Sindaco Cosimo Cannito
Sindaco Cosimo Cannito
Scuola e Lavoro

Primo maggio, il sindaco di Barletta: «Ripartiamo dal lavoro»

Il messaggio del primo cittadino per la festa dei lavoratori

«Quest'anno più che mai il primo maggio deve celebrare il lavoro e i lavoratori». Così, il primo cittadino di Barletta nella giornata dedicata ai lavoratori, ma contrassegnata per il secondo anno dalla crisi sanitaria ed economica.

«La pandemia da Covid-19, infatti, ha mortificato soprattutto questa parte importantissima della nostra vita, anzi ad alcuni per lunghi periodi l'ha proprio tolto il lavoro. E queste persone sono in serie difficoltà. Per questo oggi c'è solo un modo per onorare questa importantissima data, consentire a chi vorrà di lavorare nel pieno e rigoroso rispetto delle norme anti Covid.

Nella nostra città potranno svolgersi regolarmente il mercato settimanale e quelli rionali, fra l'altro per la prima volta dopo l'uscita dalla zona rossa. Lo stesso potranno fare gli altri nella misura in cui le loro attività siano consentite. Il lavoro, sostegno importante per vivere dignitosamente e garantirsi i beni necessari, è per questo un diritto, ma è anche molto di più.

È quello che ci definisce come uomini e donne, che ci porta a uscire di casa e socializzare con gli altri, che sviluppa la nostra personalità e ci rende sicuramente persone migliori nel momento in cui ci fa stare insieme agli altri. Qualsiasi sia la professione svolta, infatti, c'è sempre un altro a cui ci rivolgiamo, o che ci chiede qualcosa, a cui è destinato quello che facciamo o diciamo, siamo sempre in rapporto con qualcuno.

Penso a tutti coloro che in questi mesi hanno manifestato con grande dignità la loro sofferenza, che hanno chiesto e chiedono aiuto, che non sanno come ricominciare, se ne varrà la pena o se ne avranno la possibilità. Sono molto addolorato per queste persone e vorrei riuscire a dare loro forza e coraggio. Spero che la primavera e l'estate possano portare in città davvero un bel tempo, un tempo nuovo, di prudenza e ripresa duratura; un tempo di risalita senza scivolate brusche, che rinfranchi tutti e porti benessere e tranquillità a coloro che l'hanno persa.

Perdere il lavoro e subire un tracollo economico è come subire una mutilazione, perché essere privati di un diritto questo è, una delle tante mutilazioni che il Coronavirus ha praticato sulle nostre esistenze, cercando di fiaccarle; il lavoro è stata fra le più pesanti, creando quel pericolosissimo contrasto, solo apparente, fra necessità di salvaguardare la salute e necessità di salvaguardare l'economia.

Quindi ripartiamo da qui, ripartiamo dal Lavoro. Mettiamoci all'opera per ricostruire, con spirito di solidarietà, un nuovo senso di comunità, in cui ciascuno, anche soltanto rispettando le regole, sarà di grandissimo aiuto agli altri. Buon primo maggio a tutti noi!».
  • 1 maggio
  • Cosimo Cannito
Altri contenuti a tema
Festa della mamma, gli auguri del sindaco di Barletta Festa della mamma, gli auguri del sindaco di Barletta «Una giornata celebrativa non basta per esprimere questo senso di gratitudine profonda»
4 Il sindaco Cannito si unisce alla squadra delle somministrazioni dei vaccini Il sindaco Cannito si unisce alla squadra delle somministrazioni dei vaccini A darne notizia è l'associazione ANPS di Barletta su Facebook
Lidl, martedì confronto con l'amministrazione di Barletta dopo il parere dell'avvocatura Lidl, martedì confronto con l'amministrazione di Barletta dopo il parere dell'avvocatura Lo ha comunicato il sindaco Cannito in Consiglio comunale
4 Troppi errori a Barletta, l'opposizione: «È l'ora delle scuse e delle dimissioni» Troppi errori a Barletta, l'opposizione: «È l'ora delle scuse e delle dimissioni» «Una commedia politica drammaticamente comica che sta spingendo la città verso un inevitabile baratro»
Primo maggio, a Barletta la Cgil ricorda le lavoratrici morte nel 2011 Primo maggio, a Barletta la Cgil ricorda le lavoratrici morte nel 2011 Momento di riflessione in via Roma questa mattina
Attività aperte il 1° maggio, ma «si stenta a comprendere il principio della facoltà di scelta» Attività aperte il 1° maggio, ma «si stenta a comprendere il principio della facoltà di scelta» La nota di Mario Landriscina, direttore Confesercenti Bat
Nessun obbligo di chiusura il 1° maggio. Così la Puglia festeggia i lavoratori Nessun obbligo di chiusura il 1° maggio. Così la Puglia festeggia i lavoratori Saracinesche alzate per la festa dei lavoratori 2021
Cannito sulla criminalità nella Bat: «Grande preoccupazione per chi amministra» Cannito sulla criminalità nella Bat: «Grande preoccupazione per chi amministra» Il sindaco di Barletta sul grido di allarme del procuratore Nitti
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.