Cosimo Cannito
Cosimo Cannito
Politica

Cannito: «Se avrete fiducia in me, il 26 giugno avremo Barletta libera»

È il discorso avvenuto in dal palco in piazza Caduti

«Un solo anno e mezzo di amministrazione, al netto di una pandemia mondiale». Dal palco in piazza Caduti il candidato Sindaco Mino Cannito, già primo cittadino di Barletta da giugno 2018 a ottobre 2021, rivendica il lavoro prezioso compiuto pur nelle gravi difficoltà degli ultimi due anni, bruscamente interrotto proprio in una delle fasi in cui la città avrebbe avuto maggior bisogno di una guida politica per affrontare l'emergenza sanitaria ed economica.

E punta a riannodare quel filo spezzato, rimettendosi in gioco attraverso il dialogo diretto con i cittadini, in una campagna elettorale alle battute finali vissuta in un crescendo di partecipazione collettiva inconsueta ormai di questi tempi, in cui il contatto diretto è spesso sostituito dai contatti social. A raccogliere il suo appello una piazza gremita, attenta e partecipe. Il punto di forza di questa difficile e complessa campagna elettorale comunale, che si concluderà con un ultimo incontro pubblico questa sera, 24 giugno, alle 21.30 nel piazzale retrostante la Cattedrale, i contenuti concreti, le azioni realizzate e il programma da realizzare.

«In pochi mesi di amministrazione ho riaperto due scuole chiuse da anni, la D'Azeglio, simbolo della città, e la Collodi; ho realizzato la condotta idrica che impedisse l'allagamento delle strade, la rotatoria in via Foggia, che era una dannazione per i residenti a causa dell'inquinamento aereo e acustico; il lotto A del parco dell'Umanità, l'area verde in via Palmitessa, il sottopasso in via Milano; l'area verde in via Leopardi, il trabucco, il nuovo Comando di Polizia locale; abbiamo riqualificato le piazze Plebiscito e Principe Umberto; approvato il piano per l'abbattimento delle barriere architettoniche nel centro storico; beni confiscati alla mafia acquisiti al patrimonio comunale con la mia firma; il patto per la sicurezza urbana, come primo Comune firmatario; abbiamo accelerato fortemente il percorso per la riapertura dello stadio Puttilli, grazie al grande impegno del senatore Dario Damiani, sempre attento e presente in tutti questi anni di legislatura, pronto a raccogliere e finalizzare le istanze della città" e tanto altro ancora.

Dal passato al futuro, Cannito si concentra sul programma, sui progetti per una Barletta sempre più moderna ed efficiente, e soprattutto con una ritrovata forte identità, libera da condizionamenti esterni. Commercio, raccolta differenziata, manutenzioni, riconversione della zona industriale di via Trani, Zes, associazionismo, cultura e tradizioni locali, semplificazione burocratica: obiettivi da centrare nei prossimi 5 anni con la fiducia e il consenso dei cittadini per amministrare "la nostra città, la nostra!"», ha ribadito con orgoglio il candidato Sindaco Cannito.

«Noi forse non ci rendiamo conto delle nostre potenzialità, non sappiamo chi siamo. Io stesso l'ho scoperto andando a fare campagna elettorale nelle aziende: abbiamo imprenditori straordinari, con una creatività che fa andare Barletta in giro per il mondo. E diamo lavoro a una marea di persone, non solo in città. Gente di una qualità e di un prestigio nazionale e internazionale, che non ha mai chiesto nulla alla politica. Anche per loro, chi viene da fuori deve trovare una città pulita, decorosa, accogliente, fiorita. È quello che voglio, quello che stavo facendo». In conclusione, l'appello a recarsi a votare domenica 26 giugno: «Vorrei continuare ad amministrare la mia città con onestà, trasparenza e competenza, come facevo tutte le mattine, andando anche a portare il caffè e l'acqua agli operai, cosa che per me è un onore. Vi chiedo di restituirmi con il vostro voto il tempo che il Covid e i traditori di Barletta mi hanno sottratto. Sono forte, determinato, coraggioso e libero. Io sono una persona perbene. Se avrete fiducia in me, il 26 giugno avremo Barletta libera».
  • Cosimo Cannito
Altri contenuti a tema
19 Il sindaco Cannito sul Jova Beach: «Evento che resterà scolpito nei nostri occhi» Il sindaco Cannito sul Jova Beach: «Evento che resterà scolpito nei nostri occhi» I ringraziamenti del primo cittadino
3 Antonello Damato sulle dimissioni di Gianfrancesco: «Non appare un auspicio particolarmente roseo» Antonello Damato sulle dimissioni di Gianfrancesco: «Non appare un auspicio particolarmente roseo» «La Città è in attesa di governo e il treno deve partire»
Nonna Ninetta festeggia cento anni, presenti la famiglia e il sindaco Cannito Nonna Ninetta festeggia cento anni, presenti la famiglia e il sindaco Cannito La cittadina, classe 1922, ha festeggiato questo traguardo importante presso la "Casa Irene"
1 Le associazioni di Barletta: «Il sindaco Cannito conferma gli impegni presi» Le associazioni di Barletta: «Il sindaco Cannito conferma gli impegni presi» Ieri si è tenuto l'incontro tra il primo cittadino e la rete delle associazioni
ZES: il convegno con il Commissario Straordinario Guadagnuolo ZES: il convegno con il Commissario Straordinario Guadagnuolo L’incontro odierno è servito per creare un clima di fiducia intorno alle Zone Economiche Speciali
La prima squadra del Cannito bis: «Passione e coraggio per affrontare i problemi della città» La prima squadra del Cannito bis: «Passione e coraggio per affrontare i problemi della città» Il sindaco spiega: «Abbiamo adottato un criterio, gli assessori non sono stati scelti tra i consiglieri comunali»
Consiglio comunale, venerdì la cerimonia di proclamazione Consiglio comunale, venerdì la cerimonia di proclamazione Si completano le attività preparatorie della nuova macchina amministrativa
Il sindaco Cannito vara la nuova giunta: ecco i nomi Il sindaco Cannito vara la nuova giunta: ecco i nomi Vicesindaco l'avvocato Dileo, quattro le donne in squadra
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.