Sparatoria in via Rionero
Sparatoria in via Rionero
Cronaca

"Lite per futili motivi", la ricostruzione dell'omicidio di Tupputi

Domani il fermato sarà interrogato dal Gip di Trani, nei prossimi giorni l'autopsia sul corpo della vittima

Nella mattinata di ieri personale del Commissariato di P.S. di Barletta ha dato esecuzione alla misura del fermo di indiziato di delitto, disposta, a seguito di delicata e puntuale attività investigativa, dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trani, nei confronti di un trentenne barlettano, per l'omicidio di Giuseppe Tupputi, 43enne barlettano, titolare del Bar "Morrison's Revolution", avvenuto all'interno del suo bar in via Rionero 55, nel tardo pomeriggio di lunedì 11 aprile.

La visione delle immagini dell'impianto di video-sorveglianza presente ha consentito di ricostruire con esattezza la dinamica dell'omicidio, individuandone l'autore, persona conosciuta ai poliziotti, in quanto pregiudicato e sorvegliato speciale di p.s. con obbligo di soggiorno in Barletta, e pertanto sottoposto a controlli.

L'autore dell'efferato delitto, dopo essere entrato all'interno del bar e chiesto un bottiglia di birra, ha iniziato una discussione per futili motivi con il titolare a seguito della quale ha estratto una pistola ed esploso almeno 3 colpi all'indirizzo della vittima, ferendola mortalmente, mentre questa, disarmata, era dietro il bancone.

Il predetto, subito dopo la sparatoria, al fine di guadagnarsi l'impunità dall'omicidio, ha cercato prima di far perdere le proprie tracce rendendosi irreperibile, non rientrando entro le ore 22.00 presso la propria abitazione, e violando in tal modo le prescrizioni imposte dalla misura di prevenzione cui era sottoposto. Lo stesso, sentendosi ormai braccato, si è presentato in Commissariato con il suo legale di fiducia all'alba.

Dopo gli adempimenti di rito il fermato è statocondotto presso la Casa Circondariale a disposizione della competente autorità giudiziaria.

Domani, giovedì 14 aprile, il fermato sarà interrogato dal Gip di Trani ed il 15 aprile sarà conferito l'incarico al medico legale per l'espletamento dell'autopsia sulla salma della vittima.
  • Omicidio
Altri contenuti a tema
1 Un anno dalla scomparsa, Claudio Lasala è ancora figlio di tutti Un anno dalla scomparsa, Claudio Lasala è ancora figlio di tutti Ricade nella notte tra il 29 e il 30 ottobre, il giorno della scomparsa
Omicidio Lasala, comune di Barletta parte civile Omicidio Lasala, comune di Barletta parte civile Rinviati a giudizio i due presunti responsabili
Omicidio Michele Cilli, fissata al 18 novembre la prima udienza del processo Omicidio Michele Cilli, fissata al 18 novembre la prima udienza del processo Disposto dal gip di Trani il giudizio immediato “custodiale”
Omicidio a Margherita di Savoia, il prefetto: "Innalzare il livello di attenzione" Omicidio a Margherita di Savoia, il prefetto: "Innalzare il livello di attenzione" Ieri un 17enne barlettano si è costituito per l'accaduto
Ucciso nel suo bar, un mese dalla morte di Giuseppe Tupputi Ucciso nel suo bar, un mese dalla morte di Giuseppe Tupputi Prosegue la raccolta fondi a favore della famiglia dell'uomo: l'agguato avvenne lo scorso 11 aprile in via Rionero
Caso Tupputi: Piccinni e tutto lo staff ringraziano la comunità Caso Tupputi: Piccinni e tutto lo staff ringraziano la comunità Un ringraziamento particolare alle istituzioni per aver reso possibile il lavoro
Il messaggio alla famiglia di Giuseppe Tupputi: «Chiediamo a Dio la grazia della speranza» Il messaggio alla famiglia di Giuseppe Tupputi: «Chiediamo a Dio la grazia della speranza» «Ora è il momento di stringerci, l’intera città, attorno alla famiglia di Giuseppe»
I funerali di Giuseppe Tupputi, Barletta saluta il 43enne ucciso nel suo bar I funerali di Giuseppe Tupputi, Barletta saluta il 43enne ucciso nel suo bar Le esequie sono celebrate dall'Arcivescovo Mons. Leonardo D'Ascenzo
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.