Farmacia
Farmacia
La città

«Di notte le farmacie di Barletta sono esposte a molti pericoli»

L’appello di una farmacista: «Facciamo subito qualcosa prima di eventi irrimediabili»

Le farmacie rappresentano per una città il luogo di presidio della salute, a cui rivolgersi per un aiuto o un'emergenza quando si sta male. Desta preoccupazione la segnalazione giunta da una farmacista di Barletta, che vorrebbe divulgare un appello a tutta la cittadinanza a seguito di un brutto episodio accaduto questa notte, per sensibilizzare tutti alla necessità di maggiori controlli a tutela della vivibilità della nostra città.

«Stanotte abbiamo vissuto un vero incubo: con atteggiamento molesto e insistente sono arrivati in farmacia due uomini di nazionalità marocchina in evidente stato di alterazione che pretendevano psicofarmaci, assolutamente non vendibili senza prescrizione medica. Non riuscivamo a mandarli via. Abbiamo chiamato i Carabinieri e il 118 per risolvere la situazione, ma abbiamo avuto davvero paura».

«Le farmacie che fanno il turno di notte sono esposte a molti pericoli – racconta ancora la farmacista - considerando che c'è molta gente beatamente in giro in piena notte che si rivolge a noi come se fossimo normalmente in pieno giorno, persino per un pacchetto di caramelle. È intollerabile e preoccupante, soprattutto di notte, vedere che girano in città questi uomini che si stonano, comprano vino a pochi centesimi e pretendono farmaci, diventando così incoscienti dei gesti che fanno o potrebbero fare. Sarebbe meglio non dare a queste persone quei soldi che chiedono al di fuori dei supermercati e delle attività, perché così alimentiamo ancora di più questo pericolo».

«Non viviamo in una grossa metropoli, siamo a Barletta, una città di 100mila anime: conosciamo la nostra città e dovremmo fare subito qualcosa per prevenire eventi irrimediabili. Come possiamo risolvere questo problema prima che diventi sempre più pericoloso?».
  • Situazione di pericolo
Altri contenuti a tema
Barletta a "Chi l'ha visto", denunciati atti di bullismo Barletta a "Chi l'ha visto", denunciati atti di bullismo Pietre contro l'abitazione dei fratelli Monteverde
Alcolisti senza tetto, un problema reale a Barletta Alcolisti senza tetto, un problema reale a Barletta Il responsabile della Caritas Lorenzo Chieppa: «Chiediamo la convocazione di un tavolo permanente con ASL, Prefettura e Servizi Sociali»
2 Via Don Luigi Filannino, furti e paura. I residenti: «Siamo preoccupati» Via Don Luigi Filannino, furti e paura. I residenti: «Siamo preoccupati» Sta nascendo un comitato di quartiere per affrontare la situazione
Crollo via Curci, il sindaco incontra le famiglie sfollate Crollo via Curci, il sindaco incontra le famiglie sfollate "Per rientrare nella palazzina ci vorrà tempo: vi garantiremo assistenza immediata"
Via Curci, quelle macerie che ricordano il crollo di via Roma Via Curci, quelle macerie che ricordano il crollo di via Roma Una palazzina sventrata e un bilancio di tre feriti ustionati
Amianto spezzato e abbandonato in un sacchetto dei rifiuti Amianto spezzato e abbandonato in un sacchetto dei rifiuti Il ritrovamento nei pressi della chiesa del Crocifisso
Bici elettriche e ragazzi senza limiti, una lettera al sindaco Cannito Bici elettriche e ragazzi senza limiti, una lettera al sindaco Cannito «Perché aspettare che qualcuno si faccia seriamente male?»
Maggiori controlli sulle bici elettriche, interviene Fareambiente Puglia Maggiori controlli sulle bici elettriche, interviene Fareambiente Puglia «Stiamo assistendo quotidianamente al preoccupante uso indisciplinato di tali mezzi»
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.