La bassa valle del fiume Ofanto
La bassa valle del fiume Ofanto
Territorio

Il parco naturale del fiume Ofanto raccontato in un documentario

Il lavoro curato dal professor Giuseppe Cava è stato presentato mercoledì a Trani

Il Parco Naturale regionale del fiume Ofanto, è un'area protetta che interessa i territori comunali di Ascoli Satriano, Barletta, Candela, Canosa di Puglia, Cerignola, Margherita di Savoia, Minervino Murge, Rocchetta Sant'Antonio, San Ferdinando di Puglia, Spinazzola e Trinitapoli. Il parco con tutte le sue sfumature dettate dalla biodiversità è divenuto un interessante documentario ad opera del professor Giuseppe Cava (fondatore dell'associazione di volontariato "nucleo di vigilanza ittico-faunistica, ambientale ed ecologica" con sede legale in Barletta).

Il docu-film è stato presentato mercoledì 4 maggio, alle 19, presso il teatro "Mimesis" di Trani; le riprese sono state prodotte con alta definizione della durata di 43 minuti, attraverso l'opera è possibile osservare le bellezze paesaggistiche, faunistiche e naturalistiche del parco. Non solo natura ma anche numerose le testimonianze storiche che sono presenti, all'interno dell'area si trovano numerose realtà archeologiche soprattutto di epoca romana.

Il documentario di Giuseppe Cava svela un interessante e confortevole panoramica naturalistica, piena di sorprese con aspetti poco noti della biodiversità dell'area protetta: «Spiega il professore, ho ripreso ben sessanta specie di uccelli, trentasette specie di insetti, numerose specie di mammiferi e pesci, molluschi, anfibi, rettili, la bellezza è anche nelle numerose piante presenti nel parco. Le riprese sono state fatte anche con droni e per via aerea».
  • Fiume Ofanto
Altri contenuti a tema
Scoperta piantagione di marijuana alla foce dell'Ofanto Scoperta piantagione di marijuana alla foce dell'Ofanto Arrestati due giovani di Canosa di Puglia
1 Dentiere e siringhe abbandonate come rifiuti nel Parco naturale dell'Ofanto Dentiere e siringhe abbandonate come rifiuti nel Parco naturale dell'Ofanto Ritrovati anche diversi documenti: indagini in corso
Fiume Ofanto, da Barletta la denuncia: «Grave e diffusa illegalità» Fiume Ofanto, da Barletta la denuncia: «Grave e diffusa illegalità» La segnalazione del Nucleo di Vigilanza ittico-faunistica ambientale ed ecologica di Barletta
Passeggiata lungo l'Ofanto, «conoscere di più per prendercene cura» Passeggiata lungo l'Ofanto, «conoscere di più per prendercene cura» Successo per l'iniziativa di Legambiente per la Giornata mondiale delle zone umide
“Il Canto dell’Ofanto", ultimi giorni per visitare la mostra “Il Canto dell’Ofanto", ultimi giorni per visitare la mostra Frutto di attività tese alla riqualificazione del territorio del Parco Naturale Regionale fiume Ofanto
Parco naturale nazionale del Fiume Ofanto: la proposta di legge del sen.Quarto Parco naturale nazionale del Fiume Ofanto: la proposta di legge del sen.Quarto L'evento di presentazione si terrà il 6 novembre
1 Parco Ofanto: associazioni e cittadini depositano osservazioni a favore di un Ofanto bene comune Parco Ofanto: associazioni e cittadini depositano osservazioni a favore di un Ofanto bene comune L'associazione Slow Ofanto chiede incontri aperti al pubblico per commentare le osservazioni ricevute
Valorizzare la valle dell'Ofanto: il progetto Ecomuseo realizzato da giovani ricercatori Valorizzare la valle dell'Ofanto: il progetto Ecomuseo realizzato da giovani ricercatori Una dinamica progettuale "dal basso" che sfrutta la partecipazione sia delle istituzioni che delle persone
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.