Clochard
Clochard
La città

Un anno fa Hamed moriva di freddo a Barletta, il ricordo in città il 20 febbraio

L'iniziativa commemorativa dell'Ambulatorio popolare

«Hamed era un bracciante agricolo di origine africana, uno dei tantissimi che anche a Barletta, per pochi euro e al nero, lavorano nelle campagne degli italiani in condizioni di gravissimo sfruttamento imposte loro dai proprietari dei terreni e dai loro caporali. Raccolta dell'uva, degli ortaggi e delle olive, ciclicamente, anno dopo anno, nella assenza di qualsiasi tutela, nella assenza dello Stato, della Regione e del Comune». Dopo un anno dalla morte di Hamed, l'Ambulatorio popolare di Barletta lo ricorda così.

«La notte, per queste persone, si passa all'addiaccio, sotto qualche coperta o rifugiati in tenda, quando va bene. Le tende sono molto fatte di stracci o teloni di plastica tesi su aste in ferro o pali in legno: condizioni igieniche e sanitarie drammaticamente inesistenti, protezione dal freddo prossima allo zero. Tende allestite nelle periferie, per non farsi vedere da nessuna e nessuno, nelle campagne o in spiaggia, o nella ex Cartiera di Barletta, o allo scalo merci della Stazione ferroviaria, o nel fabbricato dell'ex Anagrafe in Via Cialdini oppure in quello dell'ex Stazione teleferica di Barletta sulla Litoranea di ponente, a cui si riferiscono le foto allegate a questo post e in cui Hamed aveva deciso di rifugiarsi.

Hamed, invisibile forse più di tutti gli altri, una tenda nemmeno l'aveva, si riposava adagiandosi su un muretto di cemento coprendosi con coperte che forse erano riuscite a riscaldarlo gli altri giorni: ma non il 15 febbraio 2021. Moriva così, moriva di freddo a Barletta, dopo che la pioggia incessante nei giorni precedenti aveva allagato tutto il fabbricato rendendo persino impossibile l'accensione di un focolare, l'unica fonte di riscaldamento per lui e tutti gli altri invisibili della ex Stazione teleferica di Barletta, e non solo. E questo si verifica ogni anno, si verifica sempre.

Noi non vogliamo e non dobbiamo dimenticare Hamed, noi non vogliamo e non dobbiamo dimenticare tutte le persone sfruttate, reiette ed emarginate. Chiamiamoci tutte e tutti domenica 20 febbraio 2022, alle ore 10:00, proprio presso il fabbricato della ex Stazione delle teleferica di Barletta, per un evento commemorativo, partecipato con la comunità islamica cittadina, in ricordo di Hamed Saki e in solidarietà con tutte le persone che il sistema ha costretto ad una vita di stenti, di sfruttamento e di povertà, e che da quel sistema dovrebbero essere affrancate ed emancipate. Per Hamed Saki, in ricordo di una persona che non deve essere dimenticata».
  • senza tetto
  • Ambulatorio popolare
Altri contenuti a tema
Ciottoli raccolti durante la pulizia dello stagno Ciottoli raccolti durante la pulizia dello stagno L'appello del presidente dell'Ambulatorio popolare di Barletta, Cosimo D. Matteucci
«Hanno rubato il nostro alberello di mimose» «Hanno rubato il nostro alberello di mimose» La denuncia dell'Ambulatorio popolare di Barletta
Partito da Barletta un nuovo carico di beni di prima necessità per l'Ucraina Partito da Barletta un nuovo carico di beni di prima necessità per l'Ucraina Riprende dunque la raccolta organizzata dall'Ambulatorio popolare di Barletta
Appello ai cittadini: alla ricerca di mezzi per trasportare gli aiuti umanitari Appello ai cittadini: alla ricerca di mezzi per trasportare gli aiuti umanitari La destinazione è il centro di stoccaggio a Bari
Da Barletta a Sant'Agata per l'Ucraina: parte il primo autobus con gli aiuti umanitari Da Barletta a Sant'Agata per l'Ucraina: parte il primo autobus con gli aiuti umanitari Il messaggio di Cosimo D. Matteucci
Appello alla pace, da Barletta il volo di palloncini per l'Ucraina Appello alla pace, da Barletta il volo di palloncini per l'Ucraina L'iniziativa lanciata dall'Ambulatorio popolare: appuntamento domani in Piazza Plebiscito
Sportello popolare del lavoro: per trovare e offrire occasioni di lavoro Sportello popolare del lavoro: per trovare e offrire occasioni di lavoro L'iniziativa dell'Ambulatorio Popolare di Barletta
1 Da domani stop alla raccolta per prepararsi alla partenza per l'Ucraina Da domani stop alla raccolta per prepararsi alla partenza per l'Ucraina La raccolta riprenderà dopo pochi giorni
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.