Monnezza
Monnezza
La città

Chi almeno una volta nella vita non è stato barlettano?

Strane scoperte in via Dimiccoli

Barletta ultima frontiera. Ancora una volta bisogna indignarsi e non solo. Far qualcosa bisogna, con forza, senza cedere all'indifferenza civile e sociale.

Per non far passare il messaggio che noi barlettani siamo accidiosi di fronte ad una situazione, oppure coltivatori ed estimatori del detto «l'hanno fatto gli altri, io sono forse il più beota?».

Questo detto di getto, e già basterebbe. Ma abbiamo detto che bisogna far qualcosa, iniziamo con un po' di informazione: anche questa non deve essere dimenticata in luogo di facili strali spesso inascoltati e ancor più spesso "rituali" quasi come fossero una posa.

E informazione sia. E non siamo vaghi.

Via Dimiccoli, angolo riconoscibile. Numero civico 67, dunque ancora più riconoscibile. Due cassonetti, già una volta incendiati (a Barletta è una sorta di "tagliando"), di un verdone che ispira fiducia. Accanto uno di quelli più simpatici e probi, quelli gialli per la plastica. Un ambiente che già a descriverlo sembra bucolico, che ci mancano solo un paio di randagi che giocano felici per essere stucchevole (tranquilli, ci sono anche quelli, ma questa è un'altra favola) . E in questa cinguettante calma, l'ampio marciapiede mostra la sua sorpresa finale. Cumuli.

Cumuli? Magari nembi? O forse cirrostrati (tipici del cielo cosiddetto "a pecorelle") per concludere una visione quasi impressionistica dell'ambiente? Cumuli di pensieri che dopo questa descrizione invadono l'ignaro passante, perso in una sua elucubrazione sulla barlettanità?

Cumuli di MONNEZZA.

E mi si perdoni il grassetto e il maiuscolo, tanto poco giornalistici se usati per far sensazione. Qui l'unica cosa sensazionale è questa grande, smisurata, gargantuesca quantità di MONNEZZA, tanta da bloccare il passaggio. Tentate solo di immaginare, poi smettete e guardate le fotografie in basso. Neppure con la fantasia di un attivista di Greenpeace potreste arrivare a tanto e sappiate anche che la monnezza, in questo scenario che da bucolico diventa veroscientifico, ha ormai vinto. Non si può passare! Se si vuol proseguire bisogna fare il giro largo. E' barlettanità anche questo, non solo il dialetto nobile, il recupero storico, le cento chiese o la disfida.

Vergogna, per chi è stato. Non nascondiamoci dietro un dito. Qualcuno sarà stato. E se chi legge non lo è, si domandasse «io cosa avrei fatto?».

Possiamo fare due cose. La prima è leggere quanto qui scritto, voltare pagina e aspettare che il tempo, gran medico, tramite la plasticità del nostro cervello ci faccia dimenticare (è facile basta non pensarci, in fondo ci sono così tante cose da fare). La seconda è migliore della prima.

Vergogna per chi è stato, anzi. Vergogna, anche per noi. Siamo stati tutti barlettani almeno una volta nella vita.
9 fotoMonnezza in via Dimiccoli
Monnezza in via DimiccoliMonnezza in via DimiccoliMonnezza in via DimiccoliMonnezza in via DimiccoliMonnezza in via DimiccoliMonnezza in via DimiccoliMonnezza in via DimiccoliMonnezza in via DimiccoliMonnezza in via Dimiccoli
  • Disagio per i cittadini
  • Barlettanità
  • Viabilità
  • Monnezza
Altri contenuti a tema
6 Parcheggio selvaggio vicino allo stadio per la domenica del calcio barlettano Parcheggio selvaggio vicino allo stadio per la domenica del calcio barlettano Tante le automobili lungo le vie nei pressi del "Puttilli"
"Barlettabile Giochi senza frontiere", a Barletta cambio della viabilità "Barlettabile Giochi senza frontiere", a Barletta cambio della viabilità L’ordinanza dirigenziale dell’ufficio traffico
4 Viale Marconi, incrocio pericoloso Viale Marconi, incrocio pericoloso «Il segnale di STOP non è ben visibile e non viene rispettato»
4 Buio in via Libertà, «la sera costretti a camminare con le torce del telefonino» Buio in via Libertà, «la sera costretti a camminare con le torce del telefonino» Segnalazione dei residenti per una situazione che si protrae da tempo
1 Lavori in via Diaz: istituito il divieto di sosta Lavori in via Diaz: istituito il divieto di sosta Lo stabilisce un’ordinanza dirigenziale dell’Ufficio Tecnico del Traffico
8 Notte di San Lorenzo a Barletta: ritorno all’inciviltà Notte di San Lorenzo a Barletta: ritorno all’inciviltà Dal successo del Jova Beach al solito scempio dei carrelli della spesa rubati e delle pedane di legno abbandonate
Ecco le strade interdette al traffico per il Jova Beach Party Ecco le strade interdette al traffico per il Jova Beach Party Da questa mattina nell'area a ridosso dell'evento è disposto il divieto di circolazione veicolare
10 Jova Beach Party 2022, ecco come sarà organizzata la viabilità Jova Beach Party 2022, ecco come sarà organizzata la viabilità Ordinanza firmata dal dirigente Filannino, è tutto pronto
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.