Ricerche Cilli
Ricerche Cilli
Cronaca

Omicidio Cilli, ricerche del corpo in Contrada Vicinale

All'opera il criminologo Gianni Spoletti

«Per noi lo scopo principale è quello di trovare il corpo di Michele. Non smetteremo mai di farlo perché finché non avremo la certezza matematica che Michele Cilli non esiste più, non c'è più niente di lui, la speranza resta. La speranza deve rimanere viva, è una speranza a cui noi teniamo tantissimo e che cerchiamo di portarla fino alla fine di questa tristissima storia perché sono 11 mesi che andiamo avanti. Sarebbe giusto per la famiglia trovare il corpo del congiunto». Le parole del criminologo Gianni Spoletti hanno accompagnato la ripartenza delle ricerche del corpo del 24enne barlettano scomparso la notte del 16 gennaio, dopo aver trascorso una festa in un bar in piazza XIII febbraio 1503.
Omicidio Cilli, ricerche del corpo in Contrada VicinaleOmicidio Cilli, ricerche del corpo in Contrada VicinaleOmicidio Cilli, ricerche del corpo in Contrada Vicinale


Spoletti con al fianco il personale della MHE detector si è messo al lavoro questa mattina in Contrada Vicinale, luogo individuato in seguito ad alcune segnalazioni ricevute. «Dalle informazioni che abbiamo ricevuto in un via informale, quella notte uno degli indagati, sarebbe stato in questa contrada per due volte– ha spiegato Spoletti questa mattina - la prima volta per cinque minuti, la seconda, alle 7 del mattino, è tornato e ci è rimasto per due ore». Queste «sono indagini suppletive che stiamo facendo per conto della famiglia e dell'avvocato Michele Cocchiarole: siamo qui per capire che cosa potremmo fornire ancora agli inquirenti prima del 15 dicembre». È quella la data in cui è stata fissata la seconda udienza del rito abbreviato, scelto dai due imputati, dinanzi al Gup Ivan Barlafante del Tribunale di Trani. Secondo la tesi accusatoria Cilli quella notte sarebbe andato via con Dario Sarcina a bordo di una golf nera: questo lo avrebbe portato in un garage, all'interno di un complesso residenziale in via Ofanto, per ucciderlo e Cosimo Damiano Borraccino lo avrebbe aiutato a far sparire il corpo. I due 33enni barlettani sono indagati e detenuti da marzo scorso con l'accusa, a vario titolo, di omicidio e soppressione di cadavere.
  • Omicidio
Altri contenuti a tema
Ritrovamento uomo carbonizzato, potrebbe essere un clochard tunisino Ritrovamento uomo carbonizzato, potrebbe essere un clochard tunisino Domani l'autopsia disposta dalla Procura di Trani
Cadavere carbonizzato, si indaga per omicidio Cadavere carbonizzato, si indaga per omicidio La Polizia non esclude alcuna pista
Il ricordo di Teresa Di Tondo nelle parole di una collega Il ricordo di Teresa Di Tondo nelle parole di una collega La lettera della pedagogista barlettana Imma Balestrucci
Un anno dalla scomparsa di Michele Cilli Un anno dalla scomparsa di Michele Cilli Nominato il perito per l'esame degli occhiali da vista ritrovati nelle campagne di Barletta
Domani l'anniversario della scomparsa di Michele Cilli Domani l'anniversario della scomparsa di Michele Cilli Alle 19 messa in suffragio nella parrocchia di Santa Maria degli Angeli
Processo per omicidio Cilli, tutto rinviato al 22 dicembre Processo per omicidio Cilli, tutto rinviato al 22 dicembre Nei giorni scorsi sono proseguite le ricerche: ancora nessuna traccia del corpo del 24enne barlettano
1 Un anno dalla scomparsa, Claudio Lasala è ancora figlio di tutti Un anno dalla scomparsa, Claudio Lasala è ancora figlio di tutti Ricade nella notte tra il 29 e il 30 ottobre, il giorno della scomparsa
Omicidio Lasala, comune di Barletta parte civile Omicidio Lasala, comune di Barletta parte civile Rinviati a giudizio i due presunti responsabili
© 2001-2023 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.