Antonio Riccheo
Antonio Riccheo
Tennis

L'incordatore barlettano Antonio Riccheo tra le stelle del tennis

È stato a capo del team nel torneo di Astana in Kazakistan

Un barlettano tra le stelle del tennis. Tra i protagonisti del torneo ATP di Astana in Kazakistan c'è stato anche Antonio Riccheo, capo del team degli incordatori. Quella dell'incordatore è una figura specializzata istituita nel 2020 dalla Federazione Italiana Tennis per consentire ai tennisti di avere a propria disposizione una professionalità che li sappia indirizzare verso la soluzione più idonea. Riccheo ha partecipato al primo bando FIT che vide la nomina di 10 incordatori. Da quel momento è iniziata la sua ascesa inarrestabile tanto da portarlo a prender parte ad un torneo con la partecipazione di Novak Djokovic (poi vincitore), Medvedev, Tsitispas, Rublev, Aliassane e tutte le stelle del firmamento tennistico mondiale.
D B FA F B D EE EED E D F E E EDE B DE E D EBEB DB A E CB ED B CCD CAA E BA C F BB C AE D E B EB BBABB EF D A F A DA FC E C D D E F CCB FBA C AD BE AB C DE BD A A C FB BF E E D E B EE FD BC ACE FE C C FDDA E BBB B B C C CE FFA B D B A E C F FF DD C CF AF CB AA F E EEDF DAA A E A EC AB E E B FBBCEC B F CDF AE D
«Quella di Astana è stata un'esperienza bellissima. Ero a capo - ha spiegato Riccheo - di un team formato da 5 persone e abbiamo incordato più di 500 racchette in 8 giorni. Ogni giocatore veniva da me personalmente e mi riferiva tensioni e orario preciso in cui voleva fosse incordata la sua racchetta. L'incordatore è una figura importante, quella a cui il giocatore e il suo team affidano le proprie speranze. Si crea un rapporto davvero confidenziale con i ragazzi e per questo motivo Novak Djokovic ha deciso di ringraziarmi personalmente per il lavoro svolto donandomi la sua maglia autografata».

Quella di Astana non è stata la prima esperienza ad alti livelli per Riccheo che ha dal 2016 ad oggi preso parte anche a 4 challenger ATP, 1 ITF da 15000 dollari, 2 finali scudetto, 1 ATP da 250 ed uno da 500. Nel futuro di Antonio Riccheo c'è la possibilità di accrescere ancora la sua professionalità ed aspirare a traguardi ancora più importanti.
  • tennis
Altri contenuti a tema
Tennis, la Bat nella finale del torneo tra province. Crescente: «Una partecipazione storica» Tennis, la Bat nella finale del torneo tra province. Crescente: «Una partecipazione storica» Il commento della neo assessora allo sport che oggi pomeriggio saluterà la squadra
Tennis: il piccolo barlettano Michele Piazzolla non si ferma più Tennis: il piccolo barlettano Michele Piazzolla non si ferma più Barletta sogna un nuovo futuro campione
Challenger ATP “Città della Disfida”, trionfa il 25enne portoghese Nuno Borges Challenger ATP “Città della Disfida”, trionfa il 25enne portoghese Nuno Borges È il suo primo trofeo in carriera. Secondo il serbo Miljan Zekic
Challenger ATP “Città della Disfida”, sarà finale tra Nuno Borges e Zekic Challenger ATP “Città della Disfida”, sarà finale tra Nuno Borges e Zekic La coppia russa Karlovskiy-Tiurnev vince il torneo di doppio. Si arresta in semifinale la corsa del 18enne Luca Nardi
1 Tennis, il 18enne Luca Nardi vola in semifinale a Barletta Tennis, il 18enne Luca Nardi vola in semifinale a Barletta Domani Nardi affronterà il serbo Zekic
Challenger ATP “Città della Disfida”: Darderi cede a Nuno Borges, mentre Kolar si aggiudica la battaglia contro Sels Challenger ATP “Città della Disfida”: Darderi cede a Nuno Borges, mentre Kolar si aggiudica la battaglia contro Sels Nell’attesa del match Nardi-Blancaneaux, completato il quadro delle semifinali e della finale di doppio
Challenger ATP “Città della Disfida”, terza giornata: due italiani ai quarti di finale Challenger ATP “Città della Disfida”, terza giornata: due italiani ai quarti di finale Luca Nardi (ritiro di Copil), e Luciano Darderi, al termine di una battaglia contro il francese Couacaud, tengono ancora vive le speranze tricolore
Tennis in carrozzina: tra inclusione e autoironia al Circolo Tennis “Hugo Simmen” Tennis in carrozzina: tra inclusione e autoironia al Circolo Tennis “Hugo Simmen” «Non ci sono più scuse. Si può giocare a tennis in questo circolo o in altri più piccoli»
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.