Lido
Lido
Attualità

Direttiva Bolkestein, interviene il senatore Damiani per il settore belneare

«Si continua a bastonare i nostri balneari perché la ricchezza del patrimonio delle spiagge italiane fa gola a molti»

Il governo si impegni a escludere i balneari dalla Direttiva Bolkestein, «perché è una direttiva sui beni e non sui servizi»: è quanto chiede Forza Italia in un ordine del giorno collegato alla manovra, chiarendo che il partito azzurro è «pronto a discutere della riorganizzazione di queste concessioni adesso, nella riforma sulla concorrenza o in una legge ad hoc». FI ha anche proposto una serie di emendamenti alla legge di Bilancio a sostegno del settore, illustrati in conferenza stampa questa mattina in Senato, finalizzati ad esempio alla «valorizzazione dell'impresa, dell'avviamento commerciale e degli investimenti fatti sul territorio demaniale, che ora non hanno un valore di ritorno».

Il pacchetto di misure è stato illustrato da Anna Maria Bernini, presidente del gruppo di FI al Senato, e dai senatori azzurri Maurizio Gasparri, Licia Ronzulli, Dario Damiani e Roberto Berardi. «Forza Italia non ha mai smesso di combattere perché l'applicazione della Bolkestein fosse compatibile con l'economia balneare: non possiamo essere eccezione di un sistema che altrove viene applicato in maniera virtuosa. Qualche nostro compagno di strada è stato meno coerente e questo non ha aiutato», ha sottolineato Bernini.

«Noi - ha aggiunto Gasparri - non abbiamo mai mollato la presa, al governo e all'opposizione, e continueremo. A volte questo settore dovrebbe guardare con maggiore attenzione a FI». Secondo Damiani, «si continua a bastonare i nostri balneari perché la ricchezza del patrimonio delle spiagge italiane fa gola a molti, ma non abbiamo intenzione di svenderlo a nessuno».
Elezioni Amministrative 2022
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
  • Dario Damiani
Altri contenuti a tema
Elezioni 2022, il senatore Damiani presenta la lista di Forza Italia Elezioni 2022, il senatore Damiani presenta la lista di Forza Italia «Tutti uniti da un fine comune che è dare alla nostra città il miglior governo e un'amministrazione libera»
Il senatore Damiani in sostegno di Cannito: «Siamo liberi da ogni condizionamento» Il senatore Damiani in sostegno di Cannito: «Siamo liberi da ogni condizionamento» Le parole del parlamentare azzurro all'indomani dell'apertura della campagna elettorale
Dario Damiani: prorogare la possibilità di concessioni per il suolo pubblico Dario Damiani: prorogare la possibilità di concessioni per il suolo pubblico Lo stesso emendamento prevede la possibilità di installare strutture amovibili come dehors
1 Palazzo delle Poste, il senatore Damiani annuncia che il Ministero della Cultura sta per acquistarlo Palazzo delle Poste, il senatore Damiani annuncia che il Ministero della Cultura sta per acquistarlo Il parlamentare di Forza Italia ripercorre l'iter che ha portato a questo punto
6 Barletta in serie D, «un bellissimo regalo per i 100 anni della società» Barletta in serie D, «un bellissimo regalo per i 100 anni della società» Il pensiero del senatore Damiani dopo la vittoria di ieri
1 Semplificazione e buone pratiche, Damiani commenta il bilancio Bar.S.A. Semplificazione e buone pratiche, Damiani commenta il bilancio Bar.S.A. Il senatore di Forza Italia: «Nella città di Barletta la gestione dei rifiuti si conferma virtuosa»
1 Nuove opportunità per Barletta con le Zone Economiche Speciali Nuove opportunità per Barletta con le Zone Economiche Speciali Tematica al centro della conferenza tenuta dal senatore Dario Damiani
1 «L'Ufficio scolastico provinciale della BAT è realtà» «L'Ufficio scolastico provinciale della BAT è realtà» Soddisfatto il senatore Damiani di Barletta
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.