Incontro Pes Bat
Incontro Pes Bat
Associazioni

Pes Bat scrive ai sindaci per discutere sul PNRR

Chiedono l'attivazione del tavolo partenariale

«Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza ed il Piano Nazionale per gli Investimenti Complementari, sono formidabili opportunità per migliorare il Sistema Paese, ridurre le disuguaglianze, migliorare i livelli occupazionali, accrescere i processi economici e sociali attraverso un nuovo modello di sviluppo» scrive il Pes Bat. È la lettera che hanno inviato al presidente della provincia e ai dieci sindaci del territorio per chiedere l'attivazione del tavolo partenariale per l'accesso ai fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.


«La Governance delineata dal PIANO è definita nella legge 108/2021 e prevede espressamente la partecipazione degli attori economici e sociali, sia a livello nazionale che regionale e locale. Il protocollo firmato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri con Cgil Cisl Uil (che si allega), prevede che per gli enti locali i tavoli siano composti dal Sindaco, dalla struttura dirigenziale di riferimento e da un rappresentante di ciascuna parte sociale, e devono essere convocati con regolarità. Ai tavoli possono partecipare anche i rappresentanti delle amministrazioni centrali titolari di investimenti.

Dai dati diffusi dal Governo, apprendiamo di progetti presentati da Comuni del territorio ed ammessi a finanziamento, senza alcun coinvolgimento del partenariato sociale. Nelle prossime settimane sono previsti altri bandi ai quali potranno candidarsi le comunità locali. A tal fine, si chiede l'immediata attivazione del tavolo di confronto così come la legge ed i protocolli espressamente prevedono.
Per completezza si segnala che la Presidenza del Consiglio dei Ministri, con decreto del 7 dicembre, ha deliberato sull'adozione delle linee guida volte a favorire le pari opportunità di genere e generazionali, nonché l'inclusione lavorativa delle persone con disabilità nei contratti pubblici finanziati con risorse del PNRR e PNC.

L'insieme delle regole che definiscono le scelte sulla partecipazione ai bandi ministeriali e l'incrocio con la costruzione dei principi nella definizione dei contratti pubblici finanziati dal PNRR e PNC, obbligano alla più celere costituzione del tavolo di confronto».
  • Fondi e finanziamenti
Altri contenuti a tema
Barletta fuori dai finanziamenti del Pnrr, ma c'è l'ipotesi di scorrimenti in graduatoria Barletta fuori dai finanziamenti del Pnrr, ma c'è l'ipotesi di scorrimenti in graduatoria La città potrà ottenere i 43 milioni di euro che attendeva con scorrimento o con un rifinanziamento del bando PinQua
Bando PinQua, Barletta conquista 45 milioni di finanziamento Bando PinQua, Barletta conquista 45 milioni di finanziamento Tre progetti ammessi nella graduatoria finale
Resto al Sud, nasce a Barletta un’altra iniziativa economica Resto al Sud, nasce a Barletta un’altra iniziativa economica Il progetto è finanziato grazie alla misura di Invitalia
Sicurezza ferroviaria, finanziamenti anche per la tratta Bari-Barletta Sicurezza ferroviaria, finanziamenti anche per la tratta Bari-Barletta Firmata la convenzione per 115 milioni di euro col ministro Delrio
7 Barletta a portata di turista, cresce l'info point in corso Garibaldi Barletta a portata di turista, cresce l'info point in corso Garibaldi Finanziato dalla Regione Puglia il progetto in collaborazione con ArcheoBarletta
4 Avviata campagna di crowdfunding per la Cittadella della Musica Concentrazionaria Avviata campagna di crowdfunding per la Cittadella della Musica Concentrazionaria Il maestro Lotoro: «Sosteneteci in questo meraviglioso progetto storico e artistico»
In arrivo quasi tre milioni di euro per le scuole di Barletta In arrivo quasi tre milioni di euro per le scuole di Barletta Ecco gli istituti che beneficeranno degli interventi di ammodernamento
1 Centrare le periferie, Cascella: «Visione unitaria della città» Centrare le periferie, Cascella: «Visione unitaria della città» Presentato il progetto condiviso, in arrivo 6 milioni di euro per ogni comune
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.