Sanità
Sanità
Servizi sociali

Mamma e figlia, insieme in ospedale: la storia condivisa da Asl BT

La donna, accudendo la figlia positiva al Covid, è stata assistita per un'altra patologia

«Le chiameremo Chiara e Serena e ci diremo che hanno 50 e 20 anni. Perché età e nomi hanno poca importanza. Quello che importa è la loro storia». Lo riporta il canale social della Asl BT.

«Chiara e Serena sono mamma e figlia e hanno avuto l'una bisogno dell'altra. Serena si è ammalata di Covid, non si sa come. Febbre e mal di pancia, poi il pronto soccorso e poi il ricovero. Ma Serena ha sempre bisogno della sua mamma che è negativa al Covid. Da sola in ospedale non può stare. Una storia semplice, solo nella forma però, perché nella sostanza le cose a volte si complicano enormemente. La richiesta di poter assistere sua figlia è rimbalza da una scrivania a un'altra per diventare immediatamente un "si". Ad accoglierle è stato un reparto di quelli riconvertiti nell'arco di poche ore. Tutto sembrava procedere bene (Serena sta sempre meglio) fino a quando Chiara, la mamma, non ha cominciato a stare male. "Sintomi riconducibili al covid", si sono detti subito i medici poi smentiti da un tampone negativo. Gli esami del sangue hanno evidenziato un quadro più complesso.

"I troppi impegni di mamma non mi hanno consentito negli ultimi anni di prendermi troppa cura di me, di fare anche dei semplici controlli - racconta Chiara - per fortuna questo episodio acuto è arrivato proprio ora che sono in ospedale con mia figlia". Lo sottolineano anche i clinici: "abbiamo avuto la possibilità di intervenire subito".

"Le nostre storie sono intrecciate - aggiunge Chiara - abbiamo l'una bisogno dell'altra e insieme affronteremo anche questa storia, grazie all'aiuto e al sostegno degli operatori sanitari e di tutti quelli che ci aspettano a casa"».
  • Sanità
  • Asl Bt
Altri contenuti a tema
Vaccini, cambio di calendario per le somministrazioni a Barletta Vaccini, cambio di calendario per le somministrazioni a Barletta Prime dosi riprogrammate fino al 3 giugno
La Sottosegretaria alla Difesa a Barletta per visitare l'ospedale militare La Sottosegretaria alla Difesa a Barletta per visitare l'ospedale militare La senatrice Stefania Pucciarelli ha visitare il posto medico avanzato con il direttore generale dell'Asl Bt
200 pazienti Covid ricoverati tra Barletta e Bisceglie 200 pazienti Covid ricoverati tra Barletta e Bisceglie Ripristinata al "Dimiccoli" l'attività operatoria di Otorinolaringoiatria
Vaccini anti-Covid, anche a Barletta verranno anticipate le prime dosi per i nati nel '51 e '52 Vaccini anti-Covid, anche a Barletta verranno anticipate le prime dosi per i nati nel '51 e '52 I cittadini prenotati saranno richiamati attraverso il recall telefonico
Vaccini anti-Covid, ieri le seconde dosi per il personale scolastico Vaccini anti-Covid, ieri le seconde dosi per il personale scolastico Attese per il pomeriggio quasi 12mila dosi di Pfizer
2 Visite straordinarie a pazienti in terapia intensiva: la commissione Sanità approva la proposta di legge Visite straordinarie a pazienti in terapia intensiva: la commissione Sanità approva la proposta di legge Caracciolo: "Ci sono protocolli che già sono stati testati in altre regioni, che sono assolutamente sostenibili"
Covid, a Barletta proseguono le vaccinazioni anche con i medici di base Covid, a Barletta proseguono le vaccinazioni anche con i medici di base Nella Asl Bt oggi sono state somministrate più di 2mila dosi
Vaccini anti-Covid, da lunedì al via le somministrazioni dai 79 ai 70 anni anche a Barletta Vaccini anti-Covid, da lunedì al via le somministrazioni dai 79 ai 70 anni anche a Barletta Si concluderanno oggi le prime 220 vaccinazioni ai pazienti oncologici del Dimiccoli
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.