Calcio
Calcio
Calcio

Il Barletta domina, soffre e poi regola per 4-1 un buon Canosa

Sesta affermazione consecutiva per i biancorossi

Due sono le certezze maturate al termine dell'incontro fra Canosa e Barletta 1922: la prima é che se il Canosa di mister Gino Zinfollino è questo, non dovrebbe fare fatica a salvarsi, nonostante lo zero in classe dopo sei partite; la seconda, nonché la più importante per i tifosi biancorossi, é che al settimo anno di Eccellenza finalmente possiamo parlare di un Barletta non solo forte, ma cinico quanto basta per ambire finalmente a lasciare una volta per tutte i campionati dilettantistici regionali.

Si perché il 4-1 con il quale, battendo in "trasferta" il Canosa, i ragazzi di mister Farina hanno conquistato il sesto successo iniziale consecutivo in campionato, é punteggio che punisce oltre misura i padroni di casa, autori di un' ottima prova soprattutto nella lunga fase di gara che va dal sollecito doppio vantaggio barlettano fino al gol del 3-1 segnato su rigore da Morra, per poi alzare definitivamente bandiera bianca dopo l'espulsione del ruvido difensore Sané.

L' avvio di gara é di netta marca biancorossa e vede gli uomini di Farina sfiorare il vantaggio dopo appena trenta secondi con Sané, che intervenendo alla disperata su cross dalla destra di Sante Russo colpisce in pieno la traversa della propria porta.

Il vantaggio del Barletta è solo rinviato di qualche minuto e arriva al 7' con Vicedomini, che su calcio di punizione da sinistra, da posizione piuttosto decentrata, beffa l'estremo canosino Taborda, apparso in questa occasione tutt'altro che irreprensibile.

Tre minuti più tardi il Barletta raddoppia: grande apertura sulla sinistra di Cafagna per Lavopa, il quale mette al centro un pallone che Pignataro manda in rete con un precisissimo colpo di testa.

Gara già indirizzata? Tutt'altro. Al 12' infatti l'attaccante canosino Asseliti sorprende una disattenta difesa barlettana e supera Tucci in diagonale, ma il signor Albione di Lecce (molto contestato dai padroni di casa) annulla per un fuorigioco molto dubbio.

Al 30' D'Ascoli centra per Massari, che di testa impegna Tucci in un difficile intervento.
Sul conseguente calcio d'angolo il Canosa va in rete con Sangaré, che approfitta di un maldestro intervento di Gasbarre e batte Tucci.

Il Barletta, piuttosto sbilanciato dalla presenza contemporanea di quattro attaccanti, soffre maledettamente le veloci ripartenze del Canosa, che al 41' va ancora in gol, questa volta con Massari, ma l'arbitro annulla ancora una volta per un fuorigioco che, nonostante le vivaci proteste rossoblu, stavolta sembra esserci.

La difesa biancorossa pare però decisamente in bambola, e al 42' viene letteralmente graziata da Caputo, che spara altissimo a due passi da Tucci. Le squadre vanno così al riposo sul punteggio di 2-1 per il Barletta: davvero un affare, visto il difficile finale di primo tempo.

A inizio ripresa Farina registra meglio la squadra togliendo l'esterno offensivo Russo ed inserendo capitan Pollidori. La gara si mantiene tuttavia piuttosto equilibrata, fino al 59' quando su cross da sinistra di Marangi Gasbarre colpisce il palo. Sugli sviluppi dell'azione Cafagna viene affrontato fallosamente in area con l'arbitro che non può fare altro se non concedere l'evidente rigore che Vito Morra trasforma impeccabilmente spiazzando Taborda, portando il punteggio sul 3-1.

A questo punto gli animi si accendono e al 75' Sanè, già ammonito e già più volte graziato dall'arbitro, viene a contatto con Telera e subisce l'inevitabile cartellino rosso.
È praticamente la parola fine della contesa, che tuttavia sarà certificata dal gol del 4-1 di Lavopa, che su azione da corner scaraventa in rete una corta respinta della difesa canosina.
  • Asd Barletta 1922
Altri contenuti a tema
Il Barletta fa "dodici" Il Barletta fa "dodici" Lavopa e super-Pignataro stendono un buon Team Orta Nova
1 Barletta 1922:  adesso è fuga vera Barletta 1922: adesso è fuga vera I biancorossi vincono anche lo scontro diretto contro il Corato e prendono il largo in classifica
Eccellenza Puglia: e venne il giorno della supersfida fra Barletta e Corato Eccellenza Puglia: e venne il giorno della supersfida fra Barletta e Corato Al “San Sabino” si gioca domenica il big match che potrebbe già decidere le sorti del Girone A
Coppa Italia Eccellenza: il Barletta strapazza il San Severo e vede la finale Coppa Italia Eccellenza: il Barletta strapazza il San Severo e vede la finale I biancorossi si impongono per 5-1 nella prima gara del triangolare di semifinale regionale
Il Barletta vince anche a Vieste e tiene a distanza le rivali Il Barletta vince anche a Vieste e tiene a distanza le rivali Una zampata di Pignataro regola l’Atletico Vieste e regala ai biancorossi l’ottava meraviglia
Eccellenza Puglia: Barletta 1922 a Vieste per consolidare il primato Eccellenza Puglia: Barletta 1922 a Vieste per consolidare il primato Biancorossi in terra garganica per una sfida non certo banale
Eccellenza pugliese: Barletta forza quattro anche contro il Real Siti Eccellenza pugliese: Barletta forza quattro anche contro il Real Siti Settima vittoria iniziale consecutiva per i biancorossi
Coppa Italia Eccellenza: il Barletta 1922 espugna Trinitapoli Coppa Italia Eccellenza: il Barletta 1922 espugna Trinitapoli Un missile di Nannola porta i biancorossi ai gironi di semifinale regionale
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.