Michele Agostinetto
Michele Agostinetto
La città

Michele Agostinetto e il suo "Viaggio da sclero", dal Veneto in Puglia

Dopo la diagnosi di sclerosi multipla, Michele ha deciso di mettersi in cammino per ripercorrere la sua storia

Michele Agostinetto, è il nome del quarantaquattrenne che sta intraprendendo un "Viaggio da sclero" per girare tutta l'Italia a piedi da Valdobbiadene, comune italiano in Veneto in cui è nato il papà, per arrivare in Puglia, dove è nata la mamma. Michele, persona con sclerosi multipla diagnosticata da due anni, ha compiuto circa duemila kilometri, per un totale di 87 tappe previste, con il solo scopo di portare un messaggio di resilienza, affinché possa smuovere le persone e fare qualcosa per se stesso, dopo due anni in cui non è riuscito a camminare.

È uno sportivo, caparbio, che non ha permesso ad un incidente di percorso di fermarlo. Racconta che inizialmente, i suoi timidi passi di ripresa erano accompagnati da delle stampelle, più tardi invece, grazie alla forza di volontà è riuscito a ripartire «piano, con dei tempi diversi rispetto a prima, ma ho cominciato a camminare».

Sono le parole di un uomo che non vuole avere alcun tipo di rimpianto. Un domani se non dovesse riuscire più ad avere la stessa agilità, ricorderà questo viaggio come lo sprint finale, l'occasione in cui ha potuto visitare, viaggiare e ripercorrere grazie a quei sentieri, la sua storia personale.

Tra le tappe, anche Barletta in cui ha incontrato l'associazione "Gli amici del cammino" e la sezione provinciale AISM, associazione italiana sclerosi multipla. Il tour di Michele comprende Trani e il porto turistico di Bisceglie, un'occasione per lui per scoprire la provincia e per il territorio di inserire un nuovo avventuriero passato per queste vie, che ha lasciato un segno indelebile solo grazie alla sua storia. Di volta in volta, quando un viaggio incrocia le vie di questa città, sembrano arricchirsi di storie fatte di dolori, coraggio e voglia di vivere.

Non è mancata la stanchezza, la perdita delle forze e a volte anche della vista, imprevisti che non hanno permesso a Michele di demordere neanche di un passo. Qual è stata la spinta che lo ha portato a mettersi in cammino? Aiutare la gente a dare importanza alle piccole cose, come in questo caso, l'abilità di camminare.

Prima di arrivare in Puglia, Michele ha scritto nel suo gruppo Facebook in cui aggiorna frequentemente la sua community: « 1400km, ho mal di testa, le gambe mi stanno scoppiando e la stanchezza è sempre più presente, anche quando mi sveglio alla mattina per partire. Non so di preciso cosa mi permetta di proseguire.

Sarà lo spirito competitivo, la voglia di dimostrare che si può fare, oppure sarà che è diventato il Viaggio di tutti, del quale mi sono oramai promosso portabandiera.
Mi chiedo se sia un gesto imprudente continuare, devo cercare di capire se andare così oltre ai miei limiti possa essere utile oppure possa provocare danni irreversibili.
Per ora, andiamo avanti… verso la Puglia!».

  • Viaggio
Altri contenuti a tema
«Pensarci, crederci, provarci» il motto di Cristian Moroni nel suo viaggio a cavallo «Pensarci, crederci, provarci» il motto di Cristian Moroni nel suo viaggio a cavallo Da 8 mesi sta girando l'Italia, l'incredibile storia on the road
L'avventura green in monopattino: la storia di Stefano L'avventura green in monopattino: la storia di Stefano Da Ancona a Santa Maria di Leuca, tutto per la seconda volta, ma con mete differenti
Zaino in spalla, bici e amore: la storia di Vincenzo e Valentina Zaino in spalla, bici e amore: la storia di Vincenzo e Valentina Lui barlettano, lei siciliana, una storia d'amore e un viaggio in bici
Certificazione verde Covid, esteso da sei a nove mesi Certificazione verde Covid, esteso da sei a nove mesi Ecco cosa cambia con il nuovo decreto
Italiani all'estero, visita dell'UNIMRI a Sharm el Sheikh Italiani all'estero, visita dell'UNIMRI a Sharm el Sheikh Al centro dell'incontro le problematiche legate alla pandemia
Barbie arriva anche a Barletta: il progetto di due ragazzi pugliesi Barbie arriva anche a Barletta: il progetto di due ragazzi pugliesi L'icona pop scopre la Puglia su Instagram tramite il nome "Barbie in town"
Case di lusso, l'offerta italiana attira investitori da tutto il mondo Case di lusso, l'offerta italiana attira investitori da tutto il mondo I clienti delle dimore esclusive cercano isolamento e tranquillità
Barletta, estate e viaggi: ecco come funziona il bonus vacanza Barletta, estate e viaggi: ecco come funziona il bonus vacanza Un incentivo sia per chi vuole godersi una vacanza fuori, sia per quanti vogliono visitare Barletta
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.