Santa Scommegna
Santa Scommegna

Mancata conferma della dirigente Santa Scommegna: una voce di sostegno dal Consorzio Rosso Barletta

Una lettera alla redazione di Barlettalife

Il recente "divorzio" con il Comune di Barletta, i sassolini dolenti nelle scarpe e il futuro dell'amministrazione comunale: questi i temi fondanti dell'intervista rilasciata a Barlettalife.it nella giornata di ieri dalla ex-dirigente del Settore Politiche attive di sviluppo del Comune di Barletta, la dott.sssa Santa Scommegna. Ospite della nostra redazione, la Scommegna ha raccontato in una esclusiva intervista gli ultimi giorni prima del "defenestramento" suo e di altri tre dirigenti, tema sul quale abbiamo già sentito l'ingegnere Gaetano Pierro, e la sua reazione alla inattesa notizia, evidenziando alcune discrasie come l'assenza o quasi di donne nell'attuale giunta comunale. Tanti i commenti giunti in redazione, tra i quali una lettera di sostegno del Consorzio Rosso Barletta doc, che di seguito riportiamo.

«Il Consorzio per la tutela e la valorizzazione del vino Rosso Barletta doc, in rappresentanza degli operatori del settore e le cantine di Barletta, esprimere il proprio grazie alla dott.ssa Santa Scommegna, che per tanti anni ha diretto il settore delle attivita' produttive del Comune di Barletta. Grazie per la professionalita' e la capacita' di ascolto; per la tenacia nel perseguire gli obiettivi; per essere stata sempre un valido supporto alle nostre iniziative condividendo, suggerendo e sostenendo.. Grazie perche' da donna forte e preparata non si e' mai sottratta al confronto, talvolta aspro ma sempre costruttivo, con il mondo tipicamente maschile degli agricoltori. E tutti sanno quanto "forti" siano gli agricoltori barlettani. Grazie per l'attenzione rivolta ai nostri giovani. Grazie, insomma, per aver creduto in noi e nel nostro lavoro e resasi diligente attuatrice di un funzionale raccordo tra le esigenze espresse e la complessità del sistema della pubblica amministrazione.

Abbiamo fatto insieme un lungo percorso: ne abbiamo tratto beneficio. Vogliamo ricordare, alcune tra le diverse ed ultime cose realizzate: i corsi di formazione rivolti agli agricoltori: per la sicurezza sul posto di lavoro, per l'uso dei prodotti fitosanitari, per la commercializzazione dei prodotti agricoli; lo studio di fattibilita' per costituire l'organizzazione dei produttori, le partecipazioni al Vinitaly, le attivita' di promozione dei nostri vini, lo studio delle nuove tecniche per la protezione delle viti, ecc...».

Il consorzio per la tutela e la valorizzazione del vino rosso Barletta Doc. Franco Balestrucci
  • Amministrazione Comunale
  • Lettera aperta
Altri contenuti a tema
Gli amici di sempre ricordano Don Giuseppe Tupputi Gli amici di sempre ricordano Don Giuseppe Tupputi Una lettera in ricordo del parroco deceduto pochi giorni fa
Barletta Ricettiva si rivolge al sindaco: «Subito un tavolo permanente sulle criticità» Barletta Ricettiva si rivolge al sindaco: «Subito un tavolo permanente sulle criticità» Gli auguri al primo cittadino, poi l'appello alla risoluzione delle problematiche legate a decoro, sicurezza, abusivismo
Sostegni emergenza Covid, pubblicata la graduatoria Sostegni emergenza Covid, pubblicata la graduatoria Su oltre 2mila richieste pervenute, saranno 935 i nuclei che beneficeranno del contributo comunale
«Quanto vale la vita di una persona?» «Quanto vale la vita di una persona?» Una lettera aperta dopo il brutale omicidio di lunedì sera
«Cari futuri sindaci, spiegateci un po’ meglio questo turismo!» «Cari futuri sindaci, spiegateci un po’ meglio questo turismo!» Una lettera del perito agrario Giuseppe Dargenio
Riflessione dopo l'omicidio di Claudio Lasala, «vivere la città come comunità» Riflessione dopo l'omicidio di Claudio Lasala, «vivere la città come comunità» Lettera sul mondo giovanile e sulla necessità di nuove progettualità
«A 24 anni si deve avere il diritto di sognare, di divertirsi» «A 24 anni si deve avere il diritto di sognare, di divertirsi» Le lettere di due giovani barlettani, ragazzi come Claudio, e il loro appello alla città
Lettera aperta dopo la morte di Claudio Lasala, «mi sono rivisto in lui» Lettera aperta dopo la morte di Claudio Lasala, «mi sono rivisto in lui» Continuano le riflessioni dei cittadini
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.