Buono e solidale
Buono e solidale
Servizi sociali

"Buono e solidale”, ragazzi speciali a lavoro con Despar-Centro Sud per la promozione dell’uva da tavola

Un gruppo di ragazzi con neuro-diversità protagonista del secondo appuntamento del progetto di inclusione lavorativa

Svolgeranno delle prestazioni lavorative regolarmente retribuite, al termine di un percorso formativo sul confezionamento e sulla promozione di uno dei prodotti tipici dell'autunno: l'uva. Sarà questo l'importante compito che un gruppo di ragazzi svolgerà per il secondo appuntamento di "Buono e Solidale", il progetto dedicato all'inclusione di lavoratori con neuro-diversità promosso da Despar Centro-Sud in collaborazione con la Cooperativa WorkAut (lavoro e autismo).

Dal 18 al 27 ottobre, in esclusiva in tutti i punti vendita del Centro-Sud Despar, Eurospar ed Interspar, sono in vendita circa 20.000 confezioni di uva mista senza semi da 1 kg preparate dai ragazzi, tutti maggiorenni, con la collaborazione del fornitore locale OP Agritalia. Il ricavato sarà devoluto alla Cooperativa WorkAut (lavoro e autismo) per il finanziamento di progetti futuri che consentano la necessaria continuità alle attività finalizzate all'inclusione e all'integrazione sociale dei ragazzi con neuro-diversità, resa ancor più difficile in questi duri mesi della pandemia.

«Per le persone con neuro-diversità questo tipo di esperienze socio-lavorative costituiscono uno stimolo importante per sentirsi sempre più parte della comunità – spiega Stefania Grimaldi, Presidente della Cooperativa Sociale WorkAut (lavoro e autismo). «Offrire con una sempre maggiore continuità opportunità lavorative è fondamentale per consentire lo sviluppo di abilità ed autonomie personali e garantire serenità e fiducia nel futuro sia ai lavoratori speciali che alle loro famiglie».

Aumentare e favorire le occasioni che permettano sempre maggiori opportunità di inclusione sociale sul territorio è uno degli obiettivi principali di Maiora, concessionaria del marchio Despar per il Centro-Sud, che dal 2019 è impegnata concretamente anche con il Comune di Trani per il progetto "Trani Autism Friendly", favorendo e semplificando la fruizione dei servizi e l'accoglienza delle persone con disturbo dello spettro autistico all'interno dei propri punti vendita nella Città.

«Trovare un impiego è molto difficile per i ragazzi con neuro-diversità, ed è fonte di ansia e preoccupazione per le loro famiglie» – spiega Pippo Cannillo, Presidente e Amministratore Delegato di Despar Centro-Sud. «È compito anche delle imprese impegnarsi per costruire un ambiente di lavoro che tenga conto sia delle difficoltà quanto delle potenzialità di ciascuna persona. Per questo secondo appuntamento con il progetto "Buono e Solidale" abbiamo infatti raddoppiato le giornate di lavoro per i ragazzi, oltre al quantitativo di merce in vendita».
Elezioni Amministrative 2022
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
  • solidarietà
Altri contenuti a tema
Zaini, quaderni e amore, la spedizione partita da Barletta è arrivata in Kenya Zaini, quaderni e amore, la spedizione partita da Barletta è arrivata in Kenya Obiettivo raggiunto: donati giocattoli e materiali per la scuola ai bambini di Meru
1 A cavallo per solidarietà, una raccolta fondi per la famiglia Tupputi A cavallo per solidarietà, una raccolta fondi per la famiglia Tupputi L'iniziativa dell'associazione "I Cavalieri del Mito" di Barletta
Zaini, quaderni e giocattoli in viaggio da Barletta al Kenya Zaini, quaderni e giocattoli in viaggio da Barletta al Kenya Si concretizza l'iniziativa "Dona uno zaino a un bimbo"
Solidarietà Ucraina, attivato un centro di raccolta a Barletta Solidarietà Ucraina, attivato un centro di raccolta a Barletta L'iniziativa dell'Ambulatorio popolare
Una raccolta fondi per la nuova sede AIPD Una raccolta fondi per la nuova sede AIPD L'Associazione italiana persone con sindrome di Down ha ottenuto la disponibilità dalle Ferrovie dello Stato
1 «Sognavo l’Africa da bambina, ma sono diventata cooperante grazie a “Un medico in famiglia”» «Sognavo l’Africa da bambina, ma sono diventata cooperante grazie a “Un medico in famiglia”» Antonella Morelli, giovane barlettana, racconta la sua missione umanitaria in Kenya
Due furgoni carichi di scarpe partiranno da Barletta per la rotta balcanica Due furgoni carichi di scarpe partiranno da Barletta per la rotta balcanica Raccolti i fondi per finanziare il viaggio grazie anche ad un importante contributo del Comune di Barletta
Epifania di cuore per i bimbi della Casa della Speranza di Barletta Epifania di cuore per i bimbi della Casa della Speranza di Barletta Calze ricche di dolci, giochi e libri donate dall'Arciconfraternita del Santo Legno della Croce
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.