Un melograno dedicato a Claudio Lasala
Un melograno dedicato a Claudio Lasala
La città

Un melograno fiorirà a Barletta per ricordare Claudio Lasala

Oggi i ragazzi del C.A.Gi. hanno piantato l'arbusto per seminare memoria e speranza

La speranza crescerà insieme alla memoria e al ricordo di Claudio Lasala nei rami del piccolo melograno piantato oggi nei giardini della sede del C.A.Gi. in Piazza XIII Febbraio 1503. I referenti e i ragazzi del C.A.Gi. - il Centro Aperto Polivalente per Minori di Barletta -in collaborazione con l'amministrazione comunale hanno dato vita a questa simbolica iniziativa: oltre ai numerosi giovani che frequentano il centro per minori, insieme al Commissario prefettizio Francesco Alecci e alla Dirigente comunale del Settore Servizi Sociali Caterina Navach, erano presenti alla cerimonia anche i parenti di Claudio. A loro è stata consegnata questa lettera scritta dai ragazzi del C.A.Gi.

«A seguito del grave episodio accaduto qualche settimana fa, che ha visto perdere la vita ad un giovane ragazzo come noi, abbiamo pensato con la nostra coordinatrice e gli educatori del centro come potessimo in qualche modo far sentire il nostro sostegno sia ai parenti di Claudio ma anche all'intera comunità. Un simbolo, un gesto, qualcosa che arrivasse sin lassù a Claudio.

Pensiamo che la piantumazione di un albero nel nostro giardino sia una metafora della vita. L'albero affonda le sue radici nel terreno, cresce, cambia forma e colore a seconda delle stagioni, grazie alle cure e attenzioni che riceve dall'uomo. In particolare il melograno dà vita ad un frutto che sotto la dura scorza dona tanti chicchi rossi dolci e genuini. E questo è un po' come ci sentiamo noi ragazzi, mostrando molto spesso una corazza per nascondere i nostri sentimenti, emozioni e stati d'animo, così come i chicchi all' interno della melagrana rappresentano il lato positivo di ognuno di noi, simbolo di ricchezza di affetto, coesione e unità gli uni con gli altri. Spesso però basta un solo chicco marcio per rovinare l'intero frutto! Ed è proprio questo quello che è accaduto purtroppo!

È bastato un cocktail, un maledetto cocktail a scatenare quell'atroce avvenimento. Ma proviamo ora a pensare come schiacciando ogni singolo chicco possa ricavarsi un succo di benessere e di salute, che sta a significare come dalla morte possa nascere quel senso di consapevolezza e responsabilità. Claudio non ha fatto nulla di sbagliato per meritarsi questo, perché la violenza non è mai una cosa giusta e non deve esser mai giustificata. Claudio si è ribellato, Claudio ha detto no ad un sistema marcio, Claudio rappresenta la voce di noi tutti.

Parliamoci, confrontiamoci, sfoghiamoci con chi ci circonda, non teniamoci tutto dentro, perché noi ragazzi abbiamo bisogno di consigli, sostegno, conforto dai genitori, dagli insegnanti, dagli educatori e da tutte le figure adute di riferimento. Che quest'albero possa essere un ponte tra il cielo e la terra, tra noi e quanti come Claudio hanno perso la loro vita ingiustamente, e che ci spinga ad interrogarci e ricercare un senso del dovere e della civiltà, affinché il sacrifici o di Claudio non sia stato vano. Perché in fondo siamo TUTTI UN PO' CLAUDIO!!!! Ed è proprio per questo che...anche il C.A.Gi. dice NO ALLA VIOLENZA!»

Sulla pagina Facebook di BarlettaViva è disponibile la diretta della cerimonia.
10 fotoUn melograno dedicato a Claudio Lasala
Un melograno dedicato a Claudio LasalaUn melograno dedicato a Claudio LasalaUn melograno dedicato a Claudio LasalaUn melograno dedicato a Claudio LasalaUn melograno dedicato a Claudio LasalaUn melograno dedicato a Claudio LasalaUn melograno dedicato a Claudio LasalaUn melograno dedicato a Claudio LasalaUn melograno dedicato a Claudio LasalaUn melograno dedicato a Claudio Lasala
  • C.A.G.I.
Barletta contro la violenza

Barletta contro la violenza

Sensibilizzazione e informazione: i nostri approfondimenti per sostenere la lotta contro ogni forma di violenza

28 contenuti
Altri contenuti a tema
Accoglienza e sostegno ai ragazzi, alla scoperta del C.A.Gi. di Barletta Accoglienza e sostegno ai ragazzi, alla scoperta del C.A.Gi. di Barletta «Il melograno che abbiamo piantato farà diventare Claudio una presenza costante per i ragazzi, contro ogni oblio»
Bullismo: i ragazzi ne parlano con le istituzioni al Curci Bullismo: i ragazzi ne parlano con le istituzioni al Curci Molti dei presenti hanno ammesso di esserne stati vittima, un incontro che ha permesso il dialogo e il confronto
1 Il murale del maestro Borgiac dedicato alle donne Il murale del maestro Borgiac dedicato alle donne Le farfalle come simbolo di libertà nella Giornata contro la violenza sulle donne
Giornata contro la violenza sulle donne, poco da festeggiare e molto su cui riflettere Giornata contro la violenza sulle donne, poco da festeggiare e molto su cui riflettere Diverse le iniziative in tutte le città della Puglia, ma la situazione non migliora. Necessario agire a livello culturale
Una poesia contro la violenza Una poesia contro la violenza Nella Giornata per l'eliminazione della violenza contro la donne, condividiamo una poesia della barlettana Giovanna Carpagnano
«I negozi di Barletta sono avamposti e sentinelle della città» «I negozi di Barletta sono avamposti e sentinelle della città» Intervista al presidente dell'associazione "Le Strade dello Shopping", Ruggiero Spadaro
9 Barletta contro la violenza: le parole di Tina Arbues e la violenza di genere Barletta contro la violenza: le parole di Tina Arbues e la violenza di genere «Il cambiamento più grande sarebbe quello culturale. Lavorare tanto e ripartire da ognuno di noi»
Al via da Barletta la "Corri e cammina contro la violenza sulle donne" Al via da Barletta la "Corri e cammina contro la violenza sulle donne" Organizzata dall'associazione Barletta Sportiva, l'iniziativa sostiene la campagna di BarlettaViva "Barletta contro la violenza"
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.