità per il territorio» La nota del senatore barlettano di Forza Italia dopo l'incontro con la ministra Carfagna
Lo sviluppo della Bat nell'agenda di governo: Lodispoto incontra la ministra Carfagna Lo sviluppo della Bat nell'agenda di governo: Lodispoto incontra la ministra Carfagna «Forte attenzione da parte del Governo centrale nei confronti delle esigenze più volte rappresentate dalla nostra provincia»
Concorso provincia, più di 1600 domande per 7 posti di lavoro Concorso provincia, più di 1600 domande per 7 posti di lavoro Pubblicati gli elenchi degli ammessi: si tratta di posti di lavoro a tempo pieno e indeterminato
Maggiori restrizioni per parte della Puglia e per la Bat, arriva l'ok del ministro Speranza Maggiori restrizioni per parte della Puglia e per la Bat, arriva l'ok del ministro Speranza Sarebbe stato positivo il parere espresso dal ministro della Salute rispetto alla richiesta di Emiliano
1 La provincia Barletta-Andria-Trani rimarrà zona arancione? La provincia Barletta-Andria-Trani rimarrà zona arancione? Sui social la dichiarazione del presidente Emiliano: «Siamo a lavoro su un'ordinanza che mantenga in zona arancione le province di Foggia e Bat e parte dell'area Murgiana della città metropolitana di Bari»
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.