Assuntela Messina. <span>Foto Mario Sculco</span>
Assuntela Messina. Foto Mario Sculco
Politica

La senatrice di Barletta Assuntela Messina non sarà ricandidata dal Pd

Emiliano: «A causa della riduzione del numero dei parlamentari non è stato possibile per Enrico Letta trovare una collocazione migliore»

È senza dubbio la senatrice Assuntela Messina la grande assente del nostro territorio tra i candidati e le candidate nelle liste del Partito democratico. In vista delle elezioni politiche del prossimo 25 settembre, infatti, la segreteria nazionale del Pd ha definito tutte le candidature per la Camera e per il Senato lasciando a casa Messina, eletta nel 2018 al Senato della Repubblica e nominata nel 2021 sottosegretario di Stato al Ministero dell'innovazione tecnologica e la transizione digitale per il governo guidato da Mario Draghi.
Il suo incarico tra i banchi del governo fa riflettere sul suo mancato inserimento nelle liste del Pd. Nessun commento è stato ancora rilasciato dalla diretta interessata, ma poco fa il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha detto: «Dispiace molto per la vicenda della senatrice Assuntela Messina, sottosegretaria competente e attiva del Governo Draghi - ha scritto Emiliano in un lungo comunicato stampa in merito alle candidature del Pd - la cui non ricandidatura in posizione utile nei listini bloccati rappresenta una grave perdita per la Puglia, ma purtroppo a causa della riduzione del numero dei parlamentari non è stato possibile per Enrico Letta trovare una collocazione migliore. Assieme a Michele Bordo - ha aggiunto il governatore pugliese - costituirà una riserva di competenza e prestigio per le sfide che la Regione Puglia dovrà affrontare in futuro».

Se questa è l'unica spiegazione fornita finora, non si sono fatte attendere ipotesi alternative come quella di chi sostiene che Messina avrebbe rifiutato un secondo posto nel listino di Foggia, subito dietro il vice presidente della Regione Puglia, Raffaele Piemontese.

Le candidature sono arrivate dopo «un intenso e incessante lavoro di ascolto e analisi - ha aggiunto Emiliano -. Un lavoro non semplice, quello fatto dalla segreteria nazionale, di sintesi e composizione del quadro, un lavoro che suscita grandi speranze ma anche qualche amarezza, non potendo essere soddisfatte in questo passaggio tutte le legittime aspirazioni. La cosa certa è che dalla Puglia, dai territori, siamo pronti a fare la nostra parte per far conoscere il programma di governo del Pd, per costruire intorno ad esso partecipazione e condivisione e per contribuire al rafforzamento dei valori che il programma racchiude e che trovano fondamento nella nostra Costituzione repubblicana».
  • Partito Democratico
  • Assuntela Messina
Altri contenuti a tema
11 «Il rispetto istituzionale si dimostra innanzitutto nei confronti delle opposizioni» «Il rispetto istituzionale si dimostra innanzitutto nei confronti delle opposizioni» Non si arresta lo scontro tra Cannito e PD
Calcinacci nell’atrio del plesso Rodari dell'istituto "Mennea" Calcinacci nell’atrio del plesso Rodari dell'istituto "Mennea" La denuncia dei consiglieri comunali del PD
17 «Scuole a pezzi, emergenza assoluta», l'appello del PD Barletta «Scuole a pezzi, emergenza assoluta», l'appello del PD Barletta Intervengono i consiglieri Cascella, Caracciolo, Dipaola e Paolillo
Elezioni, a causa dei riconteggi non scatta il seggio per Marcello Lanotte Elezioni, a causa dei riconteggi non scatta il seggio per Marcello Lanotte Un seggio in meno per il nostro collegio plurinominale alla Camera
29 L’inaspettata (ma neanche tanto) rinascita del M5S a Barletta e in tutto il Sud L’inaspettata (ma neanche tanto) rinascita del M5S a Barletta e in tutto il Sud Rimonta grillina figlia del nuovo corso e della popolarità di Conte, altro che Reddito di Cittadinanza
TARI, continua l'attacco del PD: «Molti elementi sollevano perplessità» TARI, continua l'attacco del PD: «Molti elementi sollevano perplessità» La nota dei consiglieri Cascella, Caracciolo, Dipaola e Paolillo: «Non scaricare su soggetti terzi come AGER le inefficienze e le contraddizioni di questa amministrazione»
Barletta avrà due parlamentari: sono Dario Damiani e Marcello Lanotte Barletta avrà due parlamentari: sono Dario Damiani e Marcello Lanotte Damiani riconfermato al Senato, nulla da fare per Stella Mele (Fratelli d'Italia)
Elezioni, conteggi plurinominali: chi saranno i barlettani in Parlamento Elezioni, conteggi plurinominali: chi saranno i barlettani in Parlamento Per Damiani e Lanotte manca solo l'ufficialità, in bilico Stella Mele
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.