Guardia Costiera Nave
Guardia Costiera Nave
Cronaca

Spettacolare esplosione in mare, fatto brillare anche il secondo ordigno

La Marina militare aveva stimato la bomba in 1000 libbre. Stigmatizzato il falso avviso di annegamento

Il Nucleo SDAI della Marina Militare, con l'ausilio della Guardia Costiera di Barletta e della motovedetta CP539 di Locamare Trani e del gommone GC138, ha fatto brillare anche la bomba d'aereo tipo G.P. da 1000 libre (circa 460 chili di tritolo) trovata lungo la condotta sottomarina del depuratore comunale di Barletta, sulla litoranea di ponente. La stessa bomba è risultata, una volta sollevata con i palloni dal fondo, di potenza doppia rispetto a quanto il giorno prima ipotizzato.
Questo ordigno è stato fatto esplodere in corrispondenza della spiaggia libera dopo i lidi "Massawa" e "Mennea" a quasi 2 chilometri dalla costa dopo che era stato controllato che nella zona di propagazione dell'esplosione, calcolata dai militari specialisti sulla base di precise tabelle, non ci fosse nessuno.

Il mare forza 3 ed il notevole vento hanno reso difficili le operazioni e solo la perizia marinaresca ed il coraggio dei subacquei che hanno partecipato all'operazione ha evitato il peggio ovvero che l'ordigno scoppiasse nel rimorchio.
Anche nella seconda giornata i 16 militari complessivamente impiegati sono stati coordinati dal Capo Nucleo SDAI della Marina Militare Capitano di Fregata Giambattista Acquatico e dal Capo del Circondario Marittimo Tenente di Vascello Giuseppe Stola. Gli ordigni rinvenuti, come certificato dagli specialisti, erano pericolosi per la pubblica incolumità.

L'attività di bonifica, che non ha provocato alcun danno a persone e/o cose, è stata disturbata in mattinata da una segnalazione anonima al 115 dei Vigili del Fuoco, poi risultata infondata, circa la presenza di una persona dispersa sulla litoranea di ponente tra i lidi "I Ribelli" e "Kalos". In merito a quest'ultimo episodio la Guardia Costiera di Barletta ha avviato, con i Vigili del Fuoco, accertamenti per denunciare alla Procura della Repubblica per procurato allarme chi ha fatto la segnalazione ed invita a non adoperare i numeri di pubblica utilità, compreso il Numero Blu 1530, se non per segnalare emergenze effettivamente in atto. Nella foto allegate si può notare la differenza in altezza tra il gommone GC138 ed il monte d'acqua formatosi a seguito dell'esplosione.
10 fotoBrillato il secondo ordigno
Falso annegamento a BarlettaBrillato il secondo ordignoBrillato il secondo ordignoBrillato il secondo ordignoBrillato il secondo ordignoBrillato il secondo ordignoBrillato il secondo ordignoBrillato il secondo ordignoBrillato il secondo ordignoBrillato il secondo ordigno
  • Guardia Costiera
  • Ordigno esplosivo
Altri contenuti a tema
1 Sequestrati oltre 4 kg di datteri di mare pescati a Barletta Sequestrati oltre 4 kg di datteri di mare pescati a Barletta Denunciate due persone a piede libero
«Una citta che vive sul mare è una città aperta e libera» «Una citta che vive sul mare è una città aperta e libera» Barletta celebra la Giornata del Mare 2022 con gli studenti delle scuole
Quaranta tonnellate di pesce sequestrato a Barletta dalla Guardia Costiera Quaranta tonnellate di pesce sequestrato a Barletta dalla Guardia Costiera L'operazione "Atlantide" ha riguardato diversi centri su scala nazionale
Sequestro costa sud di Barletta, i rifiuti verranno analizzati Sequestro costa sud di Barletta, i rifiuti verranno analizzati Al termine si valuterà l'eventuale messa in sicurezza e bonifica del sito
6 Rifiuti sulla costa di Barletta, zona Belvedere finisce sotto sequestro Rifiuti sulla costa di Barletta, zona Belvedere finisce sotto sequestro Erano stato trovate macerie edili, tra cui anche amianto
Surfista in pericolo a Barletta soccorso dalla Guardia Costiera Surfista in pericolo a Barletta soccorso dalla Guardia Costiera L'uomo non riusciva a risalire a bordo della propria tavola
"Mare Sicuro 2021": il via alle operazioni per promuovere la cultura del mare "Mare Sicuro 2021": il via alle operazioni per promuovere la cultura del mare Il progetto ha avuto inizio il 19 giugno ultimo scorso e continua tuttora
Guardia Costiera, a Barletta sequestrati 40 Kg di prodotti ittici Guardia Costiera, a Barletta sequestrati 40 Kg di prodotti ittici L'operazione condotta questa mattina con la Polizia Locale
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.