Madonna dello Sterpeto
Madonna dello Sterpeto
Religioni

Torna a Barletta Maria: torna la Madre della concordia!

Considerazioni di don Francesco Fruscio

«Per i barlettani dire 1° Maggio significa dire Madonna dello Sterpeto! E Barletta è Civitas Mariae proprio perché da sempre nel DNA dei barlettani vi è la grande devozione alla Madre di Dio. Quest'anno, dopo due anni di restrizioni da covid 19, accoglieremo la nostra Vergine dello Sterpeto, con maggiore devozione e amore. Arriverà in città la nostra Protettrice, ricordando le parole della Sacra Scrittura incise sulla pala marmorea dell'altare maggiore dell'antico Santuario: "Protegam civitatem istam et ero vobis in praesidium" ("io proteggerò questa città e sarò per voi una difesa").

In questi giorni, mi chiedevo: tornando a Barletta, Maria Santissima chi incontrerà? Incontrerà la "Bella Barletta", come più volte ci ha ricordato il nostro Arcivescovo Leonardo. La Barletta dei lavoratori, onesti e instancabili, capaci di riedificare l'imprenditoria sulle macerie del coronavirus. Maria incontrerà adolescenti e giovani innamorati della cultura e dell'arte, cercatori della sapienza attraverso percorsi di ricerca musicale, teatrale, letteraria. Maria incontrerà giovani e adulti che attraverso lo sport imparano l'arte della disciplina e della costanza, della competizione nel rispetto delle regole. Maria incontrerà uomini e donne impegnati nel volontariato, nell'attenzione al prossimo.

Ma, ahimè, incontrerà Barletta spaventata e segnata dal covid19, dal lockdown che, se pur essenzialmente necessario, ha provocato in molti la sindrome della capanna o del prigioniero, ossia la paura di uscire e lasciare la propria abitazione. Maria Santissima incontrerà i figli turbati da una guerra che ogni giorno ci mette davanti agli occhi stragi efferate e atroci crudeltà compiute tra le persone.

Maria Santissima arrivando in città incontrerà una comunità segnata da sangue versato e giovani vite infrante dalla prepotenza e dalla violenza. Ella, la Madre, incontrerà le famiglie di Claudio Lasala assassinato, di Michele Cilli scomparso e di Giuseppe Tupputi assassinato. E tutto questo in pochi mesi! Maria incontrerà alcuni adolescenti che emulano gli atteggiamenti della serie Tv Gomorra o che spesso sono irritabili, eccessivi, aggressivi.

Diciamoci la verità, tutto questo ci spaventa e interroga le istituzioni di ogni genere e grado a intervenire. E lo stanno facendo in un'azione sìnergica. Eh si, Sìnergia! La sinergia è il frutto della concordia tra gli uomini. Lasciatemi un attimo immaginare l'arrivo della Vergine Maria quest'anno a Barletta e l'esultanza dei barlettani che esclamano: "E' arrivata la Madonna, la Madre della concordia!". Solo Maria è capace di raccogliere tutti i suoi figli e tante volte lo ripetiamo: "mettici sotto il tuo manto" e cioè: "sotto la tua protezione dove cercheremo rifugio" in questi momenti vacillanti e dolorosi. In questo mese di Maggio, Maria ci incontra per introdurci nel Cenacolo in preghiera, in riflessione e revisione di vita, ma soprattutto in attesa del dono dello Spirito Santo.

Stringiamoci tutti attorno a Maria e chiediamo a Lei la forza, il coraggio di riprendere a vivere nella pienezza. Nel libro degli Atti degli Apostoli si legge: "Avrete forza dallo Spirito Santo che scenderà su di voi e mi sarete testimoni a Gerusalemme, in tutta la Giudea e la Sammaria e fino ai confini della terra" (At 1, 8). Intorno a Maria si stabilisce una concordia, speranza degli Apostoli e di tutti i credenti in Cristo perché con la sua azione e intercessione avvicina e prepara a ricevere il dono dello Spirito nell'anima di coloro che ad essa si affidano con fiducia. Maria è Madre della concordia! In quanto piena di grazia, Ella converte i cuori liberandoli dalla paura, dal dubbio, dall'angoscia, dall'agonia, dall'incertezza per una fede convinta, vissuta e testimoniata nel quotidiano grazie anche al suo esempio.

Maria è al centro della preghiera di chi invoca, perché come dice San Bernardo nel Paradiso Dantesco: "in te misericordia, in te pietate, in te magnificenza, in te s'aduna quantunque in creatura è di bontade".

Benvenuta tra noi Maria Santissima dello Sterpeto, Madre della concordia!».

Don Francesco Fruscio, Arciprete della Basilica Concattedrale di Santa Maria
  • 1 maggio
  • Maria Santissima dello Sterpeto
Altri contenuti a tema
Mese Mariano: Maria dello Sterpeto, nostra Madre, torna a casa Mese Mariano: Maria dello Sterpeto, nostra Madre, torna a casa «Maria è sempre con noi, pronta a proteggerci e a proteggere la Sua città!»
La Madonna dello Sterpeto torna al suo Santuario La Madonna dello Sterpeto torna al suo Santuario Si chiudono oggi le celebrazioni per il Mese Mariano
«La Vergine Maria esempio mirabile di concordia» «La Vergine Maria esempio mirabile di concordia» Le parole di don Vincenzo Misuriello per il mese mariano a Barletta
Un murale per la Madonna dello Sterpeto, appello alla visita per i turisti Un murale per la Madonna dello Sterpeto, appello alla visita per i turisti L'opera, voluta da "Barlett e Avest", è stata realizzata dall'artista barlettano Borgiac
«Chiediamo alla Madonna dello Sterpeto che ci aiuti a comprendere che la vera ricchezza sono le persone» «Chiediamo alla Madonna dello Sterpeto che ci aiuti a comprendere che la vera ricchezza sono le persone» L'omelia dell'arcivescovo D'Ascenzo in occasione della Traslazione dell’icona della Madonna dello Sterpeto
Primo maggio, a Barletta la Cgil ricorda le lavoratrici morte nel 2011 Primo maggio, a Barletta la Cgil ricorda le lavoratrici morte nel 2011 Momento di riflessione in via Roma questa mattina
Primo maggio, il sindaco di Barletta: «Ripartiamo dal lavoro» Primo maggio, il sindaco di Barletta: «Ripartiamo dal lavoro» Il messaggio del primo cittadino per la festa dei lavoratori
Attività aperte il 1° maggio, ma «si stenta a comprendere il principio della facoltà di scelta» Attività aperte il 1° maggio, ma «si stenta a comprendere il principio della facoltà di scelta» La nota di Mario Landriscina, direttore Confesercenti Bat
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.