Suor Placida
Suor Placida
Religioni

Madre Maria Placida Sfregola è entrata nella casa del Padre

Per diversi anni al Monastero San Ruggero di Barletta, poi divenuta Priora del Monastero umbro di Castel Ritalti

La avevamo ricordato il 14 novembre u.s., data in cui compì 75 anni dalla professione religiosa. A farle corona la Comunità Monastica delle Benedettine Celestine di Castel Ritaldi (Pg), una rappresentanza delle Monache Benedettine di San Ruggero e del clero di Barletta (don Angelo Dipasquale, don Michele Torre, don Sabino Lattanzio, don Francesco Fruscio, don Rino Mastrodomenico). Apprendiamo che, in data odierna, a causa di un'occlusione intestinale è deceduta.

Madre Placida, al secolo Giovina, originaria della Parrocchia di San Giacomo di Barletta, si è formata sotto la guida spirituale del viceparroco, il Venerabile Servo di Dio don Ruggero Caputo. Cessata la Seconda Guerra Mondiale, l' 8 settembre 1945 entrò nel Monastero delle Benedettine Celestine di San Ruggero in Barletta, prima figlia spirituale claustrale della numerosissima schiera della vocazioni femminili suscitate dallo zelo apostolico di Don Caputo (circa 150 religiose da lui suscitate).
Il 24 ottobre 1946, con altre due sue amiche di parrocchia, Suor M. Celestina Piazzolla e suor M. Michelina Piazzolla, fu rivestita dell' abito monastico e il 14 novembre 1947 emise la Professione Semplice dei Voti, seguita da quella Solenne il 10 febbraio 1951.
In Monastero fu raggiunta dalla sorella Rosa. Fedele alla Regola abbracciata di San Benedetto, ha vissuto i suoi lunghi anni nell' osservanza dell' "Ora, labora et lege".
Nel 1967 l' obbedienza la destinò come Priora nel Monastero umbro di Castel Ritaldi, dove risiede, ancora vigile esempio di vita consacrata tra le amate figlie spirituali Filippine, da lei generate alla vita monastica, nonostante la veneranda età di quasi 99 anni.
Apprendiamo altresì che, in data 18 novembre, ha inviato a Papa Francesco un lettera con la quale gli raccomandava il Venerabile Don Ruggero Caputo (a lui deve la scelta della vita consacrata, divenendone la prima ad avviarsi verso quel tipo di vocazione), al fine di avviarlo alla beatificazione, anche in assenza del miracolo, per il fatto di avere "generato centinaia di vocazioni alla consacrazione al Signore".
  • Chiesa di San Giacomo
Altri contenuti a tema
5 Barletta e i giorni dell'Avvento, don Sabino: "Non perdete la speranza" Barletta e i giorni dell'Avvento, don Sabino: "Non perdete la speranza" Il parroco di San Giacomo, in isolamento per Covid, rivolge un pensiero di fiducia e serenità per il Natale
1 35 anni di sacerdozio per don Sabino Lattanzio 35 anni di sacerdozio per don Sabino Lattanzio Parroco di San Giacomo Maggiore, è stato ordinato sacerdote il 29 giugno 1985
40° anniversario della morte di Don Ruggiero Caputo, la celebrazione eucaristica 40° anniversario della morte di Don Ruggiero Caputo, la celebrazione eucaristica Vedrà la partecipazione dell’Azione Cattolica Diocesana
Luigi Lanotte, l’arte del pittore barlettano, e il “suo” San Ruggiero Luigi Lanotte, l’arte del pittore barlettano, e il “suo” San Ruggiero L’artista è impegnato nei bozzetti di un quadro per la chiesa di San Giacomo
La Parrocchia di San Giacomo a Barletta festeggia san Michele La Parrocchia di San Giacomo a Barletta festeggia san Michele Con una serie di iniziative si darà onore al Santo che Dio ha scelto difensore del Creato
La Parrocchia di San Giacomo festeggia il Sacratissimo Cuore di Gesù La Parrocchia di San Giacomo festeggia il Sacratissimo Cuore di Gesù Domenica avrà il suo culmine in via Pistergola, da sempre identificata con il nome di "strada del Cuore di Cristo"
I tesori di San Giacomo esposti per la Notte Bianca di Barletta I tesori di San Giacomo esposti per la Notte Bianca di Barletta Sarà possibile visionare gli stessi reperti anche per le "Giornate Europee del Patrimonio"
Parcheggio selvaggio blocca carro funebre, il feretro portato a spalla Parcheggio selvaggio blocca carro funebre, il feretro portato a spalla Il mezzo non avrebbe potuto raggiungere la chiesa, «città in balia dell'inciviltà»
© 2001-2023 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.