Associazione Nazionale Polizia di Stato
Associazione Nazionale Polizia di Stato
Cronaca

Sicurezza, giorni oscuri per Barletta: «Serve educazione alle regole»

Interviene l'ANPS - AssoPolizia di Barletta: «Il momento di particolare degrado richiede un forte intervento dello Stato»

«In questi giorni di buio pesto per la città di Barletta, ci si chiede in che modo si possa risolvere il problema della sicurezza» scrivono da ANPS - AssoPolizia - Sezione di Barletta. «La prima cosa che si pensa, giustamente, è la necessità che ci siano più uomini e donne in divisa per strada per prevenire qualsivoglia reato. Questo è ciò che pensa la popolazione barlettana, evidenziato dalle migliaia di commenti sui vari social network. Nell'immaginario collettivo sembra che si veda, in questo periodo, l'uomo in divisa come colui che sfugge o che non compie il suo dovere fino infondo andando a creare un clima poco collaborativo tra cittadini e forze dell'ordine.

Quello che magari sfugge a tanti è che la macchina della sicurezza, intesa come benessere comune, è composta da tanti ingranaggi di cui le forze dell'ordine ne sono uno dei tanti e non come si può genericamente pensare esserne l'unico. Difatti la sicurezza si costruisce assieme cittadini ed istituzioni. Quale miglior poliziotto o carabiniere come il cittadino? I cittadini sono gli occhi delle forze dell'ordine e fondamentale fonte di informazione. Chiediamoci, si consumerebbe mai un reato alla presenza di una divisa? Orbene laddove vi è una divisa, sicuramente si previene il compimento di reati ed è qui che lo Stato deve fare la sua parte garantendo al cittadino una presenza sensibilmente più visibile per vivere più serenamente.

Nella città di Barletta la situazione attuale richiederebbe una riflessione più importante. Il momento di particolare degrado richiede un forte intervento dello Stato in ogni sua istituzione dalla scuola alla sicurezza passando per cultura, formazione, lavoro e politiche sociali. Serve un concerto di iniziative pratiche e non teoriche. Servirebbe educare chi non è propenso al rispetto delle regole anche con iniziative repressive e non solo preventive. Serve riprendersi il territorio, serve recuperare il terreno perso in anni di tagli al comparto sicurezza, serve riallacciare il dialogo tra cittadini e forze dell'ordine».
  • Polizia di Stato
  • Sicurezza
Altri contenuti a tema
3 Alto impatto, controlli straordinari della Polizia di Stato a Barletta Alto impatto, controlli straordinari della Polizia di Stato a Barletta Attività concentrate nella zona 167
Guardie giurate senza contratto, sit in davanti alla Prefettura di Barletta Guardie giurate senza contratto, sit in davanti alla Prefettura di Barletta La problematica coinvolge i lavoratori della vigilanza privata e gli addetti alla sicurezza
1 Rafforzati i controlli della Polizia di Stato a Barletta Rafforzati i controlli della Polizia di Stato a Barletta Servizi mirati anche nei comuni di Andria, Trani e Canosa con la collaborazione del Reparto Prevenzione Crimine
Il Prefetto Riflesso visita la Questura della Bat Il Prefetto Riflesso visita la Questura della Bat «Piena e sinergica collaborazione nella lotta alle diverse forme di illegalità»
Due andriesi arrestati a Barletta, tra le accuse anche lesioni e resistenza a pubblico ufficiale Due andriesi arrestati a Barletta, tra le accuse anche lesioni e resistenza a pubblico ufficiale L'episodio risale allo scorso 18 luglio
Sicurezza e legalità, il bilancio dei controlli della Polizia di Stato Sicurezza e legalità, il bilancio dei controlli della Polizia di Stato Intensificate le attività nelle ore serali tra i locali della movida
Inaugurata la sezione Bat dell'associazione Donatori Volontari della Polizia di Stato Inaugurata la sezione Bat dell'associazione Donatori Volontari della Polizia di Stato L’iniziativa si inserisce nell’ambito del progetto Solidarietà e Sicurezza
Anche per i poliziotti del Commissariato di Barletta arriva il "taser" Anche per i poliziotti del Commissariato di Barletta arriva il "taser" Nuovo strumento operativo in dotazione alla Polizia di Stato della provincia di Barletta-Andria-Trani
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.