Whatsapp
Whatsapp
Cronaca

Inviavano in chat materiale pornografico a minorenni: identificato un 20enne barlettano

Identificati altri quattro ragazzi, tutti minorenni, tra cui uno di Andria

C'è anche un 20enne di Barletta tra i creatori del gruppo whatsapp di cui erano membri dei bambini ai quali veniva inviato materiale pornografico con l'escamotage di condividere informazioni sui alcuni videogiochi. Insieme al giovane barlettano a gestire il gruppo, erano anche quattro minorenni tra cui un 15enne di Andria, due ragazzi di Bologna e uno di Melfi.

Identificati dagli agenti del commissariato di Gallipoli, i giovani sono stati denunciati alla Procura di Lecce con le accuse, a vario titolo - riporta l'agenzia di stampa Ansa - di pornografia minorile, detenzione di materiale pornografico e minacce, con l'aggravante di aver commesso i reati nei confronti di minori di 14 anni.

Le indagini sono state avviate grazie ai genitori di uno dei bambini coinvolti nel gruppo whatsapp che hanno scoperto nella chat del proprio figlio foto di scene violente e che istigavano al suicidio.

Fonte: Ansa
Elezioni Amministrative 2022
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
  • Indagini
Altri contenuti a tema
Omicidio Cilli, interrogatori nel carcere di Trani Omicidio Cilli, interrogatori nel carcere di Trani Secondo l'ipotesi degli inquirenti, il corpo di Cilli sarebbe stato distrutto
Fotografie pedopornografiche in chat, nei guai 22enne di Barletta Fotografie pedopornografiche in chat, nei guai 22enne di Barletta Le indagini erano partite dalla denuncia dei genitori di un bambino di quinta elementare
Gara d'appalto a Corato, Caracciolo iscritto nel registro degli indagati Gara d'appalto a Corato, Caracciolo iscritto nel registro degli indagati Perquisizioni nella sede della Regione Puglia e al Comune di Barletta
Strage ferroviaria, indagini concluse e avvisi di garanzia per 19 persone Strage ferroviaria, indagini concluse e avvisi di garanzia per 19 persone Tra gli indagati anche un dirigente del Ministero
2 Omicidio Pellizzieri, tre indagati tornano in libertà Omicidio Pellizzieri, tre indagati tornano in libertà Il quarto resta in carcere: la sparatoria avvenne a Piazza Divittorio nel 2012
Morte dell'avvocato Casale, nessun colpevole Morte dell'avvocato Casale, nessun colpevole Il professionista 52enne perse la vita per cause naturali
1 Indagini dopo l'abbattimento degli ulivi nell'ex Cartiera Indagini dopo l'abbattimento degli ulivi nell'ex Cartiera Il primo report è stato trasmesso al Comando Carabinieri Forestali di Bari
Barletta sotto inchiesta, «amministrazione da rottamare» Barletta sotto inchiesta, «amministrazione da rottamare» Le opposizioni: «Chiediamo le dimissioni di chi ha determinato questo sfascio»
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.