Bossoli su Via Canosa
Bossoli su Via Canosa
Cronaca Aggiornamenti in Diretta

Assalto al portavalori, scontro a fuoco su Via Canosa

Intercettato sull’A16 da malviventi, subito scappati verso Barletta. Bloccati dai Carabinieri, si danno con dei complici a precipitosa fuga

Si conclude su di un guard rail l'azione criminosa, quasi da film, di un gruppo di temerari ben informati. Monitorati gli spostamenti di un furgone portavalori, stamane hanno intercettato il pesante e blindato mezzo sull'autostrada A16 a poca distanza dell'uscita di Canosa di Puglia. L'auto dei criminali, era un grande Volkswagen Tuareg di colore nero in buone condizioni, probabilmente rubato (sono in corso indagini sulla visura di motorizzazione della targa per risalire al proprietario). Il suv, una volta affiancato il portavalori, ha tentato di provocarne il blocco allo scopo di scassinarlo. Ignoto il prezioso carico tuttora al vaglio della Scientifica.

Non è andato a buon fine l'assalto: il furgone portavalori è ora fermo in una piazzola di sosta sull'A16 nelle vicinanze del sinistro; probabilmente non è in condizioni di riprendere la marcia. Subito dopo l'assalto, è iniziata una fuga rocambolesca e ben organizzata dei malviventi. Subito hanno guadagnato l'uscita dal casello dirigendosi verso il vicinissimo svincolo per Barletta.

L'organizzazione sembrava perfetta, tranne per la finalizzazione del furto. Infatti sulla SS.93 (prosecuzione della via Canosa di Barletta), arteria che collega il comune di San Sabino e di Boemondo al capoluogo della Bat, dei complici in altre due auto attendevano il Tuareg per far salire a bordo gli assaltatori e sfuggire verso Barletta. Il Volkswagen è stato abbandonato ancora in corsa. I militari sono subito accorsi sull'allarme satellitare del portavalori, riuscendo ad incrociare i malviventi in precipitosa fuga.

La scena del crimine, come visibile nelle immagini dei fotografi di Barlettalife, conserva ancora bossoli esplosi di arma da fuoco e si nota l'auto dei ladri abbandonata e lanciata verso il laterale guard rail. I banditi pur inseguiti hanno fatto perdere le loro tracce; probabilmente hanno imbucato il raccordo verso la ss16 bis in direzione Bari o Foggia, a 6 Km dal luogo dello scontro a fuoco. Convergono sul posto, per dirimere il traffico e preservare la scena, la Polizia di Canosa di Puglia, altre volanti dei Carabinieri di Barletta, Anas, Aci, Polizia penitenziaria, Pronto intervento del 118.

Al vaglio della Scientifica, dinamica e luogo. Aggiornamenti nei prossimi minuti.

Aggiornamento
Il furgone portavalori è stato assaltato alle 07.30 di stamane ed è tutt'ora fermo presso la stazione di servizio "Canne della Battaglia" nelle vicinanze del casello autostradale "Canosa di Puglia". Durante il suo viaggio è stato intercettato da un mezzo pesante dei malviventi assieme ad altre tre auto (di cui due identificate dagli inquirenti, una Volkswagen Tuareg e un'Audi A6 che tutt'ora non risultano rubate). Gli occupanti avevano il volto coperto e usavano fucili e pistole per intimare al furgone Portavalori della Securpol di Fosso (VE) proveniente da Caivano in provincia di Napoli di fermarsi. Le guardie giurate hanno risposto al fuoco difendendo il carico e riuscendo a mettere in fuga i criminali. Uno di essi quasi certamente è stato ferito, tant'è che le forze dell'ordine hanno prontamente allertato i nosocomi del circondario.

Aggiornamento
I bossoli, che come da foto sono stati ritrovati sull'asfalto della SS.93 (prosecuzione di via Canosa) nelle strette vicinanze del Volkswagen Tuareg sono inesplosi e si riferiscono al munizionamento che i banditi trasportavano nell'abitacolo del Suv.

Aggiornamento
Nessuna segnalazione dagli ospedali del circondario a riguardo dell'eventuale assaltatore ferito, si continua ad indagare sentendo anche le guardie giurate. Confermato dunque lo scontro a fuoco a difesa del carico, ma il Tuareg ai nostri occhi non presentava segni di colpi esplosi verso la carrozzeria.
26 fotoAssalto al portavalori, scontro a fuoco su Via Canosa
Assalto al portavaloriAssalto al portavaloriAssalto al portavaloriAssalto al portavaloriAssalto al portavaloriAssalto al portavaloriAssalto al portavaloriAssalto al portavaloriAssalto al portavaloriAssalto al portavaloriAssalto al portavaloriAssalto al portavaloriAssalto al portavaloriAssalto al portavaloriScontro a fuoco su Via CanosaScontro a fuoco su Via CanosaScontro a fuoco su Via CanosaScontro a fuoco su Via CanosaScontro a fuoco su Via CanosaScontro a fuoco su Via CanosaScontro a fuoco su Via CanosaScontro a fuoco su Via CanosaScontro a fuoco su Via CanosaScontro a fuoco su Via CanosaScontro a fuoco su Via CanosaScontro a fuoco su Via Canosa
  • Carabinieri
  • Rapina
  • Scontro a fuoco
Altri contenuti a tema
Scoperta piantagione di marijuana alla foce dell'Ofanto Scoperta piantagione di marijuana alla foce dell'Ofanto Arrestati due giovani di Canosa di Puglia
1 Omicidio a Margherita di Savoia, indagato un minorenne di Barletta Omicidio a Margherita di Savoia, indagato un minorenne di Barletta Il coltello utilizzato è stato sequestrato dai Carabinieri
Incidente mortale a Ferragosto, il carabiniere barlettano era Eugenio Cosco Incidente mortale a Ferragosto, il carabiniere barlettano era Eugenio Cosco L'uomo, di 41 anni, lascia moglie e due figli
Movida più sicura, continuano i controlli dei Carabinieri a Barletta Movida più sicura, continuano i controlli dei Carabinieri a Barletta Predisposto anche un servizio contro il fenomeno dei furti d'auto
In panne a Barletta Sud chiedono aiuto, ma era una messinscena per rapinare un Tir In panne a Barletta Sud chiedono aiuto, ma era una messinscena per rapinare un Tir Sequestrato l'autista del mezzo, liberato solo in serata a Cerignola. Indaga il Commissariato di Barletta
Malamovida, controlli dei Carabinieri nel centro di Barletta Malamovida, controlli dei Carabinieri nel centro di Barletta Ispezionati alcuni esercizi commerciali ed elevate sanzioni al Codice della Strada
Truffe agli anziani, i consigli dei Carabinieri di Barletta Truffe agli anziani, i consigli dei Carabinieri di Barletta Quattro gli incontri promossi dai militari dell’Arma a Barletta, Trinitapoli, San Ferdinando di Puglia e Margherita di Savoia
Oltre 4mila posti per Carabinieri: la presentazione della domanda Oltre 4mila posti per Carabinieri: la presentazione della domanda Fino all’11 agosto è possibile presentare la domanda attraverso il portale dei Carabinieri
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.