Lopalco
Lopalco
Politica

Lopalco annuncia: «Consegnata la lettera con mie dimissioni irrevocabili»

L'epidemiologo lascia il suo ruolo di assessore regionale alla sanità

Pier Luigi Lopalco ha formalizzato le sue dimissioni da assessore alla sanità della Regione Puglia. «Dimissioni irrevocabili» fa sapere l'epidemiologo ed ora consigliere regionale che ha lavorato fianco a fianco con il presidente Michele Emiliano dall'inizio della pandemia.

L'annuncio è arrivato tramite i social network con un post intitolato "Avanti tutta".

«Si chiude oggi con la mia lettera di dimissioni irrevocabili un importantissimo capitolo della mia vita personale e professionale. Nei lunghi terribili mesi delle passate ondate pandemiche, abbiamo lavorato duramente per mettere in sicurezza la regione e portare la Puglia ai vertici nazionali della campagna vaccinale contro il coronavirus. Nelle scorse settimane abbiamo messo a punto un progetto di riforma del sistema della prevenzione pronto ad essere varato insieme ad un piano globale di rimodulazione del governo della sanità pugliese», scrive l'ormai ex assessore alla sanità.

«Come già annunciato, con questo ritengo di aver esaurito il mio impegno nella funzione di assessore» conferma.

Quanto al suo ruolo in politica, è lo stesso Lopalco a sgomberare il campo da dubbi. «È un addio alla politica? - scrive - Certamente no. Rinuncio ad una carica e solo dopo profonda riflessione. Ho iniziato il mio impegno attivo nel mondo della politica con una forte convinzione: per far rinascere il Paese è fondamentale che questo spazio sia occupato da competenze e talenti. Continuerò pertanto a dar voce, sempre in maniera critica e sotto l'egida della scienza, alle migliaia di concittadini che mi hanno votato nel Consiglio Regionale pugliese».

E conclude: «L'impegno politico deve essere guidato da una visione precisa, condotto con metodo, alimentato da studio e lettura della realtà, e sempre fondato su principi irrinunciabili. Quello che mi propongo di iniziare sarà solo un cambio di prospettiva a sostegno della salute pubblica. Avanti tutta, dunque, con sempre maggiore lucidità e con rinnovata passione».
  • Sanità
Altri contenuti a tema
Asl Bt: bando per 162 ausiliari Asl Bt: bando per 162 ausiliari Sarà possibile presentare domanda entro il 7 dicembre 2021
«È insostenibile mantenere invariato quel tetto di spesa» «È insostenibile mantenere invariato quel tetto di spesa» Potito Salatto, presidente Aiop Puglia, contesta il mancato adeguamento delle soglie di mobilità attiva per le cure ospedaliere da parte della Regione
Sanità, Ministro Speranza: "Dal 2022 nuova indennità a personale pronto soccorso" Sanità, Ministro Speranza: "Dal 2022 nuova indennità a personale pronto soccorso" Soddisfatti Guido Quici e Luciano Suriano, rispettivamente presidente e vice segretario organizzativo di CIMO-FESMED
O.S.S. precari presso l'Asl Bt: l'accordo raggiunto questa mattina O.S.S. precari presso l'Asl Bt: l'accordo raggiunto questa mattina Potranno partecipare ad un avviso di selezione
«Personale precario e assenza di confronto», la nota della Funzione Pubblica Cgil Bat «Personale precario e assenza di confronto», la nota della Funzione Pubblica Cgil Bat L'intervento dopo le segnalazioni di carenza personale nei pronto soccorso della provincia
L'infermiere di famiglia e di comunità, la proposta di legge in Regione L'infermiere di famiglia e di comunità, la proposta di legge in Regione Il Movimento 5 Stelle ha presentato la proposta per potenziare l'assistenza domiciliare
Contenimento della spesa sanitaria, «costruire un sistema sanitario più vicino ai cittadini» Contenimento della spesa sanitaria, «costruire un sistema sanitario più vicino ai cittadini» Il consigliere regionale Caracciolo sostiene la proposta di legge regionale
Il ringraziamento agli operatori sanitari, lunedì 11 ottobre Il ringraziamento agli operatori sanitari, lunedì 11 ottobre La messa presso la Parrocchia Sant'Agostino
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.