Don Sabino
Don Sabino
Religioni

Don Sabino Lattanzio nominato postulatore della causa di beatificazione del cardinale Agustoni

Il cardinale è considerato uno dei pilastri delle Suore “Figlie di Santa Maria di Leuca”

Il Postulatore Diocesano mons. Sabino Amedeo Lattanzio è stato nominato dalla Superiora Generale dell'Istituto delle Figlie di Santa Maria di Leuca, Madre Ilaria Nicolardi, Postulatore della Causa di Beatificazione e Canonizzazione del Servo di Dio Card. Gilberto Angelo Agustoni, Prefetto Emerito della Segnatura Apostolica.

Il suddetto Servo di Dio è nato a il 26 luglio 1922 a Schaffhausen, nella Svizzera orientale. Dopo la Venerabile Fondatrice Madre Elisa Martinez è ritenuto dalle Suore "Figlie di Santa Maria di Leuca" "garante" del loro carisma. Il vincolo a questo Istituto Religioso pugliese ammonta al 1950 quando, giunto a Roma a servizio della Santa Sede in qualità di segretario del Card. Alfredo Ottaviani, allora Assessore del Sant'Uffizio, prenderà domicilio presso le Figlie di Santa Maria di Leuca, cominciando a far parte già da allora di quella Famiglia Religiosa. Il Servo di Dio resterà nella Città Eterna fino alla morte, servendo con generoso impegno e filiale sottomissione i sette Pontefici - cominciando da Pio XII – che si susseguiranno nella Sede Apostolica, i quali gli affidarono svariati e molteplici incarichi di fiducia nei vari Dicasteri Romani.

Il Cardinale Agustoni è divenuto "un unicum" con la succitata Famiglia Religiosa pugliese, in quanto, oltre al lavoro assiduo e scrupoloso nelle diverse mansioni in Vaticano, ha esercitato in mezzo a loro il suo ministero di pastore e di padre, contribuendo alla formazione delle suore, restando al fianco della Venerabile Madre Fondatrice e delle diverse Superiore Generali che a lei si succederanno. Per questo è considerato uno dei pilastri fondamentali dell'Istituto Religioso.

Il Servo di Dio è morto in concetto di santità il 13 gennaio 2017 in Roma presso la Casa Generalizia delle Figlie di Santa Maria di Leuca. Mons. Lattanzio è anche Postulatore delle Cause di Beatificazione e di Canonizzazione della Fondatrice delle Figlie di Santa Maria di Leuca, la Venerabile Serva di Dio Madre Elisa Martinez e della Serva di Dio Madre Teresa Lanfranco, Vicaria Generale del medesimo Istituto.
  • Diocesi
Altri contenuti a tema
Domenica mattina un incontro organizzato dalla Comunità del Seminario Domenica mattina un incontro organizzato dalla Comunità del Seminario Si svolgerà presso l’Anfiteatro del Castello
Don Giuseppe Tupputi è entrato nella casa del Padre Don Giuseppe Tupputi è entrato nella casa del Padre L’Arcivescovo invita alla preghiera. I funerali il 26 novembre
Spot Cei, presenti don Leonardo Sgarra e don Francesco Paolo Doronzo Spot Cei, presenti don Leonardo Sgarra e don Francesco Paolo Doronzo On air a novembre la campagna 2022 declinata su tv, web e stampa
14 Il padre barlettano Giuseppe Gissi è rientrato alla casa del Padre Il padre barlettano Giuseppe Gissi è rientrato alla casa del Padre Ha dedicato  la propria vita all'istruzione, educazione, catechesi, evangelizzazione e alla pastorale dei "sordomuti" 
Nuovi incarichi pastorali nella Diocesi Nuovi incarichi pastorali nella Diocesi La comunicazione di Mons. Leonardo D’Ascenzo
Università della Terza Età: sono aperte le nuove iscrizioni Università della Terza Età: sono aperte le nuove iscrizioni «Possono accedere all'Università della Terza Età coloro che abbiano superato i 30 anni, anche se privi di titolo di studio»
Convegno pastorale diocesano 2022, l'arcivescovo annuncia il programma Convegno pastorale diocesano 2022, l'arcivescovo annuncia il programma Tre date a ottobre, tutti i dettagli
Casa Miriam: la nuova struttura per i pazienti oncologici Casa Miriam: la nuova struttura per i pazienti oncologici Sarà inaugurata domenica 18 settembre a Barletta in collaborazione con la parrocchia Sacra Famiglia
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.