Una passeggiata naturalistica lungo il litorale di Ponente a Barletta
Una passeggiata naturalistica lungo il litorale di Ponente a Barletta
Associazioni

Una passeggiata naturalistica lungo il litorale di Ponente a Barletta

Il resoconto dell'iniziativa dello scorso 5 maggio

Una mattinata stupenda quella di domenica scorsa 5 maggio all'insegna di una passeggiata naturalistica che un gruppo di associazioni in rete ha realizzato lungo il litorale di ponente a Barletta e che per l'occasione condivide una nota, firmata da Luigi Lanotte a nome delle seguenti associazioni: Argomenti 2000, Azione Cattolica Italiana, U.C.I.D., A.C.L.I., A.N.P.I., Insieme con la coppia, Rinnovamento nello Spirito, A.D.G.I., CARITAS, U.N.I.T.A.L.S.I., A.M.C.I., Retake, La prima radice, Agesci scout, Associazione Igino Giordani, Legambiente, SIGEA, Barletta più.

«Per il neoambientalismo di maniera, tenuto in gran cale dagli amministratori comunali, l'ambiente è la Cementeria, la Timac, l'aria pulita e poco o nient'altro. C'è invece molto di più, se ambiente è lo spazio considerato sotto il profilo naturalistico, terra e mare, relazione tra specie vegetali ed animali, rapporto tra mondo fisico e la vita in tutte le sue manifestazioni e se paesaggio è lo spazio inteso come sintesi di ambiente e territorio, di natura e storia, in cui è intrinseca la dimensione percettiva ed estetica.

Con la competentissima guida di Legambiente, con Raffaele Corvasce, e di Sigei, con Raffaele Lopez, portatori di una sensibilità per l'ambiente senza pari, i membri di una corposa rete di associazioni, di impronta cattolica e laica, hanno percorso la litoranea di Ponente per abbracciare uno scrigno di vite vegetali, vite animali e biodiversità oltremodo attrattive e fascinose.

Tra l'altro: il fratino ed il suo straordinario habitat, le dune, a difesa della costa, che rinascono, la flora spontanea diffusa, la poseidonia oceanica.

Ciò che addolora è che quella che stamane ci ha abbacinato è una natura che deve difendersi dalla insana aggressione dell'uomo. Avvertiamolo allora come dovere, e lo avvertano soprattutto Sindaco ed amministratori pubblici, quello di tutelare l'ambiente, salvaguardandolo nella sua complessità naturalistica e ponendo limiti alla potenza distruttiva dell'uomo. Da subito, perché non c'è più tempo».
  • Ambiente
Altri contenuti a tema
Il comitato di quartiere “Medaglie d’oro” chiede incontro al sindaco Cannito Il comitato di quartiere “Medaglie d’oro” chiede incontro al sindaco Cannito Sul tavolo la manutenzione del verde pubblico
Ministro dell'Ambiente in visita a Barletta, «disappunto per la gestione dell'invito all'incontro» Ministro dell'Ambiente in visita a Barletta, «disappunto per la gestione dell'invito all'incontro» La nota della presidente e dei componenti della Commissione Ambiente
L'associazione 3Place in campo per la pulizia del molo dei pescatori L'associazione 3Place in campo per la pulizia del molo dei pescatori 166 kilogrammi di rifiuti raccolti
11 Le associazioni ambientaliste a Palazzo di città: «Confronto costruttivo con l'amministrazione» Le associazioni ambientaliste a Palazzo di città: «Confronto costruttivo con l'amministrazione» Tanti i temi sul tavolo dell'incontro
Timac incontra i comitati ambientalisti di Barletta Timac incontra i comitati ambientalisti di Barletta L'esito del confronto avvenuto mercoledì nella sede di via Trani
Timac Agro risponde al Comitato OAP e convoca nuovo tavolo per l’ambiente a Barletta Timac Agro risponde al Comitato OAP e convoca nuovo tavolo per l’ambiente a Barletta L'invito verrà esteso a Comune, Provincia e organi di informazione
Uniti x l’Ambiente Barletta: «Approvata la delibera sulle questioni ambientali, ora incontro con la provincia» Uniti x l’Ambiente Barletta: «Approvata la delibera sulle questioni ambientali, ora incontro con la provincia» La nota dell'associazione ambientalista
Uniti x l'ambiente: «Bene il consiglio comunale monotematico, pronte altre iniziative» Uniti x l'ambiente: «Bene il consiglio comunale monotematico, pronte altre iniziative» La nota degli attivisti
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.