Colazione in giardino
Colazione in giardino
La città

"Colazione in giardino" vola a Washington, Italia Nostra non ci sta

Polemiche sulla mostra in programma da novembre negli States

Una opportunità di visibilità per i capolavori del più famoso artista barlettano, ma anche un depauperamento per il percorso espositivo della Pinacoteca di Barletta. Non è stata accolta con massimo entusiasmo la decisione deliberata dalla giunta comunale lo scorso 27 luglio di concedere un cospicuo prestito delle opere di Giuseppe De Nittis per una mostra dal titolo "De Nittis, Manet, Degas, Caillebotte: un'amicizia tra artisti, presso The Phillips Collection in Washington", calendarizzata a partire dal 15 novembre 2022 al 29 gennaio 2023.

Ben 32 quadri, tra cui la celebre "Colazione in giardino" ma anche altre opere fortemente identitarie dell'artista come "Alle corse di Auteuil - Sulla seggiola", "Il salotto della Principessa Matilde", "Passa il treno", voleranno dunque presumibilmente dal prossimo ottobre in direzione USA, lasciando indubbiamente un vistoso vuoto nelle sale di Palazzo di Marra.

Contraria è la posizione della sezione di "Italia Nostra" di Barletta, che auspicava invece un prestito ridotto per stimolare magari i turisti d'oltreoceano a recarsi in visita a Barletta per ammirare il resto della collezione.

«Siamo consapevoli che il prestito di opere d'arte contribuisce alla conoscenza e valorizzazione del patrimonio artistico e che la cooperazione fra Enti nazionali e internazionali è preziosa - si legge nella nota - Ci chiediamo, però, a fronte dell'elevato numero di opere in prestito, fra l'altro fra le più rappresentative di tutta la nostra collezione, se sono stati considerati, da un lato, i rischi connessi ad un prestito oltreoceano e dall'altro l'assetto della nostra Pinacoteca nel periodo in cui le opere non saranno disponibili, presumibilmente dalla metà di ottobre 2022 alla fine di febbraio 2023.

Infatti un prestito di opere così consistente è destinato a impoverire per un lungo periodo la Pinacoteca De Nittis, che perderà ogni motivo di interesse per i visitatori. E' un criterio generale della gestione dei musei considerare attentamente gli effetti dell'assenza temporanea delle opere sugli equilibri del museo stesso. Generalmente i musei non prestano le opere strettamente identitarie, mentre nel nostro caso le opere più importanti saranno tutte prestate con l'eccezione dell'Autoritratto e di Giornata d'Inverno. Se l'intento dell'Amministrazione è quello di far conoscere la nostra Collezione al pubblico americano, bastava concedere un numero limitato di opere per stimolare la curiosità e indurre il pubblico a recarsi a Barletta per ammirare tutto il resto: così, invece, l'avranno abbondantemente soddisfatta.

Ci piacerebbe conoscere l'entità dei prestiti degli altri Musei che parteciperanno a questa mostra. L'unica nota positiva è che rispetto alle precedenti esperienze di prestito questa volta i pastelli sono stati risparmiati. Ci chiediamo, inoltre, se la Soprintendenza e la Direzione Generale dei Musei abbiano valutato adeguatamente le implicazioni di questa operazione» concludono i referenti.
  • Giuseppe De Nittis
Altri contenuti a tema
1 Puglia, sempre più internazionale con De Nittis protagonista a Washington Puglia, sempre più internazionale con De Nittis protagonista a Washington «Siamo a Washington dove si incontrano i De Nittis di tutto il mondo»
1 Cannito a Washington per accompagnare De Nittis Cannito a Washington per accompagnare De Nittis Si è svolta negli Stati Uniti la presentazione della mostra dedicata al pittore barlettano
Riapre la pinacoteca De Nittis nel suo nuovo allestimento Riapre la pinacoteca De Nittis nel suo nuovo allestimento Le opere concesse in prestito alla Phillips Collection sono state sostituite con altri quadri della Collezione De Nittis
14 Il prestito dei De Nittis a Washington: «Un’occasione mancata» Il prestito dei De Nittis a Washington: «Un’occasione mancata» Italia Nostra: «Un prestito così ampio e consistente è eccessivo e controproducente»
De Nittis vola in America: la Pinacoteca resterà chiusa dal 26 al 30 ottobre De Nittis vola in America: la Pinacoteca resterà chiusa dal 26 al 30 ottobre Le opere sono state selezionate per l'esposizione "An italian impressionist in Paris: Giuseppe De Nittis",
«Ma quanto vale la collezione De Nittis a Palazzo della Marra?» «Ma quanto vale la collezione De Nittis a Palazzo della Marra?» Una nota del giornalista barlettano Nino Vinella
De Nittis va a Washington, «poi venite a vederlo a Palazzo della Marra» De Nittis va a Washington, «poi venite a vederlo a Palazzo della Marra» Presentata a Barletta la mostra che inizierà dal 12 novembre al "The Phillips Collection"
1 De Nittis ambasciatore di Barletta e della Puglia negli USA De Nittis ambasciatore di Barletta e della Puglia negli USA Presentata a Roma la mostra "An Italian Impressionist in Paris: Giuseppe De Nittis"
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.