Nugnes JPG
Nugnes JPG
Speciale

Nugnes, la storia della moda passa da Trani. E si ferma nelle sale di Palazzo Pugliese

100 anni di moda, fra imprenditoria ed avanguardia, forte delle radici di questa terra

La storia della moda, non solo italiana, passa da corso Vittorio Emanuele a Trani. Già 100 anni fa, con l'intraprendente Giuseppe Nugnes e la sua sartoria d'alta classe, passando dai figli Franco e Antonio maestri di eleganza, arrivando all'avanguardia della terza generazione: oggi è Giuseppe "Beppe" Nugnes a confermare quello spirito imprenditoriale che si nutre delle ispirazioni sofisticate e colte della sua terra, e così lo storico multi-brand di Trani apre le porte della sua nuova casa all'interno dello storico Palazzo Pugliese, in equilibrio tra origini ed avanguardia in un progetto con cui interpreta il proprio ruolo di ambasciatore dei marchi internazionali in un'ottica curatoriale. Il brand e la sua storia passione per l'eclettismo. Amore per il territorio. Avanguardia internazionale. Fortemente radicata nel suo luogo di nascita, la Puglia, la storia di Nugnes è l'evoluzione di un'idea imprenditoriale che nasce nella sartoria ed evolve nel corso dei decenni in un punto di riferimento internazionale nel mondo fashion e luxury retail.

Il luogo d'elezione della nuova avventura di Nugnes è Palazzo Pugliese, che si affaccia sull'elegante corso Vittorio Emanuele a Trani, storica espressione dell'archetipo delle dimore meridionali di fine 800, preservando sempre la prima e assoluta missione: creare un rapporto speciale con ogni cliente, celebrandone l'unicità e personalità.


Intervista a cura di Lucia De Mari

La Storia: Nugnes nasce all'alba degli anni 20 come una sartoria nel cuore di Trani. Ritornato in Puglia da Milano, Giuseppe Nugnes porta un'idea di eleganza raffinata e assolutamente moderna per i tempi nella sua città natale, trovando immediato consenso negli uomini più sofisticati e ricercati di Puglia che potevano trovare in Nugnes un perfetto interprete dei loro desideri di eleganza. Grazie al supporto dei figli Franco e Tonino, Nugnes a metà degli anni 60 è in grado di produrre circa 600 capi su misura all'anno e nel 1956 lo spirito imprenditoriale della famiglia conduce all'apertura della prima boutique uomo che diventa un punto di riferimento nella perla dell'Adriatico, importante crocevia nell'Italia del sud. Su spinta della terza generazione, nel 1989 Nugnes, consapevole della forza del proprio marchio allarga la visione all'universo femminile inaugurando il primo store donna. Nel 1999, Giuseppe Nugnes, coinvolgendo la sorella Elisabetta e la cugina Alba Rosa, prende il timone dell'azienda di famiglia e acquisisce il piano terra di Palazzo Pugliese, gettando le basi per il progetto ambizioso che inaugura nel 2021. Situato nel cuore di Trani racchiude lo spirito di una pugliesità vibrante ed eclettica, che richiama una community che vive in un'atmosfera socio-culturale democratica, inclusiva, sofisticata e artistica. Come una fortezza che si erge a baluardo di una tradizione pluricentenaria nel bianco rarefatto e minimale della città, Palazzo Pugliese, a seguito di una progressiva acquisizione degli spazi e un'accurata ristrutturazione di essi orchestrata dallo Studio Dini Cataldi, diventa oggi la casa accogliente e raffinata in cui si riflette la visione di Nugnes.

