Tennis in carrozzina
Tennis in carrozzina
Eventi

Tennis in carrozzina: tra inclusione e autoironia al Circolo Tennis “Hugo Simmen”

«Non ci sono più scuse. Si può giocare a tennis in questo circolo o in altri più piccoli»

Mercoledì 13 aprile 2022, presso il Circolo Tennis "Hugo Simmen", con l'occasione dell'evento Open Città della Disfida, è stata lanciata l'iniziativa del tennis in carrozzina perchè può diventare consueto lo sport contro ogni barriera, basta solo preparare il borsone e avere un buon maestro.

Il tennis in carrozzina nasce in California, grazie a un giovane sciatore free style di nome Brand Parks. È esploso velocemente tanto che il coordinatore nazionale del settore Wheelchair, Gianluca Vignali, lo ha definito un fenomeno in continua crescita e: «È molto importante questa manifestazione perchè fare sport è anche conoscenza e cioè conoscere che è possibile far sport. Ci sono maestri specializzati e pronti ad accogliere le persone disabili. La Federazione Italiana Tennis ha investito tantissimo per questo, risolvendo tante problematiche con l'aiuto di partnership con l'azienda Lab 3.11 e con Decathlon.

Non ci sono più scuse. Si può giocare a tennis in questo circolo o in altri più piccoli».Lo sport diventa vettore di inclusione, di apertura delle porte superando la marginalità in cui spesso la società rifugia le persone con disabilità. Diventa espressione di se stessi e delle proprie capacità. D'altronde è un diritto sancito anche con la Carta Internazionale dello Sport e dell'Educazione Fisica dell'UNESCO, la Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità. Quest'ultima, ratificata in Italia nel 2009, esplicita il diritto di accedere alla cultura e allo sport.

Così i tre partecipanti con tanta autoironia, sotto il sole caldo del primo pomeriggio, hanno fatto dei limiti un argomento di scherzo, ponendolo al centro della loro socialità. Preparati, impegnati e instancabili hanno fatto sport per due ore continue. Per loro è stato molto naturale nonostante fosse la prima esperienza, ma pensiamo a chi non ha ancora accettato la carrozzina e a quanto lo sport possa essere la vera spinta ad accettare la nuova vita su le due ruote.
La regola? L'unica differenza rispetto al tennis dei normodotati è la possibilità di colpire la palla anche al secondo rimbalzo. Un chiaro esempio di come le regole non vengono facilitate o semplificate e come le difficoltà iniziali in realtà, non sono poi limiti così grossi.
8 fotoTennis in carrozzina
IMGIMGIMGIMGIMGIMGIMGIMG
  • tennis
  • Circolo Tennis "Hugo Simmen"
Altri contenuti a tema
Tennis, la Bat nella finale del torneo tra province. Crescente: «Una partecipazione storica» Tennis, la Bat nella finale del torneo tra province. Crescente: «Una partecipazione storica» Il commento della neo assessora allo sport che oggi pomeriggio saluterà la squadra
Tennis: il piccolo barlettano Michele Piazzolla non si ferma più Tennis: il piccolo barlettano Michele Piazzolla non si ferma più Barletta sogna un nuovo futuro campione
Circolo Tennis Barletta, nuova vittoria nel campionato nazionale serie B1 Circolo Tennis Barletta, nuova vittoria nel campionato nazionale serie B1 Prossimo impegno il 2 giugno in casa contro il C.T Scaligero Verona
Challenger ATP “Città della Disfida”, trionfa il 25enne portoghese Nuno Borges Challenger ATP “Città della Disfida”, trionfa il 25enne portoghese Nuno Borges È il suo primo trofeo in carriera. Secondo il serbo Miljan Zekic
Challenger ATP “Città della Disfida”, sarà finale tra Nuno Borges e Zekic Challenger ATP “Città della Disfida”, sarà finale tra Nuno Borges e Zekic La coppia russa Karlovskiy-Tiurnev vince il torneo di doppio. Si arresta in semifinale la corsa del 18enne Luca Nardi
1 Tennis, il 18enne Luca Nardi vola in semifinale a Barletta Tennis, il 18enne Luca Nardi vola in semifinale a Barletta Domani Nardi affronterà il serbo Zekic
Challenger ATP “Città della Disfida”: Darderi cede a Nuno Borges, mentre Kolar si aggiudica la battaglia contro Sels Challenger ATP “Città della Disfida”: Darderi cede a Nuno Borges, mentre Kolar si aggiudica la battaglia contro Sels Nell’attesa del match Nardi-Blancaneaux, completato il quadro delle semifinali e della finale di doppio
Challenger ATP “Città della Disfida”, terza giornata: due italiani ai quarti di finale Challenger ATP “Città della Disfida”, terza giornata: due italiani ai quarti di finale Luca Nardi (ritiro di Copil), e Luciano Darderi, al termine di una battaglia contro il francese Couacaud, tengono ancora vive le speranze tricolore
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.