Facebook
Facebook
Politica

I cittadini pugliesi si mobilitano contro l’aumento dei costi della politica

Nasce il Comitato in difesa dello Statuto, già 1.500 adesioni su Facebook

No a 78 consiglieri regionale, sì a 70. Anzi sarebbe meglio ridurli a 50 "così come nel corso dell'ultima campagna elettorale è stato promesso".

Così i cittadini pugliesi si mobilitano contro l'aumento dei costi della politica e si organizzano in un Comitato per la difesa dello Statuto regionale. Obiettivo: raccogliere firme, oltre alle 1.500 adesioni già registrate sulla pagina di Facebook. Per questo saranno organizzati banchetti e gazebo nelle diverse città pugliesi per denunciare, alla Corte d'Appello di Bari nella sua funzione di Ufficio centrale regionale «l'illegittimità costituzionale delle norme per l'elezione del consiglio regionale della regione Puglia, limitatamente all'attribuzione dei premi di maggioranza». La presentazione alla stampa del neonato Comitato è stata promossa dal consigliere regionale Tommy Attanasio e ha visto la partecipazione dei primi due cittadini fondatori dello stesso comitato, Giuseppe Ciracì e Salvatore Tatarella e dei rappresentanti legali Giuseppe Mariani e Francesco Paolo Bello.

«È pacifico che vi sia una violazione dello Statuto – ha affermato Tatarella – perché essendo approvato con la maggioranza assoluta dei componenti il Consiglio ed essendo anche previste due deliberazioni successive distanziate ad almeno due mesi l'una dall'altra, lo Statuto costituisce inequivocabilmente una fonte normativa sovraordinata rispetto alla semplice legge regionale. In realtà avrebbero dovuto forse fare una revisione della Carta statutaria che in questi cinque anni qualcuno si è dimenticato di fare».
La contraddizione dunque apparirebbe evidente tra lo Statuto che stabilisce a 70 il numero dei consiglieri regionali e la legge elettorale regionale, la cosiddetta legge Fitto, che invece, per garantire la governabilità al Presidente eletto, stabilisce in 60 e 40 la percentuale dei consiglieri. «Una legge - per i fondatori del Comitato – incostituzionale nella parte in cui, violando l'art.123 della Costituzione, consente la modifica della forma di Governo riservata allo Statuto regionale, rendendo flessibile il numero dei consiglieri regionali». Ora l'ultima parola spetta alla Corte d'Appello che dovrà decidere in merito.

Il Comitato chiede naturalmente di riconoscere lo Statuto quale legge fondamentale, altrimenti chiede di sospendere la proclamazione degli 8 consiglieri in più (la governabilità) e di sollevare una questione di legittimità costituzionale davanti alla Corte Costituzionale.

L'altra faccia della medaglia poi, per Tatarella, è rappresentata dall'aumento dei costi della politica. Conti alla mano, 8 consiglieri regionali in più costerebbero per cinque anni oltre un milione di euro. «Il costo base di un consigliere regionale senza incarichi è di oltre 16mila euro lordi al mese – ha detto Tatarella - a ciò si deve aggiungere l'indennità di fine mandato di 129mila euro e il diritto alla pensione, maturato dopo cinque anni di legislatura, di 4.900 euro al mese (al compimento del 60esimo anno di età). Cifre che oggi la Regione Puglia non può permettersi. Non ci sono nel bilancio. E poi occorre rispettare la volontà degli elettori che comunque hanno dato la maggioranza assoluta a Palese e alla Poli mentre hanno dato a Vendola solo la maggioranza relativa». Insomma, per il Comitato e per Tatarella, il premio di maggioranza previsto dalla legge elettorale basta e avanza.
  • Economia
  • Facebook
  • Cattiva politica
Altri contenuti a tema
“Barletta, come eravamo…”, 10mila appassionati della città di un tempo “Barletta, come eravamo…”, 10mila appassionati della città di un tempo Il gruppo Facebook raccoglie antichi scorci e personaggi della città
Borsa e investimenti: quali opportunità oggi per i principianti? Borsa e investimenti: quali opportunità oggi per i principianti? Un approfondimento sul tema
"Le misure di rilancio dell'economia", al via due webinar sul superbonus "Le misure di rilancio dell'economia", al via due webinar sul superbonus Il primo appuntamento è in programma per oggi pomeriggio
Bitcoin: quali previsioni per la criptovaluta? Bitcoin: quali previsioni per la criptovaluta? L'analisi degli esperti di Tradingonline.io
Contratto Istituzionale di Sviluppo BAT: chiesto incontro al Ministro per il Sud Contratto Istituzionale di Sviluppo BAT: chiesto incontro al Ministro per il Sud «Pensiamo che la Bat possa dare un contributo per l’attuazione dell’ormai famoso Piano Nazionale di Ripresa e Resilenza»
Investire in borsa oggi: quotazioni e previsioni dei principali titoli azionari Investire in borsa oggi: quotazioni e previsioni dei principali titoli azionari Le previsioni degli esperti sul mercato azionario nei prossimi mesi
Le migliori piattaforme di trading online 2020 Le migliori piattaforme di trading online 2020 Attività da svolgere comodamente da casa, ma scegliendo attentamente le piattaforme giuste
Comprare azioni in Borsa oggi: conviene farlo nel 2020? Comprare azioni in Borsa oggi: conviene farlo nel 2020? Valutare vantaggi e svantaggi
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.