Mons. Lorenzo D'Ascenzo
Mons. Lorenzo D'Ascenzo
Religioni

La solidarietà dell’Arcivescovo e di tutta la diocesi per le morti bianche

Dicono: «Il lavoro è per la vita»

«Nella scorsa giornata, la nostra Diocesi è stata segnata, ancora una volta, da un grave lutto per la morte di un lavoratore, il signor Luigi Riefolo, nella città di Barletta. Purtroppo, solo ieri in Italia ci sono stati quattro decessi di lavoratori, un fenomeno questo che non può e non deve lasciarci indifferenti» è quello che scrive l'Arcivescovo di tutta la diocesi di Trani-Barletta-Bisceglie in seguito all'accaduto presso la Timac all'operaio Luigi Riefolo.

«La dottrina sociale della Chiesa ribadisce che ogni persona, con il suo lavoro, collabora all'opera del Grande Artigiano della Creazione; non solo, lo stesso Figlio del Grande Artigiano, cioè Gesù di Nazareth, come afferma il Concilio, "ha lavorato con mani d'uomo" (GS 22). Infatti, nei trent'anni passati a Nazareth, i Vangeli sottolineano che il Signore si è procurato il pane quotidiano con il suo lavoro di carpentiere insieme al padre San Giuseppe. Per questo, non è difficile ipotizzare che le nostre problematiche lavorative sono state le stesse del tempo in cui è vissuta la Santa Famiglia di Nazareth, a cominciare dalla precarietà, la mancanza di lavoro, l'ingiusto salario e tanto altro.

In ragione di ciò, le fatiche, le ansie, le preoccupazioni di ogni lavoratore trovano conforto in Gesù Lavoratore; in particolare, come più volte Papa Francesco ha ribadito, il lavoro deve essere fonte di vita e non causa di morte. Ogni persona ha il diritto di tornare a casa, dopo una giornata di lavoro con la certezza di aver adempiuto ai propri doveri, ma anche con la serenità di poter provvedere alla sussistenza della propria famiglia.

Esprimiamo piena solidarietà alla famiglia del Signor Luigi e assicuriamo la nostra preghiera, perché in Cielo egli continui a collaborare in maniera nuova con il Dio Creatore e Redentore».
  • Timac Agro
  • Arcivescovo Don Leonardo D'Ascenzo
Altri contenuti a tema
L'omelia dell'Arcivescovo per Claudio Lasala: «Svegliamoci tutti, anche voi giovani! Non restate indifferenti!» L'omelia dell'Arcivescovo per Claudio Lasala: «Svegliamoci tutti, anche voi giovani! Non restate indifferenti!» Citando Papa Francesco durante i funerali: «Chi non sa piangere non è madre»
L'incontro con Papa Francesco e la donazione all'arcivescovo L'incontro con Papa Francesco e la donazione all'arcivescovo Mons. D'Ascenzo incontra il Comitato Italiano pro Canne della Battaglia ODV e l'Asd "Gli Amici del Cammino Running & Walking"
23 Morti bianche: Barletta perde un operaio sul posto di lavoro Morti bianche: Barletta perde un operaio sul posto di lavoro Il cordoglio della Cgil, Filctem e Cisl
Monsignor D'Ascenzo nominato nella Commissione Episcopale per il clero e la vita consacrata Monsignor D'Ascenzo nominato nella Commissione Episcopale per il clero e la vita consacrata Un nuovo incarico per il nostro arcivescovo
Maturità 2021, la lettera dell'Arcivescovo ai ragazzi Maturità 2021, la lettera dell'Arcivescovo ai ragazzi "La maturità segna un traguardo, ma diventa un trampolino di lancio nel grande oceano della vita adulta"
Criminalità nella Bat, Mons. D'Ascenzo: «È necessario intervenire» Criminalità nella Bat, Mons. D'Ascenzo: «È necessario intervenire» Il monsignore manifesta la sua solidarietà al dott. Nitti
Le parole dell’Arcivescovo a Barletta durante la liturgia del rinnovo del voto del 1656 Le parole dell’Arcivescovo a Barletta durante la liturgia del rinnovo del voto del 1656 Il testo della liturgia svoltasi la sera del venerdì santo nella Concattedrale
Settimana Santa, a Barletta due celebrazioni presiedute dall'Arcivescovo Settimana Santa, a Barletta due celebrazioni presiedute dall'Arcivescovo S.E. Mons D'Ascenzo sarà a Barletta il 2 e 4 aprile
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.