Nugnes oggi: In occasione dell'inaugurazione del nuovo concept store di Palazzo Pugliese, Nugnes ha riunito un team di creativi internazionali. Sotto la supervisione di Giuseppe Nugnes e del direttore artistico di Nugnes Carlo Cellamare, l'architetto Filippo Dini, la art director Susanna Cucco, lo stylist londinese Adonis Kentros, il DJ Gaetanino e lo chef Felice Sgarra hanno collaborato con le loro singole competenze alla realizzazione di un cocktail dînatoire riservato ad un parterre cosmopolita di amici del brand. Mettendo in luce lo spirito innovativo e sperimentale di Nugnes, ma anche celebrando le origini del retailer, per l'inaugurazione tutti i prodotti in esposizione nello store sono stati impacchettati in una tela di cotone bianca chiusa con lo spago memoria dei primi passi di Giuseppe Nugnes nell'impresa di famiglia, quando ancora ragazzino si occupava di preparare i pacchi dei tessuti da conservare. Mentre otto delle 18 vetrine di Palazzo Pugliese sono state anch'esse impacchettate, le rimanenti 10 sono state le protagoniste di allestimenti speciali che raccontano l'identità di Nugnes. Una serie di camicie da sposo d'archivio risalenti agli anni 50 e 60 sono sovrastampate con immagini che ritraggono la famiglia Nugnes; una collaborazione con la stylist e collezionista di moda Amelianna Loiacono mette in scena lo stile eclettico della donna pugliese; 1000 cravatte dell'archivio Nugnes celebrano le radici sartoriali del brand; pareti specchiate riflettono gli affreschi originali di Palazzo Pugliese in un gioco di opulenza e sorpresa; la pietra bianca di Trani diventa protagonista in un'installazione che ricostruisce il set up di una segheria tradizionale. Il prodotto all'interno dello store fa un'apparizione speciale solo in un'installazione ospitata in una delle due terrazze della dimora di Trani, dove un cubo specchiato custodisce all'interno 50 manichini vestiti con capi uomo e donna delle collezioni Autunno/Inverno 2021 selezionati ed abbinati dallo Adonis Kentros. Gli ospiti sono stati deliziati dallo chef stellato Felice Sgarra, che traendo ispirazione della pugliesità, dall'eclettismo e dal vibe avanguardistico di Nugnes ha creato delle personali rivisitazioni di sapori tipici del territorio, serviti con piatti biodegradabili, cristalleria vintage e zuppiere d'argento.

L'evento raro ed esclusivo: Ospitare, come contenere ed avere cura. Come i musei contengono e custodiscono le opere d'arte, mantenendone la loro integrità senza alterarne in alcun modo l'essenza, ma esaltandola nella sua unicità. Giovedì 16 settembre la Boutique Nugnes avrà il piacere di ospitare in due vetrine e una room le creazioni GUCCI disegnate da Alessandro Michele.
Nugnes JPGNugnes JPGNugnes JPGNugnes JPGNugnes JPGNugnes JPGNugnes JPGNugnes JPGNugnes JPG
  • moda
Altri contenuti a tema
Molfetta Creation and Fashion 2021, la moda e la creatività tornano dal vivo Molfetta Creation and Fashion 2021, la moda e la creatività tornano dal vivo Il 25 settembre nel centro di Molfetta, in corso Dante: special guest Bianca Atzei
Sulla passerella a Venezia per le donne afghane, il brand è made in Barletta Sulla passerella a Venezia per le donne afghane, il brand è made in Barletta Moda e solidarietà, il progetto è della 21enne barlettana Federica Pastore
2 Nugnes1920, 100 anni di tradizione e lusso Nugnes1920, 100 anni di tradizione e lusso Quando una boutique si trasforma in un luogo d’aggregazione, d’arte, d’innovazione e d’eccellenze
In abito bianco per uno shooting di moda, c'è anche la barlettana Vincenza Dinoia In abito bianco per uno shooting di moda, c'è anche la barlettana Vincenza Dinoia La testimonianza di due modelle in carrozzina. «C'è tanto da fare per l'inclusione sociale della donna con qualsiasi diversità o meglio particolarità»
Creatività e Bellezza, fusione di arti immortalate da Joseph Cardo Creatività e Bellezza, fusione di arti immortalate da Joseph Cardo Il libero sfogo artistico dei professionisti del fashion diventa un capolavoro
Chiara Ferragni, addio Barletta: la sua collezione sarà realizzata a Milano Chiara Ferragni, addio Barletta: la sua collezione sarà realizzata a Milano La decisione è avvenuta in seguito al divorzio tra la Ferragni e il socio barlettano Morgese
Jadea Academy, spazio al talento di giovani aspiranti fashion designer Jadea Academy, spazio al talento di giovani aspiranti fashion designer Intimo Artù, azienda di Andria, racconta il successo del marchio Jadea
Dior a Lecce, con il placet del vescovo barlettano Michele Seccia Dior a Lecce, con il placet del vescovo barlettano Michele Seccia Evento online da sessanta milioni di follower: «La bellezza è un dono di Dio»
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.