Ospedale Umberto I
Ospedale Umberto I
Servizi sociali

Un giorno di ordinaria follia nella Asl

Il caos di 27000 esenzioni ticket sanitario. Il solito collasso organizzativo

Il distretto socio-sanitario di Barletta è sotto assedio dal 1 aprile, il motivo è il rinnovo delle esenzioni da ticket sanitario dal pagamento di visite ed esami specialistici e per l'acquisto farmaci. Il 15 marzo, con grande lentezza, la Asl diffonde una nota regionale, avvisando che le esenzioni scadute il 31 marzo, vanno rinnovate. Inoltre, la Asl chiede la collaborazione dei medici di famiglia, affinchè verifichino se i pazienti fossero negli appositi elenchi degli esenti del Sistema Tessera Sanitaria.

Molti medici di famiglia non hanno collaborato, e il distretto socio-sanitario è invaso ogni mattina da centinaia di pazienti, molti dei quali anziani accompagnati da famigliari, in fila anche dalle 6 del mattino, in attesa del proprio turno con un talloncino numerato in mano. Ogni giorno possono essere smaltite le pratiche di 60 pazienti. La procedura d'esenzione inizia dalle 8.30 fino alle 12, chi non fa in tempo, è costretto a tornare il giorno seguente.

L'anno scorso sono state registrate circa 27000 esenzioni. Nel distretto socio-sanitario , gli uffici preposti al disbrigo delle esenzioni sono quattro, ma gli impiegati addetti sono due, dato che gli altri devono occuparsi di altre pratiche. Per smaltire la situazione, era stato disposto che i Caf (Centri per assistenza fiscale), dovessero raccogliere i moduli di richieste di esenzione ticket dei pazienti. In realtà i Caf non raccolgono nulla, poiché rimandano tutte le richieste e i pazienti al distretto socio-sanitario.

Al secondo piano del distretto socio - sanitario, tanti cittadini in fila, facce stanche e rassegnate. Rivolgo qualche domanda a Michele, 75 anni.

Signor Michele, da che ora è in fila?
«Sono in fila dalle 7.30, ma c'è chi è in fila dalle 6, per prendere il talloncino numerato».

In cosa consiste il ritiro del talloncino numerato?
«In teoria, bisognerebbe ritirare il talloncino numerato alle 8, in realtà la gente viene anche alle 5 o alle 6 per lasciare il proprio nome su un registro, aspettano le 8, ritirano il talloncino numerato, e si mettono in fila».

Sono le 11, lei è stanco di aspettare in fila dalle 7.30?
«Sono abbastanza stanco, ma resisto, sono rassegnato, le regole sono queste e vanno rispettate. Purtroppo ci sono donne che fisicamente non possono resistere molto all'attesa del proprio turno, eppure sono qui, non possono fare altro che aspettare».
Cittadini in fila per l'esenzione ticket
  • Asl
  • Intervista
  • Tommaso Francavilla
Altri contenuti a tema
2 Luigi Fruscio nuovo direttore amministrativo della Asl Bari Luigi Fruscio nuovo direttore amministrativo della Asl Bari Il manager barlettano è stato scelto dal dg Sanguedolce
Francesco Pannofino al “Curci” di Barletta: «Il teatro è emozione» - L’INTERVISTA Francesco Pannofino al “Curci” di Barletta: «Il teatro è emozione» - L’INTERVISTA L’attore interpreta Vincenzo Cantone nello spettacolo “Mine Vaganti” di Ferzan Ozpetek
Alessandro Delle Donne: «Lascio l'Asl Bt dopo un percorso di crescita verticale» Alessandro Delle Donne: «Lascio l'Asl Bt dopo un percorso di crescita verticale» Il messaggio in vista dell'incarico di Direttore Generale dell'Irccs Oncologico di Bari
Lettori digitali, come insegnare la bellezza della lettura ai giovani Lettori digitali, come insegnare la bellezza della lettura ai giovani Intervista allo scrittore e preside (in pensione) barlettano Giuseppe Lagrasta, autore del libro "Come educare il lettore digitale"
1 Conte Spagnoletti Zeuli: «Agricoltura prima industria in Puglia. Siccità? Bisogna tesorizzare l'acqua» Conte Spagnoletti Zeuli: «Agricoltura prima industria in Puglia. Siccità? Bisogna tesorizzare l'acqua» La seconda parte dell'intervista al Presidente emerito di Confagricoltura e leader dell'associazione RESTART
Esther, la nuova wave della Trap viene da Barletta Esther, la nuova wave della Trap viene da Barletta Vent'anni, tanta voglia di comunicare e il successo che attraversa le varie piattaforme digitali
3 Alessandro Delle Donne, il dg Asl Bt Commissario straordinario a Bari Alessandro Delle Donne, il dg Asl Bt Commissario straordinario a Bari Delle Donne era stato nominato Direttore Generale della Asl Bt dalla Giunta della Regione Puglia nel 2018
4 Ex Palazzo Poste, intervista esclusiva all'avvocato Maurizio Savasta Ex Palazzo Poste, intervista esclusiva all'avvocato Maurizio Savasta «Nessuno scandalo in un progetto concertato sull’intera piazza che unisca la ristrutturazione del fabbricato alla valorizzazione ed alla memoria»
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.