Guardia Costiera Nave
Guardia Costiera Nave
Cronaca

Un gommone, senza persone a bordo, percorre 15 miglia

Operazione della Guardia Costiera di Barletta. L'equipaggio è stato misteriosamente sbalzato in mare

Aveva percorso una quindicina di miglia, da Margherita di Savoia a Manfredonia, senza nessuna persona a bordo, il gommone che si è impattato mercoledì sera sui massi di protezione alla cima del molo di Ponente, davanti agli occhi esterrefatti di alcuni giovani sipontini intenti a pescare. Lo scafo è stato visto avvicinarsi a gran velocità verso la scogliera intorno alle 19.45. Nel giro di pochi minuti l'impatto sulla diga frangiflutti della banchina che non ha provocato nessuna conseguenza per i pescatori dilettanti, allontanatisi per sicurezza dopo aver capito che le loro urla per richiamare l'attenzione di chiunque si trovasse a bordo, non potevano servire a nulla perché a bordo non c'era presenza umana.

Lo strano e inquietante episodio è stato segnalato alla sala operativa della Capitaneria di Porto di Manfredonia facendo scattare la procedura per le ricerche di uomo disperso in mare. Il comandante Antonino Zanghì, ravvisata la necessità di pianificare ricerche a più ampio raggio, provvedeva ad allertare le unità navali della Guardia di Finanza e dei Carabinieri nonché i mezzi nautici degli uffici della Guardia Costiera di Margherita di Savoia e Barletta. L'ispezione dello scafo fantasma ha permesso di ritrovare documenti e i telefoni cellulari dei due uomini, entrambi baresi, di cui s'era persa traccia. Il contatto telefonico con alcuni nominativi presenti in rubrica, ha permesso al personale della Capitaneria di acquisire informazioni utili al restringimento del campo delle ricerche alla zona di mare al largo di Margherita di Savoia, dove i due pescatori sportivi, L. C. del 1961 e R. C. del 1962, erano soliti effettuare battute di pesca alla traina.

A soccorrerli è stato l'equipaggio di un altro gommone avvistato da L.C. che ha raccolto tutte le forze residue per avvicinarsi a nuoto e urlare aiuto. Una volta portati a terra, il suo compagno che era in difficoltà per una ipotermia e crampi agli arti, è stato condotto per accertamenti in ospedale a Barletta, che ha lasciato in tarda serata per far rientro a Bari. Sulla vicenda, conclusasi felicemente, resta un alone di mistero. I due pescatori sportivi non hanno saputo spiegare cosa sia esattamente avvenuto nel giro di pochissimi istanti se non di essere stati sbalzati in mare per un improvviso e inspiegabile innalzamento della prua: "siamo stati fortunati, qualche Santo ci ha protetti".
Elezioni Amministrative 2022
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
  • Guardia Costiera
  • Margherita di Savoia
Altri contenuti a tema
«Una citta che vive sul mare è una città aperta e libera» «Una citta che vive sul mare è una città aperta e libera» Barletta celebra la Giornata del Mare 2022 con gli studenti delle scuole
Quaranta tonnellate di pesce sequestrato a Barletta dalla Guardia Costiera Quaranta tonnellate di pesce sequestrato a Barletta dalla Guardia Costiera L'operazione "Atlantide" ha riguardato diversi centri su scala nazionale
Sequestro costa sud di Barletta, i rifiuti verranno analizzati Sequestro costa sud di Barletta, i rifiuti verranno analizzati Al termine si valuterà l'eventuale messa in sicurezza e bonifica del sito
6 Rifiuti sulla costa di Barletta, zona Belvedere finisce sotto sequestro Rifiuti sulla costa di Barletta, zona Belvedere finisce sotto sequestro Erano stato trovate macerie edili, tra cui anche amianto
Cura riabilitativa post Covid alle Terme di Margherita di Savoia per tutti i pazienti Cura riabilitativa post Covid alle Terme di Margherita di Savoia per tutti i pazienti L'Asl Bt e l'Università degli Studi di Bari hanno attivato questo percorso in Puglia
Surfista in pericolo a Barletta soccorso dalla Guardia Costiera Surfista in pericolo a Barletta soccorso dalla Guardia Costiera L'uomo non riusciva a risalire a bordo della propria tavola
Ritrovata una pistola, potrebbe essere legata all'omicidio Palmitessa Ritrovata una pistola, potrebbe essere legata all'omicidio Palmitessa Il fatto avvenne a Margherita di Savoia lo scorso 20 aprile
"Mare Sicuro 2021": il via alle operazioni per promuovere la cultura del mare "Mare Sicuro 2021": il via alle operazioni per promuovere la cultura del mare Il progetto ha avuto inizio il 19 giugno ultimo scorso e continua tuttora
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.