Elezioni
Elezioni
Politica

Elezioni: ok sull'operato del Pd Barletta e l'intervento di Cascella

«Siamo contenti di questa decisione, proseguiamo ancora più convinti nel nostro percorso»

«La Commissione Nazionale di Garanzia ha riconosciuto il corretto operato del circolo del Partito Democratico di Barletta, rigettando l'ultimo tentativo di far naufragare il progetto che stiamo faticosamente costruendo attorno alla nostra candidata sindaco Santa Scommegna - afferma la segretaria cittadina del Pd, Rosa Cascella - Siamo contenti di questa decisione, proseguiamo ancora più convinti nel nostro percorso».

La Commissione nazionale di Garanzia, riunitasi in via telematica in data 21/04/2022, visto il ricorso di Ruggiero Mennea del 4 aprile 2022; premesso che:
• Il ricorrente denuncia la mancata applicazione dell'art. 24 dello Statuto del PD da parte della Segreteria cittadina in riferimento alle prossime elezioni amministrative nel Comune di Barletta, chiedendo l'indizione delle primarie per la scelta del candidato Sindaco;

• Il ricorrente, inoltre, denuncia la non conformità della coalizione di cui ha inteso far parte il PD di Barletta con le disposizioni indicate dal Responsabile nazionale Enti Locali e dal Coordinatore della Segreteria nazionale e chiede – di conseguenza – l'annullamento della decisione del Segretario regionale pro-tempore e della Segretaria del PD Barletta relativa alla formazione della coalizione non autorizzata dalla Segreteria nazionale e la comminazione della sanzione della revoca dell'incarico di Segretario regionale e Segretario cittadino.

Si rileva quanto segue:
1) In merito ai motivi di ricorso attinenti la violazione della linea politica nazionale, questa Commissione ritiene che trattasi di motivazioni squisitamente politiche e pertanto non ravvisa gli estremi per la comminazione di una sanzione disciplinare a carico del Segretario regionale della Puglia e della Segretaria cittadina di Barletta. Invero, il Segretario nazionale, qualora ritenesse che vi siano i presupposti statutari, ha la facoltà di azionare i poteri sostitutivi indicati all'art. 23 dello Statuto del PD.

2) In merito alla mancata applicazione dell'art. 24 dello Statuto del PD, il ricorso è infondato. L'art. 24 stabilisce che i candidati alla carica di Sindaco e di Presidente regione vengono scelti attraverso il ricorso alle primarie di coalizione.

A tale regola sono previste esclusivamente due eccezioni:
1) lo svolgimento di primarie di partito quando il PD si presenta alle elezioni senza una coalizione;
2) la scelta di un metodo diverso dalle primarie per la selezione del candidato Sindaco, concordato con la coalizione, che però deve essere approvato con il voto favorevole dei tre quinti dei componenti dell'Assemblea del livello territoriale corrispondente.

Nel caso del Comune di Barletta, in cui è costituito un solo Circolo e non è costituita l'Unione comunale ai sensi dell'art. 18 dello Statuto del PD, non esiste l'Assemblea quale organismo assembleare elettivo e pertanto in questo caso – come in tutti i casi in cui in un comune sia costituito un solo Circolo – per Assemblea va inteso l'Assemblea degli iscritti. A Barletta il candidato Sindaco scelto dal PD locale con la coalizione di cui fa parte non è stato selezionato con il metodo delle primarie, ma come si evince dal verbale prodotto dalla Segretaria del Circolo, il locale Direttivo ha inizialmente deliberato in data 21/02/2022 la scelta di un metodo diverso concordato con la coalizione e successivamente tale decisione è stata ratificata dagli iscritti (come da sottoscrizioni depositate dalla Segretaria cittadina in data 20/04/2022) con la maggioranza prescritta dall'art. 24, comma 4, dello Statuto del PD. Tanto premesso, per tutti i motivi esposti in narrativa

DELIBERA


Il rigetto del presente ricorso.

