1° maggio barletta via roma
1° maggio barletta via roma
Scuola e Lavoro

Primo maggio, a Barletta la Cgil ricorda le lavoratrici morte nel 2011

Momento di riflessione in via Roma questa mattina

«La provincia di Barletta Andria Trani presenta il più basso livello di sviluppo della Puglia e uno dei più bassi delle province del Mezzogiorno. Una conclusione alla quale si arriva analizzando una serie criticità ma che contiene anche in sé una sfida da cogliere: risalire la china partendo da alcuni di potenziali inespressi di cui questo territorio detiene i primati: l'agroalimentare e turismo per creare anche nuove opportunità occupazione lavoro. Ma bisogna considerare che stiamo vivendo l'epoca, anche a causa del Covid, del lavoro che cambia e delle trasformazioni tecnologiche stanno avendo conseguenze anche sulla qualità stessa del lavoro».

La riflessione in occasione del 1° maggio è del segretario generale della Cgil Bat, Biagio D'Alberto, a margine delle commemorazioni che si sono svolte a Bisceglie e ad Andria con gli omaggi alla figura di Giuseppe Di Vittorio davanti ai due monumenti che campeggiano in piazza Vittorio Emanuele II a Bisceglie e davanti alla Camera del lavoro ad Andria.

Nella mattinata, inoltre, si è svolto anche un incontro a Barletta davanti alla nuova Camera del lavoro e poi un momento di riflessione in via Roma, il luogo dove il 3 ottobre del 2011 crollò la palazzina e morirono cinque giovani donne. A Trani i vertici della Camera del lavoro hanno deposto un mazzo di fiori sotto la targa in piazza Cesare Battisti ricordando i caduti sul lavoro
1° maggio a Barletta1° maggio a Barletta
«Siamo di fronte ad un nuovo modo di produrre e commercializzare beni e servizi – prosegue D'Alberto - che sta però cambiando le dinamiche del mercato del lavoro e la vita sociale dei lavoratori. Trasformazioni guidate dall'intreccio tra digitalizzazione e innovazione. C'è anche un'altra sfida che è quella della sostenibilità sociale dentro il nuovo sistema economiche che crea nuova ricchezza e maggiore benessere: chi prima riesce a cogliere le opportunità della transizione e il vantaggio offerto delle nuove tecnologie avrà più e chance e così le aziende potranno creare nuovi posti di lavoro.

Bisogna capire però come governare questi cambiamenti nel senso che se lasciamo che avvengano in maniera 'spontanea' potranno portare a un peggioramento della situazione occupazionale perché spingere le imprese verso l'innovazione tecnologica e verso la cultura digitale determina inevitabili cambiamenti sulla qualità e sulla quantità del lavoro e quindi sulla vita sociale delle persone.

Questi processi non vanno lasciati all'organizzazione individuale delle aziende ma è necessario regolarli con le relazioni sindacali e contrattuali, accordi che salvaguardino le condizioni sociali del lavoratore soprattutto perché in questa fase la creazione delle nuove attività spesso priva gli addetti della copertura previdenziale e della regolamentazione della stessa attività.

Nuovi servizi generano nuovi posti di lavori ma anche purtroppo impoverimento degli strumenti di tutela fondamentali, la sfida è salvaguardarli e proteggerli. Ed è l'impegno che prendiamo in questo 1° maggio, in questa festa del lavoro che cambia», conclude il segretario generale della Cgil Bat.
  • Cgil
  • 1 maggio
Altri contenuti a tema
Asp Regina Margherita di Barletta, la Cgil: «Ora si predisponga un piano di risanamento finanziario» Asp Regina Margherita di Barletta, la Cgil: «Ora si predisponga un piano di risanamento finanziario» «Necessaria una cooperazione leale e virtuosa tra Comune di Barletta e Regione Puglia»
Risorse Pnrr, Cgil Bat: «La carenza di organico rende difficile gestire progetti» Risorse Pnrr, Cgil Bat: «La carenza di organico rende difficile gestire progetti» Ileana Remini e Biagio D’Alberto chiedono deroghe sulle assunzioni soprattutto per i Comuni in dissesto e pre-dissesto
Cgil Bat, organizzata un'assemblea pubblica per giovedì 22 luglio a Barletta Cgil Bat, organizzata un'assemblea pubblica per giovedì 22 luglio a Barletta Si discuterà anche sul futuro di casa Regina Margherita
Presidio provinciale in Prefettura a Barletta per lo sciopero del 30 giugno Presidio provinciale in Prefettura a Barletta per lo sciopero del 30 giugno Allo sciopero si aggiungono anche il settore elettrico e quello del gas e dell'acqua, oltre quello del ciclo dei rifiuti
Diritti in marineria, la Flai Cgil torna a incontrare i pescatori Diritti in marineria, la Flai Cgil torna a incontrare i pescatori «Serve un ammortizzatore sociale strutturato, altrimenti settore sempre più alla deriva»
Aggressione dipendente Bar.S.A. a Barletta: «Rispetto per questi addetti» Aggressione dipendente Bar.S.A. a Barletta: «Rispetto per questi addetti» L'intervento del sindacato Cgil della provincia Bat
Una piattaforma per l'antifascismo, l'iniziativa parte da Barletta Una piattaforma per l'antifascismo, l'iniziativa parte da Barletta Domani si svolgerà la presentazione di questa iniziativa che riunisce diverse organizzazioni
Assistenza domiciliare integrata, assemblea davanti al Comune di Barletta Assistenza domiciliare integrata, assemblea davanti al Comune di Barletta FP Cgil Bat: «La Martina 2000 rispetti la regolarità nel pagamento degli stipendi, il Comune intervenga»
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.