Ruggiero Quarto JPG
Ruggiero Quarto JPG
Politica

Treno Bari-Napoli, «manca la fermata nella stazione di Barletta»

Quarto: «La decisione è penalizzante per un bacino di circa 1,3 milioni di residenti»

«Il Ministro delle Infrastrutture Paola De Micheli ha annunciato per il 28 marzo il ripristino, dopo oltre 20 anni, del collegamento ferroviario diretto tra Bari e Napoli, con due coppie di treni andata e ritorno e un tempo di percorrenza di tre ore e mezza. E' una buona notizia - scrive il senatore barlettano Ruggiero Quarto - in attesa dell'avvio dei lavori che si prevede finiranno nel 2026 per il completamento della linea ad alta velocità ed alta capacità Bari-Napoli, per cui sono stati stanziati 6 miliardi di euro e che consentirà ai treni di viaggiare a velocità di 250 Km/h, riducendo notevolmente i tempi di viaggio.

Devo tuttavia constatare che, pur trovandosi sul percorso del treno, attualmente previsto no-stop, la mancata fermata nella stazione di Barletta, che si aggiunge a quella di Foggia per via dell'utilizzo della deviazione denominata "baffo Cervaro", è penalizzante per un bacino di circa 1,3 milioni di residenti. Per questi ultimi infatti, a differenza dei cittadini di Caserta e Benevento che dispongono rispettivamente di quarantacinque e tre collegamenti giornalieri diretti col capoluogo partenopeo, le uniche soluzioni disponibili sono quelle che prevedono almeno un cambio a Caserta. Pertanto, dopo aver informato il Presidente della Commissione Trasporti in Senato, Mauro Coltorti, che ne condivide le ragioni, ho segnalato a Trenitalia l'opportunità e la necessità di coinvolgere anche le stazioni escluse, al fine di consentire l'utilizzo della tratta diretta Bari-Napoli a un maggior numero di utenti.

Infatti, come già avvenuto per la tratta Bari-Roma, l'aggiunta di una fermata nella stazione di Barletta ha portato un notevole vantaggio per il territorio e ad un incremento di viaggiatori, a dimostrazione della validità della soluzione applicata.

Le fermate a Barletta e Foggia comporterebbero rispettivamente una dilatazione dei tempi di percorrenza di circa 5 e 20 minuti. Se Trenitalia dovesse ritenere eccessivo il tempo totale di viaggio, si potrebbe integrare perlomeno la fermata di Barletta, che influisce in maniera irrilevante sul tempo di viaggio.

Ricordiamoci sempre che incrementare l'offerta di trasporto pubblico significa anche limitare la circolazione dei mezzi privati, garantendo, quindi, una mobilità più sostenibile. Il sud deve colmare un gap infrastrutturale che perdura da ormai troppo tempo. Il cambiamento parte anche da qui» conclude Quarto..
  • Ruggiero Quarto
  • Treno
Altri contenuti a tema
10 Un supermercato ai piedi del castello di Barletta, la vicenda arriva in Senato Un supermercato ai piedi del castello di Barletta, la vicenda arriva in Senato L'intervento di Ruggiero Quarto: «Mi appello al Ministero dei Beni Culturali affinché tuteli l’area in oggetto»
"Tutela dell’ambiente e sviluppo", online il webinar del senatore Quarto "Tutela dell’ambiente e sviluppo", online il webinar del senatore Quarto Il convegno sarà trasmesso in diretta streaming dalla webtv del Senato e dalla pagina Facebook del Movimento 5 Stelle Senato
Rischi naturali, l'incontro con il senatore Ruggiero Quarto: presente anche il ministro Cingolani Rischi naturali, l'incontro con il senatore Ruggiero Quarto: presente anche il ministro Cingolani «La politica oltre che governare l'emergenza ha il dovere di progettare il futuro post-pandemico del Paese»
Italia City Branding, Quarto: «Un'opportunità per investire in infrastrutture» Italia City Branding, Quarto: «Un'opportunità per investire in infrastrutture» Il senatore del M5S invita le amministrazioni pugliesi a candidarsi al bando
2 Palazzo delle Poste, Quarto: «Acquisire ulteriori immobili ci deve far riflettere» Palazzo delle Poste, Quarto: «Acquisire ulteriori immobili ci deve far riflettere» «Urge aprire un dibattito pubblico per individuare una strategia chiara e lungimirante che riguardi tutti i beni monumentali comunali»
1 Rischio assembramenti sui treni regionali anche a Barletta Rischio assembramenti sui treni regionali anche a Barletta «Viaggiatori menefreghisti, oppure scarsa repressione?»
Viaggi in treno, il ministro Speranza: «Obbligo di mascherina e distanziamento» Viaggi in treno, il ministro Speranza: «Obbligo di mascherina e distanziamento» Il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato l'ordinanza con cui si impedisce di occupare tutti i posti sui convogli
2 giugno, Ruggiero Quarto: «Dedico la ricorrenza alle vittime del Covid-19» 2 giugno, Ruggiero Quarto: «Dedico la ricorrenza alle vittime del Covid-19» «Una Repubblica è tanto più grande, quanto più si sa stringere attorno ai concittadini “caduti” e sofferenti»
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.