Firma patti per la sicurezza urbana
Firma patti per la sicurezza urbana
Istituzionale

Più sicurezza a Barletta, Trani e Bisceglie. Vito Crimi per la firma dell’accordo

Sono stati firmati questa mattina presso la Prefettura di Barletta-Andria-Trani e dinanzi al viceministro dell’Interno, i patti per la sicurezza urbana

«Sicurezza è libertà perché solo aumentando la sicurezza può aumentare la libertà». Sono le parole che il vice ministro dell'Interno, Vito Crimi, ha detto questa mattina in occasione della firma dei Patti sulla sicurezza urbana per i Comuni di Barletta, Trani e Bisceglie.Ad impegnarsi non sono solo le istituzioni, ma anche la società civile nel solco di un principio di partecipazione con le associazioni di categoria per ridurre il disagio sociale ed eliminare le aree di degrado e di illegalità, impegnando maggiormente le Polizie Locali sul territorio.

Quattro i capi di cui si compongono i tre patti che prevedono svariati interventi di prevenzione della criminalità. Tra questi, l'implementazione di impianti di videosorveglianza, non solo di proprietà comunale, ma anche degli operatori economici delle città, che saranno collegati alle centrali operative delle forze dell'ordine.

A monitorare i risultati conseguiti sarà una cabina di regia istituita in Prefettura che si riunirà semestralmente. Saranno i singoli Comuni ad individuare le aree urbane che necessitano di particolari interventi di sicurezza intervenendo con azioni di miglioramento dell'illuminazione pubblica, misure a tutela del patrimonio immobiliare e di prevenzione dalle occupazioni abusive, regolamentazione della vendita di alcolici, sino ad arrivare ad attività di prevenzione del fenomeno dell'evasione fiscale, all'attuazione di servizi di polizia stradale in ambito urbano, ad interventi a favore dell'inclusione sociale e all'adozione di modelli di prevenzione del rischio di infiltrazioni criminali nella pubblica amministrazione. Verrà istituito presso la Prefettura, inoltre, un apposito tavolo di monitoraggio per il contrasto al lavoro irregolare.

E sulle elezioni regionali in Puglia, il capo politico ad interim del Movimento 5 Stelle fa un pronostico: «Antonella Laricchia sarà la prima donna presidente in Puglia. Se cambiamento deve essere – ha aggiunto – il cambiamento è Antonella Laricchia». Nessun commento, invece, su un alleanza post elezioni con Michele Emiliano.
  • Provincia Barletta-Andria-Trani
  • Sicurezza
  • Prefettura
Altri contenuti a tema
Truffe agli anziani: il progetto del Comune di Barletta per contrastarlo Truffe agli anziani: il progetto del Comune di Barletta per contrastarlo Questa mattina la conferenza stampa con il Prefetto Valiante
Truffe agli anziani, domani conferenza in Prefettura a Barletta Truffe agli anziani, domani conferenza in Prefettura a Barletta Sarà presentato il progetto del Comune di Barletta “L’apparenza inganna”
Cinque assaltatori colpiscono banca di Barletta Cinque assaltatori colpiscono banca di Barletta Il tentativo di sfondamento è avvenuto ieri notte in via Regina Margherita
A Barletta cerimonia per il 75° anniversario della Repubblica Italiana A Barletta cerimonia per il 75° anniversario della Repubblica Italiana Domani il programma degli appuntamenti in Prefettura e Piazza Caduti
Stragi nei luoghi di lavoro, i sindacati incontrano il Prefetto della Bat Stragi nei luoghi di lavoro, i sindacati incontrano il Prefetto della Bat Venerdì mattina, Cgil, Cisl e Uil hanno tenuto presidio sotto il palazzo di governo
Giornata internazionale dei bambini scomparsi, trend nazionale anche in Puglia Giornata internazionale dei bambini scomparsi, trend nazionale anche in Puglia Ieri in Prefettura una tavola rotonda per un momento di analisi
Stop alle stragi nei luoghi di lavoro, a Barletta sit in davanti alla Prefettura Stop alle stragi nei luoghi di lavoro, a Barletta sit in davanti alla Prefettura La mobilitazione il 28 maggio alle 9
Strage di Capaci, a Barletta un lenzuolo bianco davanti alla sede della Prefettura Strage di Capaci, a Barletta un lenzuolo bianco davanti alla sede della Prefettura «Un gesto simbolico per onorare la memoria di donne e uomini che hanno sacrificato la propria vita per servire lo Stato e le Istituzioni»
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.