Comune di Barletta
Comune di Barletta
Politica

Analisi Comunali Barletta 2022: la “scelta” di Carmine

«Siamo sicuri che la scelta di Doronzo al ballottaggio non sia stata per nulla facile»

Da quando nei primi anni Novanta la politica italiana si è messa in testa di scimmiottare, naturalmente in peggio, quella anglosassone, il dibattito ad ogni livello sulla "cosa pubblica" è diventato una sorta di reality show nel quale i cittadini-elettori vengono sistematicamente aizzati contro questo o quel politico, in una sorta di curva Nord contro curva Sud dove a tutto si bada tranne che ai contenuti. Uno scontro al calor bianco tra l'altro sapientemente alimentato proprio da coloro i quali da anni ci propinano la colossale bufala secondo la quale "destra" e "sinistra" sarebbero concetti ormai superati, come se capitale e lavoro fossero ormai un'unica informe e acritica entità, e non invece due mondi, due concetti sempre più distinti e distanti.

Capita così che a Barletta uno come Carmine Doronzo, di cui tutto si può discutere fuorchè le granitiche posizioni politiche, passi in pochissimi giorni dalla soddisfazione per l'ottimo risultato fatto registrare al primo turno delle comunali, al sovraccarico di tensioni e polemiche riguardanti l'ormai celebre "apparentamento" al ballottaggio con le liste che appoggiavano Santa Scommegna. Tensioni e polemiche che, è bene ricordare e sottolineare, avrebbero quasi sicuramente investito il candidato di Coalizione Civica anche in caso di mancato "apparentamento" con la Scommegna, in quanto una eventuale terzietà al ballottaggio da parte di Carmine Doronzo e delle sue liste avrebbe "favorito le destre".

Ed è così che Doronzo si è trovato, non certo per colpe sue, nella paradossale situazione di essere da un lato il potenziale ago della bilancia al ballottaggio, e dall'altro nella condizione di trovarsi intrappolato di fronte all'alternativa tra due "scelte sbagliate": l'una, comunque la si pensi, per rispettabili motivi ideologici; l'altra, dovuta al livello di impopolarità raggiunto negli anni dal centrosinistra barlettano, del quale abbiamo recentemente scritto.

E proprio per i motivi sopraelencati siamo sicuri che la scelta di Doronzo al ballottaggio non sia stata per nulla facile e che alla fine egli abbia optato per una dolorosa coerenza, riproponendo a PD e satelliti - come del resto già fatto ai tempi di Pasquale Cascella - una giunta di alto profilo.

Come poi andarono le cose al tempo dell'amministrazione guidata dall'ex portavoce di Giorgio Napolitano è noto a tutti: con assessori di "alto profilo" che per svariati motivi fuggivano a gambe levate dopo pochi mesi; e con Carmine Doronzo e Maria Campese (allora consiglieri di SEL) che passarono dal sostegno a Cascella alla più feroce delle opposizioni.

Forse anche tutto questo è stato alla base del mezzo ammutinamento al ballottaggio da parte di molti che al primo turno avevano sostenuto con convinzione la candidatura di Carmine Doronzo, la cui massima colpa in fin dei conti è stata quella di provare a credere, da uomo di sinistra, in un centrosinistra diverso. E questo, nel paese che vive la politica come il derby Roma-Lazio del celebre film di Pippo Franco, ma che nel contempo crede a chi dice che "destra" e "sinistra" non ci sono più, evidentemente per molti non è accettabile.
Speciale Elezioni Amministrative Barletta 2022

Elezioni amministrative 2022

Barletta al voto per il nuovo sindaco: tutte le notizie su BarlettaViva

208 contenuti
Altri contenuti a tema
Il sindaco Cannito vara la nuova giunta: ecco i nomi Il sindaco Cannito vara la nuova giunta: ecco i nomi Vicesindaco l'avvocato Dileo, quattro le donne in squadra
1 Dagli anni d’oro di Salerno alla debàcle del 26 giugno Dagli anni d’oro di Salerno alla debàcle del 26 giugno Come il centrosinistra di Barletta è riuscito nel tempo a dilapidare un patrimonio di consensi
3 «Cronaca di una morte annunciata», continua l'attacco di Mennea al PD «Cronaca di una morte annunciata», continua l'attacco di Mennea al PD Il consigliere sulla sconfitta al ballottaggio: «Totale fallimento delle segreterie regionale e cittadina»
Cosimo Cannito è ufficialmente il nuovo Sindaco di Barletta Cosimo Cannito è ufficialmente il nuovo Sindaco di Barletta Avvenuta la proclamazione a Palazzo della Marra, «questa fascia comporta emozioni e responsabilità»
Rumors sulla giunta Cannito bis, chi saranno i nuovi assessori a Barletta? Rumors sulla giunta Cannito bis, chi saranno i nuovi assessori a Barletta? Il sindaco cerca di far quadrare i conti, manca poco alla scadenza
Elezioni amministrative 2022, ottimi risultati per BarlettaViva Elezioni amministrative 2022, ottimi risultati per BarlettaViva Un proficuo lavoro di squadra gestito dalle redazioni del network Viva nelle città al voto
«I barlettani vogliono ora vedere all'opera la nuova amministrazione cittadina» «I barlettani vogliono ora vedere all'opera la nuova amministrazione cittadina» Il commento al voto di Carmela Peschechera: «Decisivo il fattore dell'intelligenza emotiva»
22 «Non basta la somma dei singoli consensi per fare l’anima di una coalizione» «Non basta la somma dei singoli consensi per fare l’anima di una coalizione» L'analisi del voto secondo Rosa Cascella (PD): «L'apparentamento? Giusto nella sostanza ma sbagliato nei tempi»
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.