Castel del Monte
Castel del Monte
Viva

Da Gucci in poi: Castel del Monte vale più di un centesimo

La sfilata, la gloria, il “disordine controllato”, fare sistema fra pubblico e privato

Inauguriamo oggi sui portali del Viva Network uno spazio dedicato ad approfondimenti, riflessioni, opinioni. Al centro ci saranno temi di attualità, e non solo, elaborati dall'esperta penna della giornalista Lucia De Mari. Buona lettura!

Nel campo esoterico, il numero otto è il simbolo dell'infinito, il riflesso dello spirito nel mondo creato, dell'incommensurabile e dell'indefinibile. Sarà per questo che ben si coniuga con "la filosofia dell'imperfezione" di Alessandro Michele, direttore creativo di Gucci che ha scelto la strada del disordine controllato per rilanciare lo storico marchio con un linguaggio capace di parlare anche ai Millennials.

E quell' "otto" ripetuto e moltiplicato nelle torri e nei cortili, che il Puer Apuliae volle affacciato sulla sua Andria fidelis dall'altura della Murgia, coronerà l'evento dell'anno: questa sera in diretta nel vento e nello spazio, lì dove un tempo viveva l'Imperatore genius loci, una blindatissima catwalk presenterà a un manipolo di vips la nuova collezione uomo-donna firmata dal direttore creativo Alessandro Michele. E la Puglia si conferma protagonista dell'alta moda internazionale, grazie a un sito di incredibile valore universale riconosciuto e protetto come patrimonio dell'Unesco ormai da 26 anni: dopo Dior a Lecce, ecco Gucci a Castel del Monte con un evento che ha mobilitato decine di maestranze e professionalità anche del territorio, che ha riempito resort stellati di mezza regione, con ricadute economiche non sottovalutabili almeno nel breve periodo. Ma è sul lungo che bisognerebbe focalizzare.

E questa sera, almeno questa sera, non si vedranno le inspiegabili "deficienze" attorno al maniero federiciano (la viabilità vintage, la mancanza di bagni decenti, di un congruo servizio rifiuti, di una adeguata illuminazione, di un'accoglienza turistica degna, con certi scheletri non solo negli armadi): Castel del Monte apparirà straordinario più che mai, e per l'esilarante clamore percettivo delle sfilate questa volta i social esploderanno e i like abbonderanno di virgole e punti, in tutte le lingue del mondo, in tutte le pose e le dichiarazioni, fra emozioni e polemiche, e chi ci ha guadagnato e chi ci ha rimesso, e i detrattori e ed i sostenitori e gli hastag saranno infiniti.

D'altronde #weareinpuglia, what else?
  • moda
Altri contenuti a tema
Dai ricordi di Gianni Versace a Barletta all'appello al mondo del fashion locale Dai ricordi di Gianni Versace a Barletta all'appello al mondo del fashion locale Interviene Raffaele Patella: «Emozionante l'incontro con Santo Versace ospite nel nostro territorio»
Tagli di capelli uomo, ecco i migliori stili tra cui scegliere Tagli di capelli uomo, ecco i migliori stili tra cui scegliere La tendenza dell'anno è quella di acconciature naturali e strutturate
La barlettana Daria Modica Amore protagonista della campagna “Martini Dare To Be” La barlettana Daria Modica Amore protagonista della campagna “Martini Dare To Be” La campagna pubblicitaria sarà trasmessa per tutto il 2024 attraverso numerosi canali
Patrizia Calefato a Barletta per presentare il libro “La moda e il corpo” Patrizia Calefato a Barletta per presentare il libro “La moda e il corpo” Appuntamento oggi alle ore 19.00
CityModa presenta a Molfetta il "Denim Event" CityModa presenta a Molfetta il "Denim Event" Moda, musica e intrattenimento con i brand Lee e Wrangler
A Barletta si celebrano le donne del mondo con l’evento inclusivo  “La moda ha i colori dei chakra" A Barletta si celebrano le donne del mondo con l’evento inclusivo  “La moda ha i colori dei chakra" Una iniziativa per celebrare l'arte orafa e sartoriale made in Puglia organizzata dall'associazione Divine del Sud
"L'Âme des Couleurs" da Barletta alla Parigi Fashion Week 2024 "L'Âme des Couleurs" da Barletta alla Parigi Fashion Week 2024 Il marchio made in Italy di Maria Filannino: una storia che unisce eleganza e creatività
La strada diventa passerella: flash mob di "moda itinerante" a Barletta La strada diventa passerella: flash mob di "moda itinerante" a Barletta Presentati in modo originale i capi d’abbigliamento realizzati dall’Istituto Professionale “Archimede”
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.