Nassiryya Commemorazione
Nassiryya Commemorazione
Eventi

I morti di Nasiryya sono stati commemorati a Barletta

Il 12 novembre l’anniversario dell’attentato. Tra gli assenti, il ministro Raffaele Fitto

Venerdì 12 novembre, ore 18.30, s'è tenuta in Piazza Caduti la deposizione di una corona alla memoria dei 19 militari italiani caduti a Nasiryya e degli 8 civili iracheni. Presenti alla commemorazione Dario Damiani, assessore Provinciale al Bilancio, e Oronzo Cilli, dirigente Provinciale del Pdl, oltre ad una piccola folla di ragazzi più attenti al tragico evento, che non hanno dimenticato il sacrificio di quei loro coetanei morti il 12 novembre 2003 a causa di un vile attentato.

Assenti giustificati l'on. Raffaele Fitto, ministro per i Rapporti con le Regioni, impegnato con la sagra del carciofo a S.Ferdinando, e il sindaco ing. Nicola Maffei. Ci si aspettava la presenza di altre autorità o rappresentanti politici di schieramenti contrapposti, dato che le commemorazioni di questo tipo dovrebbero scavalcare le ideologie o le bandiere.
8 fotoCommemorazione caduti di Nassiryya
Nassiryya CommemorazioneNassiryya CommemorazioneNassiryya CommemorazioneNassiryya CommemorazioneNassiryya CommemorazioneNassiryya CommemorazioneNassiryya CommemorazioneNassiryya Commemorazione
Il 12 novembre 2003 avviene il primo grave attentato di Nasiriyya. Alle ore 10:40 ora locale (UTC +03:00), le 08:40 in Italia, un camion cisterna pieno di esplosivo scoppiò davanti la base MSU (Multinational Specialized Unit) italiana dei Carabinieri, provocando l'esplosione del deposito munizioni della base e la morte di diverse persone tra Carabinieri, militari e civili. Il tentativo del Carabiniere Andrea Filippa, di guardia all'ingresso della base "Maestrale", di fermare con il fucile AR 70/90 in dotazione i due attentatori suicidi riesce, tant'è che il camion non esplode all'interno della caserma ma sul cancello di entrata, altrimenti la strage sarebbe stata di ben più ampie dimensioni. I primi soccorsi furono prestati dai Carabinieri stessi, dalla nuova polizia irachena e dai civili del luogo. Nell'esplosione rimase coinvolta anche la troupe del regista Stefano Rolla che si trovava sul luogo per girare uno sceneggiato sulla ricostruzione a Nasiriyya da parte dei soldati italiani, nonché i militari dell'esercito italiano di scorta alla troupe che si erano fermati lì per una sosta logistica.

Il Comando dell'Italian Joint Task Force (IJTF) si trovava a 7 chilometri da Nasiriyya, in una base denominata "White Horse", distante circa 4 chilometri dal Comando USA di Tallil. Il Reggimento MSU/IRAQ, composto da personale dei Carabinieri Italiani e dalla Polizia Militare Romena (a cui poi si aggiungeranno, a fine Novembre 2003 120 uomini della Guardia Nazionale Portoghese), era diviso su due postazioni: la base "Maestrale" e la "Libeccio", entrambe poste al centro dell'abitato di Nasiriyya. Presso la base "Maestrale" (nota anche con il termine "Animal House"), che durante il regime di Saddam Hussein era sede della Camera di Commercio, ove era acquartierata l'Unità di Manovra. Presso la "Libeccio" aveva sede, sia il Battaglione MSU che, il Comando del Reggimento MSU/IRAQ.] L'attentato avvenne alle ore 10,40 del 12 novembre 2003 alla base "Maestrale". L'altra sede, "Libeccio", distante poche centinaia di metri dalla prima, venne danneggiata anch'essa dall'esplosione. Era infatti intendimento dei Carabinieri, contrariamente alla scelta dell'Esercito di stabilirsi lontano per avere una maggiore cornice di sicurezza, posizionarsi nell'abitato per un maggior contatto con la popolazione. Due mesi dopo l'attentato, il Reggimento CC lasciò definitivamente anche la Base "Libeccio", trasferendosi alla base di "Camp Mittica" nell'ex aeroporto di Tallil, a 7 km da Nasiriyya
  • Nicola Maffei
  • Raffaele Fitto
Altri contenuti a tema
Europa e cambiamento, oggi Raffaele Fitto a Barletta Europa e cambiamento, oggi Raffaele Fitto a Barletta Confronto sulle attività portate avanti in Europa dal gruppo europeo dei Conservatori
Raffaele Fitto presenta Rossella Piazzolla: «Negli ultimi 15 anni non è stato fatto nulla» Raffaele Fitto presenta Rossella Piazzolla: «Negli ultimi 15 anni non è stato fatto nulla» A scendere in campo in sostegno di Rossella Piazzolla anche l’europarlamentare ed ex segretario regionale della Lega, Andrea Caroppo
2 Raffaele Fitto a Barletta: «Possiamo mandare a casa questo Governo» Raffaele Fitto a Barletta: «Possiamo mandare a casa questo Governo» Il candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Puglia ha presentato la lista di Fratelli d'Italia per la Bat
Raffaele Fitto incontra alcuni imprenditori di Barletta Raffaele Fitto incontra alcuni imprenditori di Barletta «Bisogna cogliere ogni opportunità soprattutto per sostenere la nostra agricoltura e le nostre imprese»
Sanità in Puglia, Raffaele Fitto: «Ereditiamo un disastro» Sanità in Puglia, Raffaele Fitto: «Ereditiamo un disastro» Il candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Puglia è stato ospite ieri del ciclo di incontri organizzato dall'Ordine dei Medici della Bat
Regionali, centrodestra: «Fitto, l’uomo giusto per la Puglia» I commenti dei big di Forza Italia e Fratelli d'Italia dopo l'anuncio della candidatura di Raffaele Fitto alla presidenza pugliese
Regionali, Fitto: «Mi candido per restituire certezza e dignità ai pugliesi» Regionali, Fitto: «Mi candido per restituire certezza e dignità ai pugliesi» Le parole di Raffaele Fitto a poche ore dall'ufficialità della sua candidatura alla presidenza della Regione Puglia
Regionali 2020, è Raffaele Fitto il candidato in Puglia del centrodestra Regionali 2020, è Raffaele Fitto il candidato in Puglia del centrodestra L'ex presidente della Regione sfiderà l'attuale governatore Emiliano, Scalfarotto (ItaliaViva), Laricchia (M5S) e Mario Conca
© 2001-2023 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.