La Presidente della Commissione nazionale di Garanzia Silvia Velo.

La risposta di Ruggiero Mennea


"La Commissione nazionale di Garanzia del Partito Democratico, nel decidere sul mio ricorso, ha affermato il principio che avevo invocato, e cioè che per utilizzare un metodo diverso dalle primarie per scegliere il candidato sindaco, è necessario che si esprima favorevolmente il 60% degli iscritti
al PD di Barletta". Così interviene il Consigliere regionale RuggieroMennea. "Infatti - prosegue Mennea - al momento della presentazione del mio ricorso era stato scelto dal PD locale un candidato sindaco in violazione delle norme dello Statuto e solo grazie al mio ricorso la Segretaria ha sottoposto a ratifica postuma degli iscritti una decisione che sarebbe stata assunta non si sa ancora bene da chi". "Rispetto la decisione della Garanzia nazionale, pur non condividendola", conclude il Consigliere
Mennea, "ma non lascerò nulla di intentato per far ristabilire il rispetto delle regole del mio partito, che più volte sono state calpestate, sia a Barletta che in Puglia. Per questo motivo sarà la giustizia ordinaria a
pronunciarsi in merito alle violazioni statutarie commesse dal PD locale e sulla veridicità della documentazione prodotta a posteriori dalla Segretaria cittadina".
  • PD
Speciale Elezioni Amministrative Barletta 2022

Elezioni amministrative 2022

Barletta al voto per il nuovo sindaco: tutte le notizie su BarlettaViva

208 contenuti
Altri contenuti a tema
PD Barletta: «Il Comune non aveva accennato ad alcuna necessità di eventuali aumenti della TARI» PD Barletta: «Il Comune non aveva accennato ad alcuna necessità di eventuali aumenti della TARI» «Attendiamo risposte dal Sindaco Cannito e da chi vorrà e potrà rilasciare dichiarazioni sul tema a nome di Bar.S.A.»
7 PD Barletta, sabato la conferenza stampa per "Progetto strada x strada" PD Barletta, sabato la conferenza stampa per "Progetto strada x strada" Il prossimo mercoledì (21 settembre) partiranno i lavori di rifacimento del manto stradale cittadino
2 Il PD di Barletta chiede le dimissioni di Cianci dalla Bar.S.A. Il PD di Barletta chiede le dimissioni di Cianci dalla Bar.S.A. «Tempi e modi della giustizia incompatibili con un ruolo di vertice in una municipalizzata»
1 Il Pd di Barletta sulle liste, Cascella: «Grave non candidare Assuntela Messina» Il Pd di Barletta sulle liste, Cascella: «Grave non candidare Assuntela Messina» La sezione cittadina del Partito democratico critica le scelte nazionali
Politiche 2022, i candidati del Pd nella Bat: da Vurchio a Ferrante, da Ciliento a Boccia Politiche 2022, i candidati del Pd nella Bat: da Vurchio a Ferrante, da Ciliento a Boccia I nomi emersi dopo il confronto al Nazareno attendono solo di essere ufficializzati
PD Barletta: «Con la prima bocciatura dell’ex assessore Gianfrancesco, si è avverato qualcosa che avevamo previsto» PD Barletta: «Con la prima bocciatura dell’ex assessore Gianfrancesco, si è avverato qualcosa che avevamo previsto» «La scelta degli assessori non tiene conto delle competenze, delle esperienze personali, della formazione»
Il sindaco Cannito vara la nuova giunta: ecco i nomi Il sindaco Cannito vara la nuova giunta: ecco i nomi Vicesindaco l'avvocato Dileo, quattro le donne in squadra
Analisi Comunali Barletta 2022: la “scelta” di Carmine Analisi Comunali Barletta 2022: la “scelta” di Carmine «Siamo sicuri che la scelta di Doronzo al ballottaggio non sia stata per nulla facile»
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.