Bancomat Truffa
Bancomat Truffa
Cronaca

Bancomat a rischio clone, arrestati rumeni a Barletta

Duplicavano i dati personali in una banca in pieno centro

Lontani i tempi dei furti ingegnosi e romantici con pochissimi mezzi e tanta fantasia. Ormai l'utilizzo della tecnologia più avanzata benchè alla portata di tutti, è norma nelle moderne truffe a discapito dei risparmiatori magari poco avvezzi a questi metodi criminosi. I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Barletta sono riusciti a scoprire un ingegnoso dispositivo per la clonazione dei dati relativi a bancomat e carte di credito, abilmente mimetizzato nello sportello bancomat di un Istituto di Credito di quel centro.

Un Maresciallo dei Carabinieri, recatosi alla banca per effettuare un prelievo bancomat, si è insospettito notando "qualcosa" di diverso. L'immediata indagine avviata ha permesso di disvelare un abile marchingegno ed una microcamera in grado di copiare i dati delle barre magnatiche e di filmare i codici digitati da ignari clienti. Dopo ore di appostamento, i Carabinieri sono infine riusciti a bloccare e trarre in arresto una coppia di rumeni proprio mentre stavano recuperando gli apparati informatici installati sullo sportello.

Queste genere di truffa era stata spesso messa in evidenza da programmi televisivi quali "Striscia la notizia" e altri simili, al fine di mettere in guardia gli abituali utilizzatori di Carte di credito o di debito. Abitualmente si riferivano a situazioni del centro-nord e forse v'era percezione che fosse un problema di quelle zone, comunque lontano da noi. Questaa notiziainvece dovrebbe ricordarci come questa forma di crimine non ha confini territoriali ed è dunque sempre buoa norma verificare che lo sportello da cui ci serviamo non abbia subito modifiche, telecamere più o meno nascoste o quant'altro possa servire a questi truffatori del XXI secolo.
4 fotoTecniche di clonaggio Bancomat
Rumeni Clonano Bancomat: tecniche usateRumeni Clonano Bancomat: tecniche usateRumeni Clonano Bancomat: tecniche usateRumeni Clonano Bancomat: tecniche usate
  • Carabinieri
  • Truffa
  • Bancomat
Altri contenuti a tema
Scoperta piantagione di marijuana alla foce dell'Ofanto Scoperta piantagione di marijuana alla foce dell'Ofanto Arrestati due giovani di Canosa di Puglia
1 Omicidio a Margherita di Savoia, indagato un minorenne di Barletta Omicidio a Margherita di Savoia, indagato un minorenne di Barletta Il coltello utilizzato è stato sequestrato dai Carabinieri
Incidente mortale a Ferragosto, il carabiniere barlettano era Eugenio Cosco Incidente mortale a Ferragosto, il carabiniere barlettano era Eugenio Cosco L'uomo, di 41 anni, lascia moglie e due figli
Movida più sicura, continuano i controlli dei Carabinieri a Barletta Movida più sicura, continuano i controlli dei Carabinieri a Barletta Predisposto anche un servizio contro il fenomeno dei furti d'auto
Malamovida, controlli dei Carabinieri nel centro di Barletta Malamovida, controlli dei Carabinieri nel centro di Barletta Ispezionati alcuni esercizi commerciali ed elevate sanzioni al Codice della Strada
Truffe agli anziani, i consigli dei Carabinieri di Barletta Truffe agli anziani, i consigli dei Carabinieri di Barletta Quattro gli incontri promossi dai militari dell’Arma a Barletta, Trinitapoli, San Ferdinando di Puglia e Margherita di Savoia
Oltre 4mila posti per Carabinieri: la presentazione della domanda Oltre 4mila posti per Carabinieri: la presentazione della domanda Fino all’11 agosto è possibile presentare la domanda attraverso il portale dei Carabinieri
Vicini agli anziani contro il pericolo truffe, sinergia tra chiesa e Carabinieri Vicini agli anziani contro il pericolo truffe, sinergia tra chiesa e Carabinieri La parrocchia di Sant'Andrea ha ospitato nei giorni scorsi un incontro dedicato ai più anziani
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.