Disastro ferroviario
Disastro ferroviario
Cronaca

Strage ferroviaria tra Andria e Corato, udienza rinviata al 13 maggio

Il disastro del 2016 provocò la morte di 23 persone

È stata rinviata al 13 maggio prossimo per il controesame delle difese dell'ing. Zallocco, consulente tecnico della Procura, l'udienza odierna del processo sul disastro ferroviario del 12 luglio 2016: a partire da quella data le udienze di quel processo (ne sono state calendarizzate 6 fino al prossimo mese di luglio) si terranno nella sede dell'auditorium intitolato a Mons. Pichierri nella nuova chiesa di San Magno a Trani.

Come si ricorderà, il processo era cominciato nell'aprile del 2019 nell'aula bunker del supercarcere di Trani, e nel corso di questi due anni era stato trasferito poi (per ragioni di spazio, e poi anche per le regole del distanziamento previste dalle norme anti Covid) nelle aule della Corte d'Assise del Tribunale di Trani e poi l'auditorium "Baglioni" di Andria. L'udienza odierna è stata dunque rinviata al 13 maggio prossimo, e si terrà nella nuova sede del complesso parrocchiale di San Magno, alle spalle della stazione ferroviaria di Trani.

Nel processo per il disastro del 12 luglio 2016, quando uno scontro frontale fra due convogli sulla tratta Andria-Corato della Ferrotramviaria provocò la morte di 23 persone e il ferimento di altri 51 passeggeri, sono imputate la Ferrotramviaria e altre 17 persone accusate a vario titolo di disastro ferroviario, omicidio colposo e lesioni gravi colpose, omissione dolosa di cautele, violazione delle norme sulla sicurezza sul lavoro e falso. Si sono costituite parti civili la Regione Puglia, i Comuni di Corato, Andria e Ruvo di Puglia, associazioni e familiari delle vittime.
  • Disastro ferroviario
Altri contenuti a tema
Strage ferroviaria, il grido di giustizia: «Sia fatta luce sulla tragedia» Strage ferroviaria, il grido di giustizia: «Sia fatta luce sulla tragedia» La nota del Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani
Michele, il barlettano morto nel disastro ferroviario. L'amico: «Si spendeva per gli altri» Michele, il barlettano morto nel disastro ferroviario. L'amico: «Si spendeva per gli altri» Le parole di Giovanni Ferrini a cinque anni dalla tragedia sulla Andria-Corato
Oggi 5 anni dal disastro ferroviario. Anche Barletta non dimentica quel 12 luglio 2016 Oggi 5 anni dal disastro ferroviario. Anche Barletta non dimentica quel 12 luglio 2016 Il barlettano Michele Corsini fu tra le vittime della tragedia. Il primo soccorritore: «Situazione mai vista prima»
Anniversario disastro ferroviario, in ricordo del barlettano Michele Corsini Anniversario disastro ferroviario, in ricordo del barlettano Michele Corsini Sarà celebrata lunedì una messa in commemorazione delle vittime della strage
Strage Bari Nord, il Covid ferma le udienze: si torna in aula ad aprile Strage Bari Nord, il Covid ferma le udienze: si torna in aula ad aprile Aula ritenuta inadeguata dai difensori degli imputati
Quattro anni dal disastro ferroviario, una messa in ricordo delle 23 vittime Quattro anni dal disastro ferroviario, una messa in ricordo delle 23 vittime Sabato alle 19.30 ad Andria, Mansi: «Siamo tutti bisognosi perché tutti siamo fragili»
1 12 luglio: una ferita che sanguina da tre anni 12 luglio: una ferita che sanguina da tre anni Tre anni fa la strage dei treni uccise 23 persone
Disastro ferroviario, messa di suffragio nel giorno del terzo anniversario Disastro ferroviario, messa di suffragio nel giorno del terzo anniversario Il vescovo di Andria Mansi: «Consola, o Padre, consola i familiari delle vittime»
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.