Ruggiero Mennea
Ruggiero Mennea
Politica

«Cronaca di una morte annunciata», continua l'attacco di Mennea al PD

Il consigliere sulla sconfitta al ballottaggio: «Totale fallimento delle segreterie regionale e cittadina»

"Cronaca di una morte annunciata". Esordisce così il Consigliere regionale Ruggiero Mennea, all'esito della sconfitta della candidata Santa Scommegna alle elezioni comunali di Barletta. "L'epilogo di questa competizione elettorale è stata la consegna a Mino Cannito della guida della città di Barletta da parte degli elettori, con un voto plebiscitario che mette drasticamente a nudo le clamorose, fallimentari e antistatutarie scelte politiche del PD barlettano e regionale."

"La formazione di una coalizione spuria, che aveva come unico comune denominatore la gestione del potere, la negazione delle primarie, previste dallo Statuto del PD e da me richieste pubblicamente, con la conseguente imposizione dall'alto di una candidata sindaco che il popolo del centrosinistra non ha mai sentito "sua", l'aver imbarcato nella lista del PD transfughi del centrodestra e personaggi che nulla hanno a che fare con i principi etici del nostro partito, sono le reali cause della sconfitta e mettono a nudo il totale fallimento e la totale inadeguatezza delle segreterie regionale e cittadina."

"Nemmeno un tardivo apparentamento con la sinistra, non compreso e non accettato dai nostri elettori, ha evitato che il neo-sindaco Cannito ottenesse addirittura duemila consensi in più del primo turno, malgrado il calo dell'affluenza", prosegue Mennea. "E a fronte di ciò, Santa Scommegna, che già al primo turno aveva ottenuto ben 2.750 voti in meno delle liste della sua coalizione grazie al meccanismo del voto disgiunto, al ballottaggio è stata completamente abbandonata, a dimostrazione che l'unico interesse dei candidati al Consiglio comunale di cui la segretaria Cascella va tanto fiera era quello di accaparrarsi quante più preferenze possibili al fine del raggiungimento di posizioni di potere personale".

"Avevo provato a denunciare questa deriva suicida, ma in cambio dal mio partito ho ricevuto solo accuse e scomuniche. Purtroppo sono stato un facile profeta. Amo il mio partito e sono sempre stato mosso dalla volontà di tutelarlo da OPA ostili e dall'incapacità di chi lo dirige a livello locale. Ora, dopo questa cocente sconfitta, mi auguro e mi aspetto le dimissioni dei responsabili ovvero che vengano presi provvedimenti politici da parte della Segreteria nazionale nei confronti di un ex segretario regionale che si aggrappa disperatamente ad un ruolo che non ha più e che nessuno gli riconosce più e nei confronti della segretaria cittadina, principale responsabile di tale disfatta e che ancora tenta di difendere l'indifendibile attraverso una sua personalissima e parzialissima analisi del voto di cui condivido solo la parte in cui afferma che ci dovranno essere nuove figure alla guida del partito. Il PD barlettano è risultato il primo partito malgrado il PD: non si può dimenticare, infatti, che a distanza di un anno e mezzo, rispetto alle elezioni regionali, ha perso 4.500 voti, che non potranno essere riconquistati continuando ad utilizzare il partito, gli iscritti e gli elettori come uno sterile votificio al servizio degli interessi del potente di turno".

"Ci attendono nei prossimi mesi sfide difficilissime, politiche ed elettorali – conclude Ruggiero Mennea – ed il PD ha necessità di ritrovare una vera guida democratica ed inclusiva, che gli consenta di tornare ad essere protagonista in Puglia, nella nostra provincia e a Barletta. Serve una rifondazione del nostro partito, all'insegna della legalità, della pluralità e della meritocrazia. In caso contrario, saremo condannati all'oblio".
  • Ruggiero Mennea
  • Partito Democratico
Speciale Elezioni Amministrative Barletta 2022

Elezioni amministrative 2022

Barletta al voto per il nuovo sindaco: tutte le notizie su BarlettaViva

208 contenuti
Altri contenuti a tema
Nuova sede Bar.S.A., PD Barletta chiede confronto in consiglio comunale Nuova sede Bar.S.A., PD Barletta chiede confronto in consiglio comunale Rosa Cascella: «Prima dell'aggiudicazione definitiva dell'immobile, doveroso coinvolgere il Consiglio»
Il sindaco Cannito vara la nuova giunta: ecco i nomi Il sindaco Cannito vara la nuova giunta: ecco i nomi Vicesindaco l'avvocato Dileo, quattro le donne in squadra
Analisi Comunali Barletta 2022: la “scelta” di Carmine Analisi Comunali Barletta 2022: la “scelta” di Carmine «Siamo sicuri che la scelta di Doronzo al ballottaggio non sia stata per nulla facile»
Collasso dei reparti di Pronto Soccorso, interviene il Consigliere Mennea Collasso dei reparti di Pronto Soccorso, interviene il Consigliere Mennea «L’unica soluzione possibile è trovare il modo per incrementare senza indugio il personale sanitario»
1 Dagli anni d’oro di Salerno alla debàcle del 26 giugno Dagli anni d’oro di Salerno alla debàcle del 26 giugno Come il centrosinistra di Barletta è riuscito nel tempo a dilapidare un patrimonio di consensi
Cosimo Cannito è ufficialmente il nuovo Sindaco di Barletta Cosimo Cannito è ufficialmente il nuovo Sindaco di Barletta Avvenuta la proclamazione a Palazzo della Marra, «questa fascia comporta emozioni e responsabilità»
Rumors sulla giunta Cannito bis, chi saranno i nuovi assessori a Barletta? Rumors sulla giunta Cannito bis, chi saranno i nuovi assessori a Barletta? Il sindaco cerca di far quadrare i conti, manca poco alla scadenza
Elezioni amministrative 2022, ottimi risultati per BarlettaViva Elezioni amministrative 2022, ottimi risultati per BarlettaViva Un proficuo lavoro di squadra gestito dalle redazioni del network Viva nelle città al voto
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.